Metropolis/226 - "Cash sarà di noi?". Il governo Meloni tra processo di Palermo e manovra. Ospiti: Benifei, Friedman, Squeri e Strada. Con Sannino e Sorgi (integrale)

video L'immigrazione e la linea dura del governo: in arrivo il decreto flussi, promette il ministro Tajani. Caso Open Arms, gli ex ministri Trenta e Toninelli scaricano Salvini imputato a Palermo. Il "capitano" non funziona più? Capitolo Pnrr: il governo può rinegoziare il patto con l'Europa? E il Pd che fa? Aperta la fase congressuale, domani il sindaco di Firenze Nardella formalizza l'appoggio a Bonaccini, mentre Schlein si candida domenica a Roma. Intanto, l'Italia fotografata dal nuovo rapporto Censis è "più povera e impaurita". E il reddito che fine farà? Ne discutiamo a Metropolis con la responsabile comunicazione di Resq, Cecilia Strada, la firma de La Stampa Marcello Sorgi e l’eurodeputato dem Brando Benifei. Poi si uniscono Luca Squeri di Forza Italia e lo scrittore Maurizio De Giovanni. Come ogni venerdì, in chiusura di puntata l’appuntamento con Robinson insieme a Dario Olivero e Saverio Raimondo

Metropolis/226 - Processo Open Arms, Strada: "Le Ong vanno in tribunale serenamente ma Salvini no"

video Cecilia Strada, respondabile comunicazione ResQ ed ex presidente di Emergency, commenta a Metropolis il processo a Salvini sul caso Open Arms: "Il Mediterraneo continua ad essere un cimitero anche per colpa della politica. Le regole per le Ong ci sono, sono proprio quelle norme che tutelano la vita in mare. Salvini dice che perde tempo? Sono le navi che persono tempo a causa sua". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Mede, inaugurato lo Sportello lavoro

video Inaugurato a Mede lo Sportello Lavoro, che resterà aperto in municipio ogni martedì e giovedì, dalle 10 alle 12, e il sabato, dalle 9 alle 12. «Il servizio – ha spiegato l’assessore Marco Correzzola – è rivolto alle aziende e ai cittadini in difficoltà occupazionale per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro» (video Morandi)

Metropolis/226 - Caso Open Arms, dai bagni in mare all'aula bunker: tutte le volte di Salvini a Palermo

video Oggi ministro delle Infrastrutture, nel 2018 all'Interno. Matteo Salvini è imputato del sequestro di 147 migranti sulla Open Arms, nell'estate 2019. In questi lunghi anni il leader leghista è sceso in Sicilia diverse volte. Oggi all'appuntamento con il tribunale palermitano arriva solo, scaricato anche dagli ex ministri della Difesa e delle Infrastrutture, Elisabetta Trenta e Danielo Toninelli. Come spiega a Metropolis anche il giornalista di Repubblica, Salvo Palazzolo: "Ancora una volta sta cercando di passare per vittima". Il servizio di Cinzia ComandèImmagini di Marta Occhipinti Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/226 - Napoli, Conte difende il reddito di cittadinanza: "Il governo abbandona i fragili"

video Giuseppe Conte da Scampia inizia il tour in difesa del reddito di cittadinanza che, secondo gli organizzatori, toccherà tutta Italia. Per il presidente 5s, i percettori del sussidio "rivendicano dignità sociale perché la povertà non è una colpa". Il servizio di Conchita SanninoMontaggio di Paolo Saracino Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Mondiali, il gol del Giappone che ha eliminato la Germania era regolare: ecco il video della Fifa

video La Fifa è stata travolta dalle polemiche per il gol di Tanaka, che ha regalato al Giappone la vittoria 2-1 sulla Spagna e la qualificazione agli ottavi del Mondiale a spese della Germania. Nell'azione decisiva, quando Mitoma crossa, il pallone sembra del tutto uscito dal campo. I tedeschi si sono infuriati. Motivo per cui la Federazione Internazionale ha postato su Twitter due video: il primo con l'azione rallentata e bloccata al momento del frame "contestato". Il secondo con il fermo immagine del pallone elaborato. La Fifa scrive: "Per stabilire se il pallone era ancora in gioco il Var si è servito delle immagini della telecamera usata per la gol line technology. Le altre telecamere forniscono immagini fuorvianti. In base alle prove disponibili, il pallone non era uscito del tutto e quindi era in gioco".Twitter Fifa

"Grazie dei missili", il video che ricorda il dottor stranamore

video La guerra ci mette davanti a uno stravolgimento di valori e situazioni che diventa ogni giorno più assurdo. E le scelte della propaganda superano persino gli slogan patriottici dei vecchi conflitti, adattando modelli commerciali alle esigenze belliche.Il governo di Kiev ieri ha diffuso un video in cui ringrazia i cittadini norvegesi per i missili contraerei appena forniti alla difesa della capitale. Lo stile è quello degli spot pubblicitari. Parte con immagini di boschi e di aurora boreale: "Quest'anno gli ucraini non devono viaggiare per vedere le luci del Nord". Poi lo scenario idilliaco lascia il posto a un asettico laboratorio dove si assemblano ordigni hi-tech e quindi a una batteria missilistica schierata nella neve. "La patria del premio per la pace sta proteggendo le nostre città dalla guerra".Sul ritmo sempre più frenetico della musica classica, lo schermo allora si popola di ordigni lanciati in cielo, di aerei russi che esplodono, di rottami di armi distrutte. Tutto merito dei missili Nasams dati da Oslo, tanto da chiudere con la scritta: "Grazie Norvegia". Che la situazione in Ucraina sia drammatica, lo ricorda la nota che accompagna il video sui social: "Ogni giorno, ci aspettiamo un altro attacco massiccio sulle nostre città. Un grazie alla Norvegia per averci reso molto, molto più sicuri".Ma c'è bisogno di trasformare tutto questo in un filmato governativo che esalta gli strumenti di morte e sembra la parodia del Dottor Stranamore di Kubrik? Nel 1991, ai tempi della prima guerra del Golfo, la rivista "Cuore" fece una copertina dissacrante contro i bombardamenti: gli iracheni al festival di Sanremo che cantavano "Grazie dei fori". Adesso la realtà del "Grazie dei missili" è riuscita a superare la satira.Di Gianluca Di FeoVideo Twitter

La tv del Qatar deride la Germania eliminata dai Mondiali: tutti la salutano con la mano sulla bocca

video La Tv del Qatar si "vendica" dei calciatori tedeschi, che prima della partita con il Giappone avevano posato con la mano sulla bocca per il bavaglio imposto dalla Fifa, che aveva impedito a tutti i capitani di indossare la fascia One Love a supporto della comunità Lgbtq+. Dopo l'eliminazione della Germania dai Mondiali, gli ospiti della trasmissione Qatar Affairs con una mano si sono coperti la bocca, con l'altra hanno salutato i tedeschi, tra risate e sghignazzi.Qatar Affairs

Guerra in Ucraina, i cannoni italiani in azione contro i russi

video Per la prima volta, la propaganda di Kiev mostra i cannoni donati dall'Italia in azione sulla linea del fronte. Un video diffuso dalla 44ma brigata ucraina descrive le operazioni delle armi pesanti fornite dal nostro Paese. Oltre all'obice FH70 da 155 millimetri, si vede il veicolo Astra sempre proveniente dai ranghi dell'Esercito italiano: un mezzo a sei ruote motrici, che trasporta gli uomini e le munizioni, trainando il cannone. Il personale posiziona il pezzo velocemente, poi spara tre-quattro colpi e va via, in modo da sfuggire alla reazione russa. Nel filmato si vede anche l'effetto dei proiettili: un drone riprende le esplosioni provocate in quello che sembra un gruppo di case occupato dai russi. Gli artiglieri ucraini dicono di essere molto soddisfatti "dell'efficacia del cannone FH70, perché dal secondo colpo offre grande precisione, permettendo così di non sprecare munizioni". Uno dei soldati ha dichiarato: "Il primo proiettile cade a 50 metri dall'obiettivo, il secondo lo centra". Tra l'altro, il militare ucraino che nel video gestisce il puntamento dell'obice indossa una tuta mimetica italiana, segno che forse è stato addestrato dai nostri istruttori. Gli FH70, costruiti più di quaranta anni, hanno un raggio d'azione di 25-30 chilometri: ogni colpo pesa 43 chili tra acciaio e tnt. Non è chiaro dove sia stato girato il video. Batterie della 44ma brigata sono state segnalate pochi giorni fa nel Donbass, nel territorio di Lugansk. Da sottolineare che il filmato è stato diffuso all'indomani della fake news dell'ambasciata russa a Roma sul mezzo blindato italiano distrutto in Ucraina. di Gianluca Di FeoVideo Twitter - @TheDeadDistrict