Dirottamento Ryanair, Protasevich in un video con lividi sul volto: "Sto bene, sto confessando"

video Il canale Telegram filo-governativo bielorusso "Zheltye Plums" ha pubblicato un video del giornalista e attivista dell'opposizione Roman Protasevich, arrestato domenica all'aeroporto di Minsk dopo che il suo volo Ryanair Atene-Vilnius era stato scortato da un Mig-29 dell'aeronautica bielorussa e costretto a un atterraggio di emergenza con il pretesto di un allarme bomba. "Sono nella prigione n. 1 di Minsk. Posso dichiarare di non avere problemi di salute, compresi problemi al cuore o ad altri organi. Il comportamento dei dipendenti nei miei confronti è il più corretto possibile e conforme alla legge. Continuo a collaborare alle indagini e a rilasciare confessioni sull'organizzazione di disordini di massa nella città di Minsk", dice Protasevich nel video, il volto segnato da lividi.Poco prima la madre Natalja, citando informazioni ricevute da "persone della comunità medica", aveva riferito al canale Telegram "Belamova", diretto dal figlio, che Protasevich era ricoverato in condizioni critiche in ospedale per problemi cardiaci. Non so se sia vero, aveva poi chiarito a "Belsat", ma "Roman ha problemi di cuore ed è stato esonerato dalla leva per questo. Se gli avessero fatto qualcosa, potrebbe avere avuto un attacco di cuore". Non è la prima volta che esponenti dell'opposizione bielorussa rilasciano presunte confessioni davanti alle telecamere. A cura di Roslba Castellettivideo Twitter

Funivia Stresa-Mottarone, la casa sotto alla funivia: "I cavi spezzati sono arrivati nel giardino"

video "Sarebbe bastato che i cavi oscillassero di qualche metro o che sotto ci fosse stato qualcuno perché anche qui si parlasse di una tragedia". Alberto Gozzi, che da 11 anni vive nell'ultima casa prima della cima del Mottarone, ancora non si capacita di come due cavi della funivia caduta pochi chilometri più avanti siano precipitati nel suo giardino, fortunatamente senza particolari conseguenze. "Ho solo qualche disagio ma - precisa - niente in confronto a ciò che è successo. È andata bene". Gozzi, che gestisce un maneggio privato in zona, afferma che negli undici anni trascorsi "lontano dal mondo", c'erano stati solo un paio di problemi tecnici alla funivia e che i tecnici di Leitner venissero regolarmente. "Non so cosa non abbia funzionato ma - spiega Gozzi, la cui abitazione è proprio davanti alla fermata di Alpino della Funivia - il dato è che l'Italia cade a pezzi e questo è un altro pezzo che se ne è andato"di Andrea Lattanzi ed Edoardo Bianchi

Mede, il ristorante mette i tavolini sul sagrato per ripartire

video I tavoli posizionati sul sagrato della chiesa di San Giovanni Battista alla Trinità, a Mede, rappresentano la ripartenza per Michael Bertelli. Il 32enne titolare del ristorante "Ca' Schu" ha ottenuto dalla parrocchia il permesso di utilizzare gratuitamente il sagrato proprio sull'altro lato di via Garibaldi: pochi metri, fra l'altro in mezzo ai fedeli che vanno in chiesa e sotto il suono delle campane in concomitanza con le funzioni religiose, per ricominciare l'attività dopo un periodo travagliato. Video Morandi

Funivia Stresa-Mottarone, il dolore del soccorritore: "Sarà impossibile dimenticare"

video “Trovarsi a dover soccorrere persone decedute fa male, vorrei dimenticare ma da nonno mi sento toccato in prima persona quando sono coinvolti dei bambini”.Così il vice responsabile del soccorso alpino del Vco, Franco Gazzola, ricostruisce gli attimi dei primi soccorsi dopo il tragico incidente avvenuto nel Verbano dove una cabina della funivia Stresa-Mottarone, con a bordo almeno 15 persone, è precipitata nel vuoto dopo essere stata scarrucolata dagli alloggiamenti dei piloni.“Non posso esprimermi su quanto successo e cosa sia andato storto. Non so dire se il freno non abbia funzionato ma posso solo affermare che durante le esercitazioni la cabina si è sempre fermata, questa volta no”, ha concluso Gazzola.di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi

Santa Rita, oltre 10mila fedeli con le rose a Pavia

video Almeno diecimila pavesi sabato hanno voluto rendere omaggio a Santa Rita da Cascia nella Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, durante il giorno di festa e celebrazioni dedicate. Sin dall'apertura dei battenti, alle 6.30, si sono formate lunghe code nel piazzale davanti alla chiesa, code che arrivavano alle vie Griziotti e Liutprando. Volontari e carabinieri hanno lavorato tutto il giorno per regolare i flussi in entrata nella basilica. L'ARTICOLOVideo Donato Albanesi

Un anno senza George Floyd, dall'omicidio alla condanna della polizia: 12 mesi di lotte e proteste

video Era il 25 maggio 2020, George Floyd veniva ucciso durante un arresto a Minneapolis, negli Stati Uniti. Alcuni testimoni ripresero le azioni degli agenti, che tenevano il ragazzo a terra con un ginocchio piantato sul collo. Quel video accese ancora una volta i riflettori sul comportamento della polizia statunitense nei confronti degli afroamericani. In un anno il movimento Black Lives Matter (in italiano: "Le vite dei neri contano") ha riunito le proteste degli afroamericani, e non, che chiedevano giustizia. Nei mesi si sono alternati manifestazioni pacifiche ed episodi di violenza. Gli agenti che fermarono Floyd e lo uccisero erano quattro: uno di questi, Derek Chauvin, lo scorso 20 aprile, è stato ritenuto colpevole per le accuse di omicidio e rischia fino a 75 anni di carcere.A cura di Sofia Gadici