Tom Odell canta 'Another love' per i profughi ucraini nella stazione di Bucarest

video "Ieri ho avuto l'onore di cantare 'Another love' alla stazione ferroviaria di Bucarest in compagnia di molti profughi ucraini. Migliaia di ucraini in fuga dalla guerra transitano ogni giorno da questa stazione e molti hanno viaggiato per 3 giorni senza sosta, sradicati dalle loro case, dai loro averi, dai loro lavori e dalle loro famiglie. Il loro mondo è stato sconvolto in modo inimmaginabile". Lo scrive su Instagram il cantautore britannico Tom Odell, pubblicando un video della sua performance per i profughi nella stazione della capitale della Romania. "Sono per lo più donne - scrive Odell - bambini e anziani, ma la cosa più notevole in tutti loro è la loro forza di spirito, è formidabile. Sono formidabili". L'artista invita per questo i suoi follower a fare donazioni per l'Ucraina, mettendo a disposizione il link anche nella sua bio di Instagram. Segui gli aggiornamenti dall'Ucraina Iscriviti alla newsletter quotidianaVideo Instagram - tompeterodell

Calcio, Osimhen segna una doppietta a Verona e poi fotografa la gioia della curva del Napoli

video Grande protagonista di Verona-Napoli Victor Osimhen, che con una doppietta ha regalato la vittoria alla squadra ospite (1-2 il risultato finale). Fuori programma dopo il secondo gol, al 26' del secondo tempo. L'attaccante nigeriano, come mostrano le immagini di Dazn, si ritrova tra le mani una macchina fotografica con cui immortala la gioia della curva occupata dai tifosi napoletani. Un replay successivo mostra che a prendere l'apparecchio e a darlo al centravanti è stato il capitano della squadra, Kalidou Koulibaly, che ha invitato Osimhen a fare qualche scatto d'autore, per la gioia del fotografo a bordo campo a cui la macchina è stata poi restituita.Video Dazn

Zelensky nell'ospedale di Kiev, la visita ai soldati feriti: "Il regalo più grande sarà la vittoria"

video Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato l'ospedale militare di Kiev, raggiungendolo a piedi: lo mostra un video diffuso sul canale Telegram del leader di Kiev. Zelensky si è soffermato a parlare con i militari feriti giunti all'ospedale dai distretti di Irpin e Gostomel, e ha consegnato alcune onorificenze, facendosi anche un selfie con uno dei ricoverati. Poi ha indossato camice e mascherina e ha visitato la terapia intensiva. "Ragazzi guarite presto", ha detto ad alcuni dei ricoverati. "Il regalo più grande per la vostra dimissione dall'ospedale sarà la nostra vittoria". Segui gli aggiornamenti dall'Ucraina Iscriviti alla newsletter quotidianaVideo Telegram

"In nome di Dio, fermate questo massacro": l'appello di Papa Francesco contro la guerra in Ucraina

video Un nuovo accorato appello di Papa Francesco per fermare la guerra "straziante" in corso in Ucraina. Dopo la recita dell'Angelus, il Pontefice ha implorato di "ascoltare il grido di chi soffre" e ha condannato la "barbarie dell'uccisione di bambini, di innocenti e di civili inermi", davanti alla quale "non ci sono ragioni strategiche che tengano". "In nome di Dio, vi chiedo: fermate questo massacro", bisogna "cessare l'inaccettabile aggressione armata", che sta riducendo "le città a cimiteri". Segui gli aggiornamenti dall'Ucraina Iscriviti alla newsletter quotidianaVideo Ansa

Ucciso a Irpin giornalista Usa, la testimonianza del collega dall'ospedale: "Stavamo filmando i profughi in fuga"

video "Avevamo passato un ponte a Irpin, volevamo filmare la fuga dei rifugiati, abbiamo trovato un'auto che si è offerta di portarci al secondo ponte, abbiamo passato un check point e poi hanno iniziato a sparare all'auto. Lui è stato colpito al collo, ci siamo divisi, lui è stato lasciato indietro". A parlare è Juan Arredondo, il giornalista sorpreso insieme al collega americano Brent Renaud da colpi di arma da fuoco nella città ucraina presa di mira dai militari russi. Renaud è morto dopo essere stato ferito al collo, in passato aveva collaborato col New York Times.LA DIRETTAvideo Twitter

Attacco a Chernihiv, i vigili del fuoco portano in salvo i civili dal dormitorio bombardato

video Alle 5:46 un attacco aereo russo ha distrutto un dormitorio di 9 piani a Chernihiv, in Ucraina. I vigili del fuoco e la Protezione civile ucraina sono al lavoro sulla scena dell'incendio con tecnici e 48 addetti, oltre a un gruppo di opere pirotecniche e di sminamento subacqueo. Le persone all'interno dell'edificio sono state soccorse ed evacuate. Non sono ancora state comunicate le informazioni su morti e feriti.LA DIRETTAvideo Ansa

Un gelato per l'Ucraina: "Un cono giallo e blu per raccogliere soldi in tutta Italia"

video Una raccolta fondi a favore dell'Ucraina in contemporanea in tutte le gelaterie sabato 19 marzo. L’idea è del gelatiere Gianfrancesco Cutelli della Gelateria De’ Coltelli a Pisa, che, dal Sigep (il salone del dolce di Rimini), chiede a tutti i colleghi d’Italia di partecipare all’iniziativa il giorno della festa del papà: aggiungere due gusti di gelato all’assortimento, uno giallo, uno blu (i due colori della bandiera ucraina), da realizzare con ingredienti che ciascuno preferisce. Saranno dati in omaggio a coloro che vorranno contribuire alla raccolta fondi. Cutelli ha creato il suo gelato giallo con zafferano e arancia candita e il blu con fiori essiccati di Butterfly pea. Sul suo sito ha pubblicato le ricette Per chi volesse usarle. Sulla stessa pagina i gelatieri troveranno anche una locandina in A3 personalizzabile, la grafica coordinata per i social, il comunicato stampa personalizzabile per diffondere l'iniziativa sui vostri territori e un modulo di adesione per poter creare una grande mappa online delle gelaterie aderenti all'iniziativa consultabile dal cliente finale e dalla stampa. Ogni gelateria potrà attrezzare un piccolo contenitore in cui il cliente metterà la sua donazione spontanea, i proventi verranno poi donati ad Emergency che ha lanciato un'iniziativa dedicata all'Ucraina. “Vorremmo creare una raccolta collettiva senza personalismi che prescinda da associazioni, metodologie, distinzioni di categoria. Tutti uniti per una buona causa”. Qui il link dell'iniziativa: un gelato per l'Ucraina Di Eleonora Cozzella e Daniele Solavaggione