Letti d'estate/ 14 Giuseppina Torregrossa legge "Il maestro di Regalpetra" di Collura: "Ogni scrittore siciliano è figlio di Sciascia"

video Giuseppina Torregrossa per Letti d'estate ha scelto "Il maestro di Regalpetra" la biografia di Leonardo Sciascia scritta da Matteo Collura. "L'umanità di uno scrittore, la fragilità di un intellettuale, la forza della ragione", dice la scrittrice siciliana che ha da poco pubblicato "Il sanguinaccio dell'Immacolata", la terza indagine di Marò Pajno, vicequestora che dirige il nucleo antifemminicidio a Palermo. "Ogni scrittore siciliano è figlio di Sciascia - dice Torregrossa - Di lui conosciamo il continuo interrogarsi sul potere, il perenne esercizio della ragione, ma cosa sappiamo dell'uomo, delle sue paure, dei suoi tormenti? La biografia di Collura ci fa conoscere uno Sciascia timido e scontroso, ci racconta di affetti e fragilità, ci avvicina a un genio immenso e lo rende uno della famiglia". (di Sara Scarafia, montaggio video Giada Lo Porto)

Referendum, Zingaretti: "La maggioranza rispetti gli impegni"

video Accolto da una standing ovation all'apertura della Festa dell'Unità di Bologna, il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, interviene sul referendum sul taglio dei parlamentari: "Sono contento che si sia riaperta una discussione sul processo riformatore, noi siamo persone per bene che hanno mantenuto gli impegni. Ora tutta la maggioranza deve mantenerli". Poco prima di salire sul palco della festa bolognese, Zingaretti ha attaccato Salvini: "Vogliamo tornare a essere un Paese che crea ricchezza e lavoro. Per fortuna non governavano Salvini e le destre. Loro volevano picconare l'Europa, noi l'abbiamo cambiata".Di Valerio Lo Muzio

Ginnastica, ecco come si allena Jury Chechi: a 50 anni la sua elasticità è ancora invidiabile

video Per Jury Chechi il tempo sembra davvero essersi fermato. A 50 anni, l'ex ginnasta italiano - specialista degli anelli negli anni Novanta - continua ad esibire uno stato di forma invidiabile. Lo testimonia il recente video postato dallo stesso Chechi sui social. Nel filmato, l'atleta si esibisce in una planche (esercizio in cui il ginnasta si sostiene sulle mani tenendo il corpo parallelo al suolo) completando la già difficile esecuzione con una verticale stilisticamente perfetta.  videofacebook

Miozzo (Cts) su apertura scuola: "Ci aspettiamo un lieve incremento dell'indice di trasmissione"

video "La scuola potrebbe produrre un lieve incremento dell'indice di trasmissione: ci aspettiamo, come sta avvenendo all'estero, qualche lieve incremento". Lo ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico-scientifico presso il Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del consiglio dei ministri alla Commissione istruzione della Camera. Miozzo ha ricordato che la chiusura della scuola è stata di 6 mesi.  videoAnsa

Ardea, l'incendio doloso nel deposito di gomme

video La notte del 19 agosto un incendio è divampato nell’impianto Punto Gomme ad Ardea, comune tra Pomezia e Aprilia. Le fiamme hanno divorato in poche ore i 7 capannoni dell’impianto, 3mila pneumatici e decine di macchine pronte per lo smaltimento. I carabinieri di Anzio e gli agenti della polizia Locale di Ardea delegati alle indagini, poche ore dopo hanno accertato l’origine dolosa. Quando era scattato l’allarme infatti, la ditta specializzata in riconversione di materiale, era ferma. Per due giorni l’aria nel tratto interessato dall’incendio è stata irrespirabile. Le analisi eseguite dall’Arpa hanno però accertato che i livelli di diossina e materiali inquinanti sono contenuti.(di Flaminia Savelli)

Golf, a 4 anni tenta un colpo da lunga distanza: pallina in buca al primo tentativo

video Un colpo da maestro a soli 4 anni quello di Rocco Figaretti, un bambino con la passione per il golf, che manda la pallina in buca da lunga distanza al primo tentativo. Nel video - girato a Wheeling, città del West Virginia (Usa) - la sua incredibile prodezza che ha lasciato di stucco il padre e lo zio. "Hai fatto buca al primo colpo", gli dice il papà incredulo. Che ha commentato: "Rocco ha iniziato a giocare a golf all'età di tre anni, usa la mano destra per fare tutto, ma incredibilmente tira come se fosse mancino"  videoReuters

Ecco la Nuova Fiat 500: la "videoprova" di Olivier François

video Per dare il via ufficiale agli ordini della nuova Fiat 500 “La Prima” berlina, è sceso in campo Olivier François. Il Presidente Fiat Brand Global ha voluto raccontare in un video di 13 minuti il suo primo test drive del nuovo modello che arriverà nelle concessionarie in ottobre. “Il primo giro di pista di una nuova vettura lo facciamo di solito a telecamere spente - racconta Olivier François - ma per la Nuova 500 ho deciso di portarvi con me!”. Il test drive del presidente di Fiat si svolge lungo le strade di Torino, attraverso i luoghi simbolo che hanno fatto la storia dell'icona di casa Fiat. Un modo per far vivere a tutti gli appassionati di 500 l'emozione della prima guida della city car di FCA a zero emissioni di CO2. L'ARTICOLO Olivier François scende in campo per il il lancio della 500 elettricavideo Fiat

Si consegna ai carabinieri Giovanni D'Alessandro, era latitante dal 3 giugno

video I carabinieri arrestano Giovanni D’Alessandro, elemento di spicco del clan omonimo di Castellammare, latitante da giugno. L’uomo si è consegnato al carcere di Larino (Campobasso). Lo scorso 3 giugno, durante l’operazione “Domino”, i militari del Nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno arrestato, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, 29 persone gravemente indiziate dei reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illecita e cessione di sostanza stupefacente. Reati tutti aggravati dalle finalità mafiose, per aver agito avvalendosi della forza intimidatrice derivante dall’appartenenza ai clan D’Alessandro e Afeltra-Di Martino (quest’ultimo operante sui Monti Lattari) - Durante l’operazione Giovanni D’Alessandro (47enne di Castellammare di Stabia) sfuggì alla cattura e si diede alla latitanza. Grazie alla costanza dei carabinieri, che hanno continuato senza sosta le indagini sotto il coordinamento della Dda di Napoli l’uomo si è sentito braccato. Ha così deciso di consegnarsi. I militari gli hanno notificato il provvedimento restrittivo che lo vede coinvolto, insieme ad altri sodali, in un vero e proprio monopolio del mercato degli stupefacenti sull’intera area stabiese (Castellammare di Stabia, Santa Maria La Carità, Vico Equense) e sulla penisola sorrentina.video dei carabinieri