Saman Abbas. Le tappe del mistero

video La ricostruzione dei momenti più significativi delle ultime ore di Saman Abbas, scomparsa dopo il ritorno nella casa dei genitori a Novellara, in provincia di Reggio Emilia. Dal novembre 2020, quando viene allontanata dalla famiglia e va a vivere in un centro protetto di Bologna, al ritorno a casa nell'aprile 2021 per prendere i documenti. Le liti con i genitori, i video che testimoniano i movimenti dei famigliari, la fuga dei genitori, dello zio, dei cugini e il fermo del fratello sedicenne testo di Giuseppe Baldessarroa cura di Valeria D'Angelo e Valentina Tosoni

Mottarone, la telefonata del 118 ai carabinieri: "È caduta la cabina della funivia, che casino"

video "Stiamo mandando un po' di mezzi, a Stresa pare sia caduta una cabina". È una delle prime telefonate tra i soccorritori scattata subito dopo la tragedia del Mottarone. La centrale operativa del 118 informa dell'accaduto i carabinieri, ma le informazioni sono ancora piuttosto sommarie. Un po' alla volta tutto diventa più chiaro. Una cabina della funivia si è staccata in un luogo non facilmente raggiungibile dai mezzi: "Pare che la cabina sia caduta in mezzo al bosco, non è raggiungibile dai mezzi via terra". Quando arriveranno sul posto, i soccorritori scopriranno che le persone a bordo non saranno solo sei, come si accenna nella telefonata, ma quindici. Moriranno in 14, si salverà soltanto il piccolo Eitan.

In fondo al Tevere con gli archeologi subacquei: "Così abbiamo ritrovato le colonne imperiali"

video Armati di potenti macchine fotografiche, hanno risalito la corrente “come granchi” per arrivare a toccare con le mani quello che da tempo pensavano fosse proprio lì: il carico di marmo quasi certamente perso da una nave che lo stava portando a Roma, al porto di Testaccio da dove veniva utilizzato per costruire edifici pubblici o ville private. Il video sul lavoro dei Carabinieri del Patrimonio tutela e della Soprintendenza archeologica di Ostia racconta come andrà avanti lo studio dei materiali. Obiettivo è riportare alla luce altri grossi manufatti che intanto sono stati fotografati e catalogati per evitare che vengano dispersi o finiscano nel mirino dei trafficanti d’arte.(A cura della soprintendenza archeologica di Ostia antica insieme ai Carabinieri del Patrimonio tutela)Video Soprintendenza archeologica di Ostia antica insieme ai Carabinieri del Patrimonio tutela

"Ferriera di Trieste, prima acciaieria green in Europa"

video Per decenni, la Ferriera di Trieste è stata materia di scontro. Da una parte ambientalisti e abitanti del quartiere di Servola. E dall'altra l'impresa e i sindacati. Il Gruppo Arvedi, per bocca dell'amministratore delegato Mario Caldonazzo, rivendica ora, oltre al risanamento di uno dei siti SIN più inquinati d'Italia, la prima riconversione green di una acciaieria in Europa. Le demolizioni di questo impianto, realizzato nel 1896 su un'area di 60 ettari a bordo mare, sono state appena completate e ora partono i cantieri per la costruzione delle nuove fabbriche. Il tutto con un investimento di oltre 320 milioni, di cui almeno 250 spesati da Arvedi e il resto sostenuti da finanziamenti statali. Accade a Trieste, dove la chiusura dell'area a caldo decisa dalle istituzioni locali, e relativa eliminazione della ghisa, ha costretto a ripensare il modello produttivo, mirando a usare solo rottame ferroso ri-lavorato con forni elettrici nell'impianto della casa madre a Cremona. E a Trieste l'energia verrà da idrogeno verde e da una centrale a gas di ultima generazione. Trieste e Cremona: due stabilimenti complementari, uniti da un treno navetta per portare in riva al mare la materia per realizzare i coils zincati e verniciati. E ancora in treno il prodotto finito partirà alla volta dei mercati finali, ossia l’Europa centro-orientale. La vicenda sta nella cornice del Green Deal voluto dall'Ue, per cui gli acciaieri europei si sono impegnati a ridurre entro il 2030 del 30% le emissioni rilevate nel 2018 e alla neutralizzazione entro il 2050.Arvedi