Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A MALGA CIAPELATremilaquattrocentotredici km. Ad aspettare. Tremilaquattrocentochilometri ad accontentarsi di riso in bianco e petto di pollo. Ai ferri, con al massimo un filo d'olio. Tre settimane a sentir dire "beh, quando arriva l'impresa in questo Giro?", "che noia questo

Senza Titolo

malga ciapelaQuanto sembra ancora più bello quel che è accaduto a Messina. La classifica del Giro d'Italia recita: 4) Vincenzo Nibali (Astana) a 7'57", 5) Pello Bilbao (Bahrain) a 8'55", 6) Jan Hirt (Intermarchè) a 9'07". Nibali, annunciando il suo ritiro nella sua Messina l'11 maggio aveva detto di

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A TREVISOC'è aria di resa dei conti al Giro. Severa resa dei conti, spettacolare resa dei conti. Chissenefrega se chi storce il naso per la qualità tecnica di questo Giro dice che manchi un vero campione. Avreste preferito davvero un Tadej Pogacar che lo vinceva, con una gamba

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A LAVARONEIncontaminatezza. Passeggi un attimo per i boschi della Val di Cimbra e sintetizzi tutto con questo sostantivo. Per arrivarci però a oltre quota mille dell'altopiano c'è una salita il cui nome dice tutto: Menadòr. Quella salita, scavata nella roccia e utilizzata dai

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO ALL'APRICATappone del Mortirolo e dell'Aprica, attacchi, minuti di distacco, Giro ribaltato. Discese, pianure, salite, cadute, pure pioggia, che ha fatto capolino e potrebbe tornare da qui a domenica sulle dolomiti.Macché: sull'Aprica, dove Pantani fece i numeri nel 1994, la v

Senza Titolo

il focusIl 5 giugno 1994 Marco Pantani fermò l'Italia per la prima volta. Accadrà altre volte ma quella resta nella storia. Perché il Pirata, prima maniera in maglia Carrera con ancora qualche capello in testa e ancora senza bandana, quel giorno fece anche conoscere al popolo del ciclismo l'insidios

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A SALO'Richard Carapaz in rosa, Jai Hindley a 7 secondi, Joao Almeida a 30, Mikel Landa a 59. Il Giro in un poker di un minuto a sei tappe dalla fine con gli italiani che sognano un ribaltone con Vincenzo Nibali, a 3 minuti e, perché no, Domenico Pozzovivo a "solo" un minuto e

Senza Titolo

Antonio SimeoliiNVIATO A TORINONon ce ne vogliano la nuova maglia rosa Richard Carapaz o il suo rivale designato dalla fotonica tappa di Torino, Jai Hindley. Ci arriveremo anche a loro. Ma dobbiamo iniziare con Vincenzo Nibali. E non perché siamo italiani come lui, ma perché se lo merita. A Torino,

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A CUNEO Le due facce della Francia, una triste, l'altra felice. Il Giro è anche questo. Ci perdoni il vincitore della tappa di Cuneo, la città dei Bersaglieri che qui stanno festeggiando la 69ª adunata, ma nell'economia della corsa rosa pesa molto di più quello che è accaduto

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A JESIHa fatto la storia. Anche al Giro. Biniam Girmay a fine marzo aveva vinto la Gand Wevelgem, primo corridore di colore in una classica, diventando l'eroe dell'Eritrea. Ieri a Jesi, sulle strade di Michele Scarponi traboccanti di folla e di emozioni, si è ripetuto. «È una

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO A SCALEAFino a un chilometro dall'arrivo di Scalea era stata una frazione da "Processo alla tappa", prendendo a prestito il nome della trasmissione Rai sempre più fotocopia sbiadita non sono della leggendaria trasmissione inventata da un gigante come Sergio Zavoli (quella è in

Senza Titolo

Antonio SimeoliINVIATO SULL'ETNAAspetti la battaglia tra i big al vulcano, in una magnifica giornata di sole in cui da quota 1.800 metri del Rifugio Sapienza, tra imponenti tracce di colate secolari, il mare di Catania ieri sembrava toccarlo e invece a toccare il cielo con un dito ieri sono stati in