Napoli Comicon 2022, Davide Toffolo dice addio al fumetto

video Al Napoli Comicon 2022, il fumettista e frontman dei Tre allegri ragazzi morti annuncia il suo ritiro dal mondo del fumetto. Pochi istanti prima aveva consegnato agli artisti, con Valerio Lundini, i premi Micheluzzi ai migliori graphic novel. Applausi e sconcerto tra i fan al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare. "Do l'addio, davvero - ha detto Toffolo - Grazie a tutti, sono stati trent'anni bellissimi, di me rimarranno i miei libri. Fare fumetti è dura. I libri ci sono, io vado verso altro”. Quest’anno era stato il magister del Comicon nella prima edizione dopo lo stop della pandemiadi Luca ValtortaLeggi l'articolo

Presidenziali Francia, il discorso di Macron dopo la vittoria: "Risponderò alla rabbia del Paese"

video Primo discorso di Emmanuel Macron mentre ancora lo spoglio del ballottaggio non era finito ma quando i dati già lo indicavano come vincitore. Il presidente rieletto ha promesso "una nuova era" in Francia che non sarà "il proseguimento dei 5 anni che si chiudono": "Nessuno sarà lasciato indietro, dovremo rispondere alla rabbia del Paese", ha garantito Macron, affermando di sperare che si possa "vivere più felici in Francia". Il presidente ha auspicato anche "l'invenzione collettiva di un nuovo metodo per 5 anni migliori al servizio del nostro Paese, dei nostri giovani".video Twitter/Emmanuel Macron

Bandiere di Nato e Ucraina al corteo del 25 Aprile, tensione a Torino

video Fischi e insulti a Torino per un consigliere comunale, Silvio Viale, dei radicali, che si è presentato alla fiaccolata del 25 aprile con un gruppo di attivisti sventolando bandiere della Nato, oltre a quelle dell'Europa e dell'Ucraina. "Fuori la Nato dal corteo" è stato lo slogan. "La Nato - ha risposto - difende i valori occidentali ed europei ed è antifascista. Un corteo antifascista non può vietare le bandiere ucraine ed europee. I colori della Nato non sono una provocazione: a provocare è chi sta dalla parte di Putin dietro un finto neutralismo".  Video Local Team

La baby orchestra del jazz, i musicisti hanno da 7 ai 14 anni: "Suonare ci fa sentire uniti"

video Sono tutti bambini e ragazzi tra i 7 e 14 anni, uniti dall'interesse per la musica jazz, che si incontrano ogni sabato mattina alla Casa del Jazz di Roma per lavorare al loro repertorio e prepararsi ai concerti. La "Jazz Campus Orchestra" è un progetto della Fondazione Musica per Roma, nato nel 2019 dalla volontà del Direttore Massimo Nunzi, che ha riunito giovani musicisti tutti diversi tra loro per creare una vera e propria orchestra, "una famiglia musicale", dove ognuno gioca un ruolo chiave. Dopo lo stop del Covid, tornano per la prima volta sul palco in occasione del diciassettesimo compleanno della Casa del Jazz.di Camilla Romana Bruno

Gli ucraini a Roma celebrano la Pasqua ortodossa: le videochiamate con i familiari al fronte

video Nel giorno della Pasqua ortodossa, la comunità ucraina di Roma si è ritrovata nella basilica cattolica di rito orientale di Santa Sofia per celebrare la ricorrenza in contemporanea ai loro connazionali rimasti in patria. Una funzione che arriva sette giorni dopo quella prevista dal calendario cattolico e che è stata organizzata per unire idealmente amici e familiari allontanati dal conflitto. Nel piazzale della chiesa sono state centinaia le persone che hanno voluto rivivere il rito tradizionale della benedizione dei cestini anche anche in queste ore di apprensione per chi continua a combattere. Come di Yurii - fratello di Lyubomir, residente da tempo in Italia - che si è arruolato di nuovo e dopo venti anni dal servizio militare ha imbracciato ancora il fucile per difendere Kiev. "Ora la situazione è tranquilla, c'è silenzio, ma non siamo mai sicuri di quello che possa accadere", ha spiegato al fratello in videochiamata mentre era di pattuglia nel parco alle porte di Kiev. di Francesco Collina

Lago di Garda, allarme inquinamento: si rompe cisterna, scatta piano per bloccare gli idrocarburi

video Un'onda di idrocarburi è finita nel Lago di Garda a causa della rottura di una cisterna privata. La macchia oleosa è finita nelle acque a Manerba, sulla sponda bresciana ed è visibile da chilometri di distanza. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, i carabinieri forestali e l'Arpa per provare a contenere la dispersione di gasolio. "Ho vietato la balneazione, il lavaggio delle barche, l'uscita ed entrata dal porto in attesa di trovare una soluzione adeguata per risolvere il problema - ha spiegato il sindaco di Manerba, Flaviano Matteotti, precisando che lo sversamento riguarda solo una porzione del litorale comunale.video Local Team / Stefano De Nicolo