L'autobus in fiamme scivola sulla strada in discesa: l'incidente nella notte a Roma

video Un vigilante avvisa l’autista che scende all’angolo tra via Aurelia e via Baldo degli Ubaldi, in prossimità di piazza Irnerio, e prova senza successo a domare con l’estintore le fiamme divampate alle 3.20 di sabato nel motore, sul posteriore dell’autobus della linea N46 dell’Atac (partito dalla stazione di Monte Mario e diretto a Termini). Il vento alimenta l’incendio. Esplodono le gomme. L’autobus è una palla di fuoco che inizia a scivolare in discesa per 150 metri, cambiando carreggiata, fino a travolgere una smart, e una Cinquecento parcheggiate all’angolo con via Altieri, prima di fermarsi, in quel punto, contro i cassonetti. Un palazzo viene evacuato. Una signora anziana non riesce a scendere di casa, è intossicata dal fumo: sarà soccorsa dai vigili del fuoco con l’autoscala e poi medicata dal 118. La conta dei danni, oltre a tre negozi e due abitazioni include sei auto e quattro motorini. L’Atac ha aperto l’inchiesta interna per appurare se l’autista abbia azionato il freno a mano prima di scendere dal 26esimo bus che ha preso fuoco dall’inizio dell’anno. Leggi l'articolo a cura di Luca Monaco e Valentina LupiaWelcome to favelas - Massimiliano Zossolo

Papa Francesco ai giovani: "Serve una diversa narrazione economica. O siete coinvolti o la storia vi passerà sopra"

video "Urge una diversa narrazione economica. L'attuale sistema mondiale è insostenibile e colpisce nostra sorella Terra, gravemente maltrattata e spogliata, i più poveri e gli esclusi". E' un estratto del videomessaggio con cui il Papa si è rivolto ai partecipanti di "The Economy of Francesco": tre giorni di incontri per giovani economisti, imprenditori e studenti di tutto il mondo, collegati con la Basilica di San Francesco di Assisi. "Siete chiamati - ha detto Bergoglio ai giovani, proponendo loro un patto per cambiare l'economia - a incidere concretamente nelle vostre città e università, nel lavoro e nel sindacato, nelle imprese e nei movimenti, negli uffici pubblici e privati. Le conseguenze delle nostre azioni e decisioni vi toccheranno inprima persona, non potete rimanere fuori dai luoghi dove si genera il vostro futuro e il vostro presente. O siete coinvolti o la Storia vi passerà sopra". Basilica San Francesco d'Assisi - The Economy of Francesco

Vigevano, il Duomo è ancora un cantiere

video Si avviano alla conclusione i lavori per la sistemazione del sistema di riscaldamento della cattedrale di Sant’Ambrogio, a Vigevano. Con un ritardo considerevole, visto che il cartello del cantiere parlava di una fine delle opere per il 31 ottobre, la chiesa verrà riaperta in tempo per la festa della diocesi, nel giorno in cui si onora il co-patrono Sant’Ambrogio: il 7 dicembre. «Rimarrà ancora da realizzare – precisa il parroco don Angelo Croera – l’area presbiterale, che è stata affidata a un artista». Questa parte, che prevede la ridistribuzione di alcune parti dell’attuale altare, sarà pronto per Pasqua: fino a quel momento una parte sarà delimitata con un pannello, proprio per nascondere le opere. Video Sacchiero

Il video di Simeti a New York, la natura al tempo del Covid

video

Quali comportamenti assume la natura quando l’essere umano è confinato nel suo spazio domestico a causa di una pandemia globale? L’indagine dell’artista palermitano Francesco Simeti si snoda a partire da questa domanda e si sviluppa su quello che nella sua opera è il tema centrale: la relazione tra l’essere umano e la natura. Ecco che il risultato di tale ricerca diventa “Unrelenting”, progetto che fa parte dell’iniziativa digitale di Magazzino Italian Art, “Homemade”, che ha chiesto ad alcuni artisti di lavorare sull’esperienza del lockdown. L’opera video di Simeti è stata proiettata per la prima volta il 17 novembre in un loop di due ore, dalle 17 alle 19 ora di New York, sulla facciata del Consolato generale d’Italia a Park Avenue con lo scopo di porre al pubblico nelle condizioni di interrogarsi su come ognuno di noi incide sull’ambiente.

testo di Eugenia Nicolosi, video di Angelo VastaAngelo Vasta

"La signora d'Europa": Angela Merkel e 15 anni di cancellierato. il commento di Lucio Caracciolo, direttore di Limes

video Helmut Kohl, il cancelliere della riunificazione tedesca, la chiamava spregiativamente "la bambina". Angela Merkel, che compie 15 anni di cancellierato, è diventata invece "la signora d'Europa", simbolo di una Germania tornata a svolgere un ruolo di assoluta centralità nella politica europea e internazionale. Dal suo nome è stato coniato anche un verbo che significa "prendere tempo", il suo pregio ma anche il suo limite. Merkel ha ripetutamente annunciato di non volersi ricandidare alle prossime elezioni, in un quadro politico tedesco che si orienta sempre più su posizioni più nazionalistiche.

Santa Cristina, in 380 per i tamponi nella palestra

video Sono circa 1800 le persone che hanno deciso di sottoporsi ai tamponi rapidi per scoprire un’eventuale positività al Covid-19 nella Bassa: hanno risposto all’appello dei sindaci di nove Comuni che hanno voluto mappare i loro territori per fare prevenzione e tutelare la salute pubblica, caricandosi, con modalità diverse, di una quota del costo del tampone. Gli obiettivi sono quelli di intervenire rapidamente, fotografare la situazione sanitaria, interrompere la catena dei contagi. Santa Cristina, Miradolo, Monticelli, Badia, Chignolo, Pieve Porto Morone, Torre de’ Negri e Zerbo hanno chiesto alla popolazione di sottoporsi al tampone rapido naso-faringeo effettuato dal laboratorio di Bioanalisi spa. Corteolona invece ha scelto la strada del test sierologico, da eseguire al laboratorio San Giorgio, e, solo in presenza di anticorpi, verrà effettuato il tampone molecolare. Sabato l'inizio a Santa Cristina, dove in 380 si sono recati in palestra. Tamponi anche a Pieve, Monticelli, Badia e Zerbo. Video Garbi