Metro Roma, il vigilante contro la rom "Te vojo fa spari"

video Attimi di tensione e frasi choc nella fermata della Metro B di Termini, a Roma. Le immagini sono state diffuse dal profilo social 'Roma fa schifo'. "Te vojo menà, te vojo fa sparì perché sei una zingara de merda", dice un vigilante a una donna rom che stava filmando la scena. All'origine del diverbio, apparentemente, il mancato utilizzo della mascherina da parte della signora. L'uomo si è inizialmente allontanato, per poi tornare indietro quando si è accorto che la donna filmava: "te lo levo sto telefono. Me state sul c... Che ve devo fa". "Sei un nazista", ha risposto un'amica della donna, "Sì", ha confermato il vigilanteVideo Lapresse

Metropolis/14 - "Dietro la quinta". Con Carlo Calenda e Ivan Scalfarotto (Integrale)

video Come leggere i numeri della quarta votazione andata a vuoto per il nuovo capo dello Stato con l'astensione del centrodestra. A che punto è lo stallo tra i partiti, quali sono i nomi davvero in campo. Cosa dobbiamo aspettarci dal voto o dai voti di domani. A Metropolis Ivan Scalfarotto e Carlo Calenda. L'analisi di Angela Mauro e Marcello Sorgi, in studio. I commenti di Tommaso Ciriaco e Marco Damilano, da Montecitorio. In chiusura una lettura di Corrado Augias da "La Storia" di Elsa Morante nella Giornata della Memoria. Conduce Gerardo Greco Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Londra, aggressione antisemita: feriti due anziani ebrei ortodossi

video Inquietante episodio nella capitale britannica avvenuto ieri, la sera prima della Giornata Mondiale che ricorda l’Olocausto. Due anziani ebrei ortodossi sono stati aggrediti da uno sconosciuto mentre chiudevano la loro panetteria a Stamford Hill, periferia a nord-est di Londra. In un video di una telecamera di sorveglianza, l’uomo, successivamente arrestato, sembra prima offenderli, per poi prenderli a calci e pugni. Ferite le due vittime dell’aggressione: braccio e naso rotti. Il primo ministro Boris Johnson: “Sono sconvolto da questo attacco. Purtroppo l’antisemitismo ancora esiste ma dobbiamo fare il possibile per sradicarlo dalla nostra società”.  video Twitter

La storia del fumetto italiano raccontata da Tito Faraci

video "Breve corso di storia del fumetto italiano: le origini, gli eroi, gli autori" è il titolo del corso tenuto dal grande sceneggiatore Tito Faraci per la piattaforma Feltrinelli Education. Andremo alla scoperta di Topolino ma anche di Tex, di Diabolik e di Corto Maltese, fino ai personaggi creati dagli autori più amati dei nostri giorni, come Zerocalcare.Video Feltrinelli Education

Due pietre d'inciampo a Lomello per Loew e Zaltieri

video Due le pietre d'inciampo posate giovedì 27 gennaio 2022 a Lomello per la giornata della Memoria, una per ricordare Giuseppe Loew e l'altra per Giuseppe Zaltieri. Loew era nato a Milano il 26 giugno 1926 ed è morto a Dachau. Studente, di padre ebreo e madre cristiana, sfollato in Lomellina, fonda nella primavera 1944 un'organizzazione clandestina a favore dei prigionieri alleati; la sera del 6 luglio 1944, è arrestato e condotto al carcere di Pavia, poi a San Vittore e di lì al campo di transito di Bolzano. E’ deportato ad Auschwitz il 24 ottobre 1944; il 28 gennaio 1945 viene trasferito a Dachau dove muore poco dopo. Giuseppe Zaltieri era nato invece a Isorella (Bs) il 1° settembre 1909 ed è morto a Ohrdruf (Buchenwald). Salariato agricolo, residente alla cascina Boragno di Lomello con la moglie e i 4 figli; nasconde numerosi soldati anglo-americani e li aiuta a espatriare in Svizzera. E’ arrestato il 30 ottobre 1944 dalla brigata nera di Mortara e condotto a San Vittore e a Bolzano. Deportato a Mauthausen, quindi ad Auschwitz, a Buchenwald e al sottocampo di Ohrdruf. Video Morandi