Metropolis/227 - "Appunti di vista". Cosa c'è nell'agenda Meloni? Ospiti: Schlein, Bonino, Castelli, D'Amato e Perotti. Con Molinari (integrale)

video Marcia indietro sul pos? Il Pnrr si può rinegoziare? E ancora: il ponte sullo stretto si fa o è solo propaganda? Insomma, cosa c'è scritto nelle carte della premier, che intanto vede la sua manovra bocciata da Bankitalia. E poi il Partito democratico. Succede tutto nel weekend: sabato si candida Bonaccini, domenica Schlein, in contemporanea o quasi con l'assemblea di Italia Viva di Renzi. I tempi del congresso sono troppo lunghi? Riusciranno a chiudere la partita in tempo per le regionali? Ne parliamo oggi a Metropolis con il candidato del Pd-Terzo Polo alla regione Lazio, Alessio D'Amato, e con l'economista Roberto Perotti. Si collegano con noi anche l'ex ministro della Lega Nord Roberto Castelli e la leader di Europa Emma Bonino. In chiusura, va in scena il comico romano Max Paiella. Da Montecitorio c'è Gabriele Rizzardi. Con un servizio dal Monk di Roma di Giulio Ucciero e uno da Genova di Matteo Macor. In studio il direttore di Repubblica Maurizio Molinari Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Senza Titolo

Francesco MoscatelliINVIATO A VARESE «Grazie Bobo». Nel giorno del funerale di Stato dell'ex ministro dell'Interno ed ex segretario della Lega Nord Roberto Maroni questa frase la pronunciano tutti: i rappresentanti delle istituzioni che sfilano nella navata della basilica di San Vittore, i militanti

Funerali Maroni, Giorgia Meloni si commuove ascoltando le parole del figlio dell'ex governatore lombardo

video Funerali di Stato per l'ex ministro dell'Interno ed ex presidente della regione Lombardia Roberto Maroni, primo segretario della Lega Nord dopo Umberto Bossi. Erano presenti il presidente del Senato Ignazio La Russa, il presidente della Camera, Lorenzo Fontana, la premier, Giorgia Meloni, il vice presidente del Senato, Gian Marco Centinaio, il ministro degli esteri Antonio Tajani, il ministro dell'economia, Giancarlo Giorgetti e il segretario della Lega, Matteo Salvini. Meloni è stata accolta con un applauso al suo arrivo in basilica e ha partecipato al funerale visibilmente commossa. "Era una persona capace di grande concretezza e visione. Una delle persone che ho conosciuto che più sapevano fare gioco di squadra. Ne ho un ricordo straordinario. Tra l'altro ci sentivamo. Penso che l 'Italia sia stata fortunata a poter contare su una persona così". Così la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni uscendo dalla Basilica di San Vittore a Varese. L'ARTICOLO Funerali di Roberto Maroni, a Varese anche Giorgia Meloni: "L'Italia fortunata a poter contare su di lui" di Daniele Alberti

Umberto Bossi dall'ospedale: "Sto bene, ci vediamo il 3 a Giovenzano col Comitato del Nord"

video "Per cause di forza maggiore come vedete, sono in ospedale ma non preoccupatevi: sto bene!": lo dice, nel video postato sul canale Instagram del Comitato del Nord, il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, ancora ricoverato per l'operazione per una ulcera gastrica nell'ospedale di Circolo di Varese. Parlando dei prossimi impegni con il Comitato Nord, a Castello di Giovenzano (Pavia), ha aggiunto: "Il Comitato l'ho voluto io ed al primo incontro voglio esserci io. Ci vediamo il 3 dicembre a Giovenzano, sarà un grande incontro". L'appuntamento era inizialmente previsto per il 27 novembre ed è stato spostato di una settimana appunto per la degenza di Umberto Bossi.Video Instagram - Comitato Nord Ufficiale

Metropolis/201 - Fiducia al governo Meloni, gran confusione al Senato: Grillo e Borghezio si prendono la scena

video Seconda fiducia per il governo Meloni, questa volta al Senato. Mentre l'attesa per il discorso serale di Berlusconi sale, in centro a Roma spuntano due volti noti. Prima Beppe Grillo, che convoca i parlamentari 5s: "Spero il governo duri a lungo". Poi l'ex Lega Nord Mario Borghezio, che capitava di lì: "Le nostre idee stanno vincendo". Il servizio di Giulio UccieroMontaggio di Cinzia Comandè Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Contrordine, Bossi eletto in Lombardia

Umberto Bossi sarĂ  ancora un membro del Parlamento italiano. Inizialmente sembrava che il "Senatur", padre della Lega Nord, non fosse stato eletto per via del crollo di voti della Lega in Lombardia. Ma ieri il Viminale ha rivisto le liste degli eletti. Per un errore di conteggio, secondo il ministe

Abbà non si è visto Barbieri va al seggio

mortara Dei due candidati sindaci battuti al primo turno ieri ai seggi per votare si èvisto solo Marco Barbieri, esponente della coalizione Pd-5 Stelle-civica, arrivata terza. Barbieri non si è sbilanciato, aveva parlato di libertà di voto nei giorni precedenti al ballottaggio. Non si è visto invece