Coronavirus, quando i figli sono otto e devi restare in casa: la vita complicata di una famiglia (molto) numerosa

video Irene e Claudio hanno otto figli. E una casa con due bagni. In un condominio vicino a viale Kant, zona nord est di Roma. In questi giorni di emergenza per il coronavirus, come tutti, anche Pietro, Anna, Matilde, Caterina, Esther, Tommaso, Giacomo ed Elena devono vivere insieme 24 ore su 24. Pietro ha 15 anni. Elena 18 mesi. E la gestione è complicata. I ragazzi hanno la vita scandita dalle attività scritte con i pennarelli colorati su un cartello appeso al muro della cucina. “Abbiamo dovuto stabilire momenti ben precisi - racconta Irene - altrimenti sarebbe il caos. E comunque non è semplice far rispettare orari e compiti”. La mattina ci si sveglia alle 7.30. Colazione entro le 9.30. Si studia dalle 10 alle 12. Alle 13 si prepara il pranzo. E tutti fanno qualcosa. La cosa più complicata in assoluto? “ La scuola a distanza. Le videolezioni sono a ogni ora del giorno e gli insegnanti usano app diverse: ne abbiamo una per ogni figlio. Le chat impazziscono e non si riesce a stare dietro a tutto. E’ la confusione totale”. Nel video alcuni momenti della giornata: lo studio, i giochi e le merenda

Coronavirus, Conte: "Dall'Ue servono misure eccezionali e coordinate per superare questo tsunami"

video "L'impatto finanziario della pandemia richiederà un salto di qualità, a livello europeo, che sia all'altezza della sfida che stiamo attraversando. La nostra unione monetaria potrà uscirne vincitrice solo se le sue istituzioni saranno rafforzate", ha affermato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, durante l'informativa urgente alla Camera sulle iniziative assunte dal governo per fronteggiare l'emergenza derivante dal diffondersi dell'epidemia da Covid-19. "A un'emergenza straordinaria è indispensabile rispondere con misure straordinarie, rassicurando i cittadini e i mercati. Risposte unitarie ma tardive, saranno del tutto inutili", ha avvertito il premier. "Immaginate a quale iattura potremmo rimanere esposti in casi di contagio di ritorno ove l'azione sul piano sanitario di altri Paesi non fosse adeguata. Senza sincronizzazione e coordinamento effettivi - ha avvertito - le nostre misure non costituiranno un argine efficace".a cura di Camilla Romana Bruno

Coronavirus, Conte: "Decreto Cura Italia è il primo passo, a lavoro per altro intervento da 25 mld"

video "Il decreto Cura Italia è solo un primo passo di carattere emergenziale. Ci rendiamo conto che il primo intervento non è sufficiente e per questo stiamo lavorando in queste ore per incrementare il sostegno, la liquidità e il credito di cui il Paese ha grande bisogno", ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la sua informativa, nell'Aula della Camera, sulle iniziative assunte dal governo per fronteggiare l'emergenza derivante dal diffondersi dell'epidemia da Covid-19. "Non sono in condizione di dare cifre esatte - ha spiegato il premier -, ma si tratterà di uno strumento complessivo altrettanto significativo, non inferiore ai 25 mld già stanziati".a cura di Camilla Romana Bruno

Coronavirus, Miozzo (Protezione civile): "Il trend si stabilizza, ma è fondamentale restare a casa"

video "Viviamo una fase di apparente stabilizzazione e crediamo che il numero di persone infette sia coerente con il trend che la diffusione ha avuto nel paese: questo ci fa pensare che è indispensabile, se vogliamo vedere la curva stabilizzarsi e poi decrescere, mantenere le rigorose misure di contenimento e di distanziamento sociale". È quanto ha detto il coordinatore del comitato tecnico-scientifico della Protezione civile Agostino Miozzo nel corso della conferenza stampa quotidiana del Dipartimento. di Francesco Giovannetti

Coronavirus, Miozzo: "Borrelli è a casa, ma l'attività della Protezione civile continua senza sosta"

video "Tutto il Dipartimento della Protezione civile è vicino al dottor Borrelli e a tutti i colleghi a casa per le ragioni note, ma l'attività continua senza sosta". A dirlo è il coordinatore del comitato tecnico-scientifico della Protezione civile Agostino Miozzo, che ha sostituito in conferenza stampa il capo Dipartimento Angelo Borrelli. "Per responsabilità Borrelli ha deciso di rientrare al proprio domicilio - ha spiegato Miozzo -. Da lì continua a lavorare e a seguire con attenzione questa grande emergenza".a cura di Francesco Giovannetti

Coronavirus, Miozzo (Protezione civile): "3491 nuovi positivi e 683 decessi"

video Per il quarto giorno consecutivo continua il trend in calo nei numeri dei nuovi positivi al coronavirus e dei decessi. È quanto emerso durante la lettura del bollettino quotidiano della Protezione Civile. "È di 3491 l'incremento delle persone attualmente positive, per un totale attuale di 57521 positivi. Purtroppo anche oggi dobbiamo riscontrare 683 nuovi deceduti", ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del comitato tecnico scientifico della Protezione CIvile, che ha sostituto in conferenza stampa il capo Dipartimento Angelo Borrelli, fermato da uno stato febbrile. A cura di Francesco Giovannetti  Video: Palazzo Chigi

Coronavirus, autostrada A4: la polizia blocca l'intero traffico per controlli in direzione Venezia

video Misure straordinarie sono state adottate dalla polizia che ha bloccato l'intero traffico sull'autostrada A4 in direzione Venezia, all'altezza di Agrate Brianza, per effettuare controlli su tutti i mezzi in transito e verificare le autocertificazioni. Una decisione senza precedenti. Le auto sono state convogliate nell'area di servizio Brianza Sud.Video Local Team/Stefano De Nicolo

Coronavirus, l'appello della Società Italiana di Chirurgia: "Le mascherine devono essere usate da tutti"

video "Noi chirurghi indossiamo la mascherina ogni giorno, in sala operatoria è necessaria per tutelare il paziente che si sottopone all’intervento. Oggi le mascherine chirurgiche possono diventare il più formidabile strumento contro la pandemia in corso, contro la diffusione del contagio". E' quanto dichiarato da Paolo De Paolis, presidente della Società Italiana di Chirurgia, in merito alla lotta contro il coronavirus. De Paolis lancia un appello: "Le mascherine devono essere usate da tutti. Se le utilizziamo moltiplichiamo l’efficacia del distanziamento sociale e riduciamo quindi i tempi di questo terribile momento". “Chi non indossa la mascherina non solo non ha rispetto per sé stesso - sottolinea il presidente della Società Italiana di Chirurgia - ma non ha rispetto soprattutto verso gli altri, perché potrebbe essere un portatore asintomatico. Tuteliamo i nostri cari e le persone che ci circondano”.video Paolo De Paolis