Incontro del Gallini dedicato all'apicoltura

VOGHERAL'apicoltura in Oltrepo, tra biodiversità e innovazione. L'istituto Gallini di Voghera propone per sabato alle 9 un incontro per approfondire le prospettive della produzione del miele in Oltrepo. La naturalista Simona Guioli parlerà della biodiversità in Oltrepo, poi ci sarà la relazione di T

Renzi fa ironia sul PD: risate e applausi nel governo e Meloni scoppia ridere più volte

video Risate e applausi da parte della maggioranza e del governo durante le dichiarazioni di voto al Senato di Matteo Renzi che fa ironia sulle scelte di critica a giorgia Meloni, sul sovranismo alimentare ("l'abbiamo inventato noi con Slow Food") e sull'articolo al maschile davanti a "presidente". Da sinistra qualcuno fa osservazioni e Renzi: "Vi vedo reagire a me e non a lei, come in campagna elettorale, complimenti i risultati si sino visti" e qui Giorgia Meloni scoppia a ridrere e si copre poi il volto. L'ex premier ha poi strappato un'altra risata alla presidente del consiglio, tra i sorrisi e gli aplausi anche di altri ministri.Video Local Team

Senza Titolo

Francesco Olivo / Roma Francesco Lollobrigida avrebbe preferito restare capogruppo alla Camera, ma i delicati equilibri lo hanno portato in via XX settembre. Sabato ha giurato da ministro dell'Agricoltura e «della sovranità alimentare», una denominazione che ha fatto discutere: «Polemiche puerili».

La riscoperta dell'alga che si mangiava in Sicilia: storie, incontri, visioni dal Salone del Gusto

video Sapevate che solo in Giappone esistono 1500 specie di alghe commestibili, e si sta lavorando per riscoprine una persino in Sicilia, l'U Mauro, che una volta si mangiava abitualmente ma oggi è stata dimenticata? Avete idea di quanto sia preziosa - per l'ambiente e per la bontà dei formaggi - la biodiversità dei pascoli che l’agroindustria sostituisce con varietà vegetali più standardizzate, tanto che che ora Slow Food la tutela con il progetto "Salviamo i prati stabili e i pascoli"? Ecco un viaggio tra le esperienze che ci hanno colpito di più a Terra Madre Salone del Gusto 2022, l’evento di Slow Food a Torino dedicato alla cultura del cibo. Tra i laboratori, le aree educative e il mercato con i cibi buoni, puliti e giusti dall'Italia e dal mondo: come un riso antico dai colori impensabili, i dolci portati in Italia da due fratelli israeliani seguendo "i gusti della nostra infanzia", e un pallone lucente che sembra una scultura, ma non lo è. Servizio di Giulia Destefanis

Zero cottura: il cibo crudista dell'Himalaya e altre ricette che fanno bene a noi e all'ambiente

video "Dovremmo imparare a mangiare di più i cibi così come la natura li crea, quindi non processati, non cotti, ma crudi: e aumentare il numero di pasti crudi è anche un gesto in favore dell’ambiente, perché si risparmia energia". Himanshu Kapoor è una nutrizionista e attivista indiana, che con la sua impresa sociale "Consume Green Organic Future Foods" si batte per conservare antiche varietà di grani e promuovere cibi sani e locali nelle scuole di Delhi e nelle comunità indigene del nord est dell’India. L'abbiamo incontrata a Terra Madre Salone del Gusto 2022, l’evento di Slow Food a Torino dedicato alla cultura del cibo, dove in un laboratorio ha proposto un intero pasto crudista con specialità indiane: polpette di verdure crude, spezie e ceci (tostati, questo sì, e usati per amalgamare il composto), un'insalata condita con cereali soffiati, un dolce a base di zucca. Le uniche verdure che è bene non mangiare crude? Quelle a base di amido, come manioca o patate. Servizio di Giulia Destefanis

Salone del Gusto, la storia rivoluzionaria dei fagioli di Timor Est e altri racconti (di biodiversità)

video È una delle novità dell’edizione del Salone del Gusto 2022: è il sentiero della biodiversità, dove i delegati di Slow Food, coltivatori di tutto il mondo, portano i loro semi, cereali, legumi e frutti perché i visitatori possano scoprirli. Un lungo tavolo lungo il quale si incontrano i mille colori della biodiversità, e i mille volti di chi porta felice i suoi prodotti a conoscere il resto del mondo. Con le storie più incredibili. Come quella del mais, del riso e dei fagioli di Timor Est, isola dell’estremo oriente tra l’Australia e l’Indonesia, "una delle nazioni più giovani del mondo - racconta il coltivatore di riso Teodosio Ximenes - che ha da poco conquistato l'indipendenza dopo 24 anni di conflitto, durante i quali i nostri guerriglieri asserragliati sulle montagne sono sopravvissuti proprio grazie a questo cibo"."Qui si scoprono, ad esempio, le tante forme dei legumi e i tantissimi colori del mais - spiega Ottavia Pieretto di Slow Food Internazionale - Mostriamo quanto meravigliosa sia la biodiversità e quanto sia importante mangiare biodiverso per tutelare i suoli, l’ambiente ma anche la salute". Di Giulia Destefanis