Battiato, esce il nuovo disco: ''Quando l'ha sentito si è emozionato''

video Si intitola "Torneremo ancora" ed è il nuovo disco di Franco Battiato. Oltre all'omonimo inedito, contiene quattordici tra i brani più famosi del cantautore siciliano, incisi insieme alla London Philarmonic Orchestra ed è stato presentato in anteprima alla stampa a Milano. "Purtroppo il Maestro non sta ancora abbastanza bene e non può essere qui", spiegano i dirigenti Sony, mentre i suoi collaboratori raccontano il processo di registrazione e produzione del disco. "In questi anni abbiamo sentito di tutto, senza mai rispondere per non alimentare polemiche. Questo è assolutamente un disco ufficiale di Franco. E si è emozionato quando ha sentito il risultato finale", spiega lo storico ingegnere del suono Pino Pischetola (di Antonio Nasso)

Zoë Kravitz è la nuova Catwoman: tutti i volti della donna-gatto

video Il regista Matt Reeves, divenuto celebre dopo gli ultimi due fortunati capitoli della trilogia de "Il Pianeta delle Scimmie", ha annunciato un nuovo elemento del cast di "The Batman", suo prossimo lungometraggio dedicato al Cavaliere di Gotham: Zoë Kravitz vestirà infatti i panni della 'femme fatale' Catwoman. L'attrice, già interprete di imponenti blockbuster come "Animali Fantastici" e "Mad Max: Fury Road", succederà ad altre importanti dive che, in passato, hanno prestato il loro volto alla donna-felino: da Julie Newmar, passando per Michelle Pfeiffer, fino ad Anne Hathaway. A cura di Francesco Milo Cordeschi

Emergency, Afghanistan: l'ospedale delle donne nel Panshir dove germoglia il seme della ''Rivoluzione silenziosa''

video In un sistema sanitario fortemente indebolito da 40 anni di guerra, il Centro di Anabah è l’unica struttura gratuita e specializzata in ostetricia, ginecologia e neonatologia presente nella vasta area della Valle del Panshir. Avviato nel 2003, conta oltre 327.000 donne visitate e più di 7.000 parti l’anno. Oltre a cure gratuite e d’eccellenza, la priorità di EMERGENCY si è sempre rivolta alla formazione del personale locale, affinché possa lavorare in autonomia e indipedenza. Il Centro di Maternità è un ospedale per le donne fatto dalle donne: più del 75% del personale locale, tra infermiere, ostetriche e staff ausiliario è femminile. Intervista di Carlo Ciavoni

Greenpeace, blitz a Palazzo Bonaparte: "Le assicurazioni spengano le centrali a carbone"

video Attiviste e attivisti di Greenpeace sono entrati in azione questa mattina a Roma, all'interno di Palazzo Bonaparte, sede della mostra "Impressionisti segreti" sponsorizzata da Generali. Durante la protesta pacifica, è stata allestita una esposizione alternativa, composta da immagini reinterpretate in stile impressionista di centrali a carbone e di conseguenze dei cambiamenti climatici. Questo per denunciare quanto il maggior gruppo assicurativo italiano cerca di tenere ben nascosto: i suoi investimenti nel carbone, la fonte fossile che più di ogni altra contribuisce alla crisi climatica. "Se da una parte, in modo meritorio, le assicurazioni Generali promuovono arte e cultura, dall'altra continuano a "sponsorizzare" quei combustibili fossili, come il carbone, che alimentano in modo sempre più pericoloso l'emergenza climatica in corso sul Pianeta", dichiara Luca Iacoboni, responsabile della Campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia. "Chiediamo al colosso assicurativo italiano di smetterla con questa ipocrisia e di abbandonare il carbone senza eccezioni, prendendo parte in maniera seria alla battaglia per salvare il clima".Video: Agf / Alessandro Serranò

Maltempo a Torino, l'acqua piovana entra nella cabina dell'autobus

video "L'autobus è un colabrodo e l'acqua piovana filtra dal soffitto della vettura e cade sui sedili". È la denuncia su Facebook di alcuni utenti della linea 63 della Gtt che questa mattina hanno dovuto ripararsi da una vera e propria cascata d'acqua piovana che cadeva sulle loro teste dal tetto dell'Autobus. Il disguido è stato fatto notare all'autista che, ha assicurato, segnalerà la cosa all'azienda. Video da Facebook

Siria, il duro attacco di Gino Strada: "Governo ed Europa indecenti, stop totale a vendita armi"

video La condotta del governo italiano e dell'Europa sulla questione turco-siriana è "semplicemente indecente", perché "le esportazioni di armi verso la Turchia andrebbero bloccate completamente, anzi l'embargo andrebbe allargato ad altri beni". Il fondatore di Emergency Gino Strada, a Milano per la presentazione del report sul lavoro del Centro Maternità di Anabah, in Afghanistan, critica le mosse della politica rispetto all'attacco militare del presidente turco verso i curdi al confine con la Siria. "Il problema dell'Europa è che non c'è", ha spiegato. "Erdogan è un presidente fascista di uno stato autoritario ma la questione dei profughi accolti in Turchia ha rivelato tutti i limiti dell'Europa". Per Strada sarebbe un segnale che "i finalisti di Champions si rifiutino spontaneamente di giocare" ma il cuore del problema rimangono le armi: "Basterebbero tre minuti per valutare se annullare i contratti in essere, ma le armi non andrebbero proprio prodotte". Video di Andrea Lattanzi

Whirlpool Napoli, Conte: "L'azienda conferma il piano per la cessione, nessun passo in avanti"

video Fumata nera dall'incontro tra il governo e i vertici italiani della multinazionale americana Whirlpool in merito al futuro dello stabilimento di Napoli. "I vertici hanno confermato il piano industriale, non ci sono stati passi in avanti rispetto alla direzione auspicata dal governo. Ciò non consente di dare prospettiva al dialogo", ha detto il premier. Video di Francesco Giovannetti

Bottino da 420 mila euro dopo sette colpi in banca: sgominata banda di giovani rapinatori tra Napoli e Caserta

video C'è anche una donna tra i sette componenti di una banda, composta da giovani dai 19 ai 25 anni, dedita alle rapine tra il Napoletano ed il Casertano, che hanno fruttato un bottino complessivo di 420mila euro. Gli uomini della Squadra Mobile di Napoli e del commissariato di Giugliano-Villaricca hanno eseguito sette misure cautelari: sei indagati sono in carcere e per una 25enne è stato disposto il divieto di dimora. I rapinatori, tutti di Giugliano in Campania (Napoli), devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati contro il patrimonio, rapina e tentata rapina aggravata, lesioni personali aggravate e falso. Da una rapina commessa nel gennaio 2018 gli investigatori sono arrivati anche agli altri sei colpi, tra cui uno a fine novembre del 2017. Nel corso della rapina del gennaio dello scorso anno, i componenti della banda entrarono nella filiale del Banco Popolare di Bari di Giugliano (Napoli) e, minacciando il cassiere con un taglierino riuscirono a portare via dalle casse 119 mila euro.  Video: Polizia di Stato