Coronavirus, protesta sotto la Regione Lombardia dei 'coinvolti': "Dimissioni per Fontana e Gallera"

video Poco più di un centinaio di persone hanno risposto all'appello di "I coinvolti", gruppo di cittadini milanesi che hanno deciso di protestare - rigorosamente 'armati' di metro per distanziarsi a scacchiera - contro le decisioni prese dalla giunta regionale di centrodestra nel corso dell'emergenza Covid. Tanti i cartelli esposti dai presenti tra i quali molti con la scritta "Il sonno della Regione genera mostri", a parafrasare l'opera di Francisco Goya. Sotto accusa i trasferimenti di pazienti Covid nelle Rsa, la mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana e il sistema di tamponi e test sierologici.Di Andrea Lattanzi

Roma, il flashmob degli avvocati sotto la Corte di Cassazione. "Riaprite i tribunali"

video In piazza Cavour gli avvocati del Foro di Roma si sono dati appuntamento per manifestare contro il fermo continuato dell'attività giudiziaria. Sono arrivati in tanti, nonostante la pioggia, con un grande striscione con la scritta "Comitato Giustizia sospesa”. Alle 12 in punto, indossando toghe e mascherine, e in mano il codice penale, simbolo di questa protesta, hanno intonato l'inno di Mameli e poi solo gettato simbolicamente le proprie copie dei codici ai piedi del palazzo. Un flash mob di pochi minuti per sensibilizzare il Governo e il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a una veloce ripresa delle attività dei tribunali. "È una protesta spontanea contro la lentezza della ripresa della macchina giudiziaria. È incredibile che nel nostro Paese riparta il campionato di calcio ma la giustizia resti al palo", ha spiegato in piazza il presidente dell'Ordine degli avvocati di Roma, Antonino Galletti.Video Mariacristina Massaro / Agf

Coronavirus, Giovanni Rezza (Iss): "Trend buono in tutte le regioni: il lockdown ha funzionato"

video "Il trend è buono pressoché in tutte le regioni, il che mostra che gli effetti del lockdown sono stati estremamente positivi: ovviamente il virus continuerà a circolare quindi bisognerà continuare a tenere elevata la guardia", queste le parole del professor Giovanni Rezza, direttore generale per la prevenzione al Ministero della Salute, dopo aver esaminato i dati del monitoraggio sulla situazione del Covid-19 in Italia.Video Ministero della Salute

Lo spettacolo delle Frecce Tricolori su Venezia

video Nuova tappa del tour nazionale della pattuglia acrobatica dell'Aeronautica in vista del 2 giugno, Festa della Repubblica. Arrivate nel cielo sopra Venezia da sud, le Frecce Tricolori hanno sorvolato il centro storico passando con la loro scia quasi parallele a Piazza San Marco. Così, in una città ancora vuota di turisti, sono stati solo i veneziani a godere, con il naso all'insù, del passaggio della pattuglia aerea.Video Comune di Venezia/Twitter

L'ironia di De Luca sui 60mila assistenti volontari: "Operazione mistica, che faranno?"

video De Luca ironizza sui 60mila assistenti volontari annunciati dal governo: "Il governo ci apre il cuore alla speranza, ha deciso questa straordinaria operazione mistica: 60 mila assistenti volontari. Che faranno? La multa a chi non indossa mascherina? No. Possono intervenire a controllare Movida? No. Possono regolamentare traffico? No. E allora cosa devono fare? Faranno gli esercizi spirituali: andranno in giro con il saio con la scritta "Pentiti" nei mercati di frutta. Si sono fermati alla scuola del niente e si occuperanno del nulla. Mi auguro non bussino alle porte di casa alle 15 durante alla pennichella". "Possiamo consolarci - ha detto De Luca - perche' il governo rida' vita dopo 8 secoli al movimento degli spirituali, gli allievi di Umbertino da Casale e Jacopone da Todi che andranno in giro per i centri storici a portare buone novelle".

Fase 2, De Luca: "Mobilità? Limitarla dove contagi ancora alti"

video "Veniamo da una settimana dove abbiamo assistito ad episodi sconcertanti sui rapporti con il governo, siamo un paese nel quale le discussioni di merito diventano battaglie ideologiche. Si discute della mobilità interregionale. Ora se abbiamo un territorio con numero altissimo di contagiati questo deve avere limitazioni per la mobilità, un problema di merito, non c'entrano rapporti tra nord e sud, guerre di religione. Ma ancora oggi non abbiamo ancora la definizione da parte del governo di un criterio semplice che consenta di attivare la mobilità tra regioni. Ci auguriamo che il governo faccia scelte ragionevoli per evitare moltiplicazioni di focolai di contagio. Sarà nostro dovere tutelare la nostra comunità da diffusione focolai. E' l'unica regione che ha difeso unità nazionale". Lo ha detto il presidente della Regione Vincenzo De Luca durante la diretta Facebook settimanale sulla situazione in Campania. Poi aggiunge parlando delle misure adottate in Campania: "Dobbiamo aprire le atitvità in sicurezza per non richiudere. Evitare quindi uscite infelici, del tipo "Apriamo tutto" per fare populismo e demagogia". Un riferimento al sindaco de Magistris.