Salento, violenta tromba d'aria: bagnanti in fuga e alberi divelti a Melendugno

video romba d'aria e fuggi fuggi di bagnanti in Salento sul litorale delle marine di Melendugno tra Roca, Torre Sant'Andrea, Torre dell'Orso e San Foca. Il vento ha sradicato alcuni alberi, ha divelto la segnaletica stradale, danneggiato i dehors di alcuni locali e i pali delle luce, alcuni dei quali sono caduti in strada. Non ci sarebbero feriti.Un albero in particolare si è abbattuto su un'auto in sosta a Torre Sant'Andrea, danneggiandola pesantemente: solo per caso in quel momento non c'era ancora nessuno all'interno del veicolo. Le strade in pochi minuti sono diventate impraticabili e i collegamenti sono rimasti interrotti fino alla fine della violenta perturbazione.repubblica bari

Acquazzone a Siena, Palio rimandato

video Il Palio di Siena in programma per le 19.15 del 16 luglio è stato rinviato al giorno seguentea causa del maltempo. Un violento acquazzone si è abbattuto sulla città intorno alle 16.30 rendendo inagibile la pista di tufo, già battuta dalle piogge della notte. L'ufficialità del rinvio è stata data con la bandiera verde issata dal Comune alle trifore di Palazzo Pubblico.video di Giulio Schoen

Salento, la tromba d'aria sorprende i bagnanti: fuggi fuggi dal lido di Melendugno

video Una tromba d'aria ha sorpreso i bagnanti in Salento nel pomeriggio del 16 agosto: la violenta perturbazione si è abbattuta sulla marina di Melendugno provocando danni ma per fortuna nessun ferito. Il vento ha sradicato gli alberi e divelto pali della luce e segnaletica stradale: un albero si è abbattuto su un'auto a Torre Sant'Andrea e le strade sono state bloccate fino al termine della tromba d'aria - L'ARTICOLO

Liste Pd, Cirinnà: "Ho ricevuto uno schiaffo ma mi candido: combatterò come un gladiatore"

video "Ho ricevuto uno schiaffo, mi sono sentita colpita in prima persona, ero convinta di poter dare un contributo importante". Queste le parole di Monica Cirinnà in conferenza stampa all'indomani della stesura delle liste elettorali del Pd. "Ho passato una bruttissima notte - ha aggiunto Cirinnà -, ma vi dico che ho deciso di tirare fuori gli occhi di tigre per fermare la destra più oscurantista. Proverò a combattere come l'ultimo dei gladiatori". L'ARTICOLO Cirinnà ci ripensa: "Schiaffo dal mio partito ma mi candido" a cura di Luca PellegriniVideo webtv Senato