Milano, drink e musica: l'aperitivo prima della zona arancione diventa un rave in strada

video Poche mascherine, drink in mano. Musica. E folla. Ultimo sabato “giallo” per Milano e la Lombardia prima che la regione passi in zona arancione come indicato dall’ultimo monitoraggio dell’Iss. Il bel tempo e le temperature elevate hanno portato nella zona dei Navigli e della Darsena tantissimi ragazzi. Chiusi i bar e i locali, molti sono rimasti nelle piazze a bere i drink d’asporto. Particolarmente affollata la piazza dalle Colonne di San Lorenzo, da sempre centro della movida studentesca. di Daniele Albertidi Daniele Alberti

Milano, drink e musica: folla per l'aperitivo prima della zona arancione

video Poche mascherine, drink in mano. Musica. E folla. Ultimo sabato “giallo” per Milano e la Lombardia prima che la regione passi in zona arancione come indicato dall’ultimo monitoraggio dell’Iss. Il bel tempo e le temperature elevate hanno portato nella zona dei Navigli e della Darsena tantissimi ragazzi. Chiusi i bar e i locali, molti sono rimasti nelle piazze a bere i drink d’asporto. Particolarmente affollata la piazza dalle Colonne di San Lorenzo, da sempre centro della movida studentesca. di Daniele Albertidi Daniele Alberti

Palazzina a rischio crollo a Pavia, 69 persone possono rientrare nelle loro case

video L’annuncio del sindaco Fabrizi o Fracassi è arrivato nel primo pomeriggio di sabato, dopo una giornata di trattative e di non poche incertezze. Ai residenti di tre palazzine di via De Motis (con l’esclusione di quella interessata dal cedimento) e di via Trecourt - 69 persone in tutto - è stata data la possibilità di tornare nelle loro case, mentre la palazzina C, interessata dal cedimento, continua a restare sorvegliata speciale, anche per la presenza di crepe apparse con più evidenza durante il sopralluogo dei tecnici. Il sindaco ha firmato l’ordinanza alla presenza degli stessi residenti. Servizio maria Fiore, video Studio Garbi

Calcio, ironia Stella Rossa: in allenamento tira angolo negato contro il Milan e festeggia

video La Stella Rossa di Belgrado, nel corso dell’allenamento, ha ironicamente tirato il calcio d’angolo che l’arbitro giovedì sera non gli ha fatto battere contro il Milan (poteva anche scaturirne l’occasione per la qualificazione) in quanto il tempo era scaduto da pochissimi secondi. Ovviamente hanno fatto gol per l’esultanza dei parecchi tifosi presenti all’allenamento.Video Instagram-crvenazvezdafk

Ultimo sabato in giallo prima delle nuove limitazioni a Pavia

video Mascherine sul volto a parte, in centro a Pavia è stato un normalissimo sabato di primavera anticipata, simile a quelli di un paio di anni fa. Fiumi di persone per le vie principali - tra Strada Nuova e i corsi - distese di tavolini, quasi tutti occupati, in piazza della Vittoria e inDuomo, code non soltanto davanti a bar, gelaterie o pasticcerie, ma anche fuori dai negozi. Alla miscela composta da clima mite e pomeriggio di fine settimana si è aggiunto l’ingrediente della nuova, prossima chiusura di bar e ristoranti (salvo l’asporto, si capisce) a partire da lunedì. Insomma, l’ultimo fine settimana di apparente quasi normalità (c’è comunque il coprifuoco - oltre alle mascherine - e ricordarci che la reale normalità è un’illusione) è stato un richiamo irresistibile a fiondarsi fuori da casa. E d’altronde se è consentito uscire liberamente, perché meravigliarsi se la gente lo fa? Davvero arduo il compito per i quattro agenti della polizia locale e i tre carabinieri chiamati a presidiare piazza della Vittoria per evitare assembramenti. Servizio Luca Simeone, video Studio Garbi

Milano, in Darsena decine di persone per l'aperitivo, a dispetto delle misure anti Covid

video Mentre si moltiplicano gli appelli alla prudenza a causa dell'aumento dei contagi da Covid, nell'ultimo weekend prima della zona arancione in Lombardia, anche dopo le 18 in Darsena si fa l'aperitivo con musica. A dispetto dei controlli rafforzati per il fine settimana e dei presidi sui Navigli, sulla sponda della Darsena in serata ci sono decine di persone.video di Luca Vinciguerra