Roma, la fila per la consegna dei pacchi alimentari: "Umiliante ma pur di vivere serve tutto"

video Chi aveva un lavoro da cameriera, chi in un albergo. E chi, dovendo ancora finire gli studi, si mette in fila per aiutare la propria famiglia. Alla consegna alimentare dell'associazione di volontari "Vivere la gioia" in piazza Fabrizio De Andrè alla Magliana, a Roma, le lunghe code sono ormai una costante. "Prima della pandemia aiutavamo circa 100 famiglie, adesso sono più che raddoppiate", spiega il presidente Fosco Ieva. "A 50 anni mi sono trovata, per la prima volta nella vita, in difficoltà. Ho cercato un aiuto dalle istituzioni, ma gli unici che me l'hanno dato sono stati loro", racconta la signora Paola, ex lavoratrice di un albergo chiuso a causa del Covid. L'associazione, che aveva un magazzino assegnato dall'XI Municipio negli spazi della ex scuola Quartararo, è stata però "sfrattata" da circa un mese, avendo il Municipio deciso di ristrutturare quell'edificio per trasferirci i propri uffici. "Ci avevano detto che ci avrebbero trovato una sede alternativa, ma ancora non è stato fatto niente", continua Ieva. E così le consegne di pacchi di cibo avvengono in piazza, all'aperto, sperando nella clemenza del tempo atmosferico. "Nessuno pretende che la sindaca Raggi abbia la bacchetta magica, ma essere ignorati fa male", conclude Ermanno, uno dei volontari dell'associazione.di Francesco Giovannetti

La rivoluzione del body a gamba lunga della ginnasta Sarah Voss: "Lo sport non deve dare messaggi sessuali"

video La ginnasta tedesca 21enne Sarah Voss ha gareggiato agli Europei di Basilea con una tuta intera al posto del body sgambato. L'atleta ha dichiarato che lo sport non deve proporre messaggi sessuali e, in un post su Instagram, ha spiegato di essere orgogliosa di aver lanciato l’iniziativa. Anche altre due ginnaste tedesche hanno sposato la sua idea: Elisabeth Seitz e Kim Bui hanno gareggiato agli Europei indossando anche loro un body a gamba lunga. Voss si è ispirata alla campionessa americana di ginnastica artistica Simone Biles, che nel 2018 ebbe il coraggio di denunciare gli abusi del medico della nazionale Usa, Larry Nassar.a cura di Serena Console

Covid, Brusaferro (Iss): "L'età media è scesa a 43 anni: è l'effetto vaccino tra i più anziani"

video "L'età media tende a diminuire a 43 anni: e questo segnala come la vaccinazione inizi a dare effetti tra i più anziani. Anche l'età media al primo ricovero è a 67 anni". Lo ha sottolineato Silvio Brusaferro, Presidente dell'Istituto superiore di sanità, nella conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale sull'epidemia di Covid-19.di Camilla Romana Brunovideo Facebook/Ministero della Salute

Regno Unito, l'elicottero è troppo potente: distrugge la pista durante l'esercitazione

video Questo convertiplano militare americano è atterrato per un’esercitazione sull’eliporto di un ospedale britannico a Cambridge. Ma la potenza dei suoi rotori ha distrutto la pista, che si vede letteralmente volare via. Si tratta del maggiore trauma center della Regione, con tre eliambulanze, la cui attività è rimasta bloccata per tre giorni provocando polemicheVideo YouTube - Trailspotter

Coronavirus, Rezza: "Riaperture non sono un liberi tutti. Decisivi comportamenti individuali"

video "Bisogna responsabilizzare le persone: le riaperture non vanno viste come un liberi tutti", ammonisce il direttore della Prevenzione del ministero Gianni Rezza, durante la conferenza stampa del Ministero della Salute-Iss sull'andamento dell'epidemia. "Il leggero calo dell'Rt è un tesoretto", ha sottolineato il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro "ma ci vuole cautela e gradualità". a cura di Camilla Romana BrunoVideo Facebook/Ministero della Salute

Roma, caos cimiteri: "Da settimane non so dove sia il corpo di mio padre"

video "Stavano tirando fuori il corpo di mio padre, ma mentre era ancora in corso l'operazione, si è fermato tutto: e ora non sappiamo dove sia". Alfredo, un cittadino romano aveva il papà al cimitero Flaminio. E denuncia: "Mio padre fa parte del programma di estumulazioni, con il passaggio in un altro loculo dopo la cremazione - ha spiegato - il 6 marzo doveva iniziare la procedura, ma Ama l'ha sospeso: l'ha ritenuta non urgente in fase di emergenza. La pratica però era già stata avviata e si è interrotta a metà: potevano aspettare la fine dell'emergenza, invece noi non sappiamo dove è mio padre".di Luca Pellegrini

Libia, le immagini del gommone naufragato con 130 morti a Nord Est di Tripoli

video La Guardia costiera libica che non vuol intervenire "perché c’è il mare grosso", gli appelli ai centri marittimi di coordinamento dell’area, compresi Italia e Malta, che hanno respinto la responsabilità di coordinare le operazioni di Search and rescue, gli aerei di Frontex che individuano dall’alto il gommone, ma senza che questo si trasformi in un intervento, la decisione di alcune navi mercantili di mettersi autonomamente alla ricerca dei naufraghi, assieme alla nave della Ong Sos Mediterranee, Ocean Viking, distante dieci ore di navigazione. E’ Alarm Phone, il «centralino dei migranti», a fornire una dettagliata ricostruzione di quanto accaduto tra mercoledì e ieri nel mare in burrasca davanti alla Libia, una sessantina di miglia a Nord Est di Tripoli, dove sono morte 130 persone. Probabilmente, quando Ocean Viking è partita per raggiungerli, la tragedia si era già consumata: "Il nostro ultimo contatto con quelle disperate persone in pericolo, è stato alle 21,15 del 21 aprile", dice Alarm Phone. E nulla si sa, ancora, di un’altra barca, con una quarantina di persone a bordo, che i trafficanti libici hanno messo in mare nelle stesse ore.Video Flavio Gasperini/Sos MediterraneeFlavio Gasperini/Sos Mediterranee