Santori in Salento: 'Noi in piazza contro il populismo di Salvini'

video 'Saranno due mesi durissimi, ma l’importante è esserci. Noi dobbiamo essere protagonisti perché non possiamo lasciare spazio a chi si prende la scena in maniera becera'. Mattia Santori, tra i fondatori del movimento delle Sardine ha prima scherzato e poi ha ringraziato quanti sono arrivati in piazza Plebiscito a Squinzano, nel Salento, sfidando la pioggia. Il messaggio è diretto: 'Contro il polusimo di Salvini bisogna andare in piazza' di Lucia Portolano

Palermo, Emma Dante apre al pubblico la Vicaria: "Sarà una casa teatro della città"

video Emma Dante rinnova la sua Vicaria, lo spazio di via Polito, che dopo le ristrutturazioni riapre al pubblico come sala teatrale e officina progettuale rivolta agli artisti palermitani. L'ex fabbrica di scarpe e scantinato diventa, così, un laboratorio e residenza artistica permanente, uno spazio di prove dove tutti gli artisti, dice la regista, "troveranno una casa in cui tornare". Chiusa al pubblico da sette anni, la Vicaria inaugura le nuove attività con una mini rassegna. Il via sabato 22 e domenica 23 con il saggio "Extra Moenia" con gli allievi attori della Scuola del Teatro Biondo. (di Marta Occhipinti)

Doveva essere vittima di uno scherzo, ma canta 'Shallow' di Lady Gaga e fa impazzire i social

video Kevin Freshwater, un influencer britannico che fa candid camera, ha pubblicato il video in cui chiede alla gente per strada di cantare il brano di Lady Gaga 'Shallow'. Nel video originale pubblicato il 16 febbraio, Freshwater si avvicina a una donna nella metropolitana di Londra. All'iniziosembra confusa, poi canta due strofe e alla fine termina tutta la canzone davanti alla telecamera. Dimostrando di avere una voce stupenda. Il video su Twitter ha più di 13 milioni di visualizzazioni. Gli utenti di Twitter hanno risposto al tweet complimentandosi con la donna, di cui poi si è scoperta l'identità: si chiama Charlotte Awbery, ed è una cantante di East London. E in molti stanno invitando Lady Gaga a rispondere  Twitter

Bologna, fiaccolata contro l'odio. Il prof vittima di scritta antisemita: "In Italia brutto clima, ma non siamo soli"

video In centinaia, in silenzio e con una fiaccola in mano hanno percorso le vie di Bologna per dire no all'odio. Una manifestazione alla quale hanno partecipato tutte le comunità religiose della città, dopo l'ondata di scritte antisemite comparse anche sotto le due torri. Il professor Henri Emmanuel Lederman, parente di vittime della Shoa, a cui nei giorni scorsi hanno disegnato sul citofono una stella di David, ha commentato: "In Italia c'è un clima 'contro' molto preoccupante"di Valerio Lo Muzio