Metropolis/199 - "Porti, partenza, via". Domani parla Meloni, oggi Salvini contro le Ong. Ospiti: Bonino, Bonaccini, De Romanis, Murgia. Con Di Feo e Molinari

video Aspettando le dichiarazioni programmatiche di Meloni alla Camera per la fiducia, quali sono i nodi più complessi da sciogliere per la premier (e come va chiamata)? Salvini neo ministro delle Infrastrutture già incontra il capo della Guardia costiera e dichiara guerra alle Ong. In Forza Italia c'è agitazione. E come si muove l'opposizione? In trasmissione parleremo anche della guerra in Ucraina, di bombe sporche e rischio atomico e del nuovo saggio di Molinari "La guerra degli imperi" (Rizzoli). E ci sarà il consueto appuntamento con i Sentieri di guerra in video di Gianluca Di Feo. Oggi a Metropolis: la leader di +Europa Emma Bonino, il presidente della Regione Emilia Romagna Stafano Bonaccini, l'economista Veronica De Romanis, il direttore di Repubblica Maurizio Molinari e la scrittrice Michela Murgia. Da Montecitorio Gabriele Rizzardi. Con un servizio di Giulio Ucciero sul ministero della "sovranità alimentare" dal mercato più antico di Roma. In studio: Gerardo Greco. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/199 - Pd, Bonaccini: "Se mi candiderò lo dirò, serve partito mai populista ma popolare"

video Stefano Bonaccini, governatore dell'Emilia-Romagna, interviene a Metropolis sul futuro del Pd che lo vede protagonista: "Sciogliere il partito è una stupidaggine, sarebbe solo un regalo alla Destra. Cambiare nome e simbolo? Lo possiamo fare ma dobbiamo ripartire dalla sostanza e non all'immagine". E sulle possibili alleanze aggiunge: "Mettiamo da parte gli egoismi e condividiamo con gli altri partiti l'opposizione". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/199, Murgia: "Cara Giorgia Meloni, perché non vuoi essere 'la' presidente?"

video La scrittrice Michela Murgia formula la domanda retorica a Metropolis. E incalzata da Maurizio Molinari dà la sua risposta: "Vuoi dire 'non sono qui perché donna, ma perché brava'. Ma l'articolo maschile non significa merito, significa che per te le istanze femministe non sono prioritarie". E c'è di più: "Meloni premier non è una conquista per le donne, perché è un risultato individuale e non collettivo. Meloni è lì anche grazie alle battaglie femministe, ma non vale il contrario. E vediamo cosa dobbiamo aspettarci sul fronte della limitazione dei diritti delle donne".

Regno Unito, l'elezione di Rishi Sunak a leader dei Conservatori: sarà il nuovo primo ministro

video Il politico britannico Rishi Sunak è stato eletto leader dei conservatori e quindi è pronto a divenatre il nuovo primo ministro del Regno Unito in seguito alle dimissioni di Liz Truss, come annuncia Graham Brady, il backbencher senior e presidente durante le elezioni per la leadership del partito, dopo che la rivale Penny Mordaunt non è riuscita a ottenere dai suoi colleghi parlamentari le 100 nomination necessarie.Video Ansa

Gb, il prossimo premier Sunak: "Unità e stabilita per sfida economica difficile"

video "Ci attende una difficile sfida economica. Serve stabilità e unità. Sarà una priorità lavorare insieme per costruire un futuro migliore per i nostri figli e i nostri nipoti. Prometto che vi servirò con integrità e umiltà". Lo ha detto Rishi Sunak in occasione del suo primo discorso da leader del partito conservatore e prossimo primo ministro del Regno Unito.Video LaPresse

Metropolis/199 - Governo, Molinari: "Da Meloni scarso coordinamento", Bonino: "Salvini fa il premier"

video Il leader della Lega e neoministro alle Infrastrutture Matteo Salvini ha incontrato nel suo ufficio i responsabili della gestione delle coste e nel pomeriggio ha convocato i ministri economici per discutere il programma del governo sulle pensioni e la flat tax. Il direttore di Repubblica Maurizio Molinari commenta a Metropolis: "Prima del discorso programmatico del presidente del Consiglio ci si aspetta che tutti i ministri stiano ad aspettare l'indicazione del Capo del governo. Qui siamo in una situazione in cui uno dei leader della coalizione chiama i responsabili delle coste per evocare a sé il potere del controllo dei porti, che ancora non è chiaro se spettano a lui o al ministro del Mare ". La risposta di Emma Bonino: "Salvini si comporta come un presidente del Consiglio". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/199 - Ucraina, Di Feo: "Evocare la 'bomba sporca' significa aumentare il rischio di escalation"

video La settimana si apre con una nuova prospettiva di orrore: la 'bomba sporca', un ordigno a cui viene aggiunta della polvere radioattiva in modo tale che quando esplode sparge su una vasta area la sostanza radioattiva restando a lungo efficace sul terreno. Gianluca Di Feo commenta a Metropolis: "La prospettiva è stata evocata dal ministro della Difesa russo, sostenendo che gli ucraini si stanno preparando ad usare questo tipo di ordigno contro i russi. Kiev ha detto che si tratta di un pretesto per poter scatenare una risposta nucleare". In questo contesto, il nuovo governo Meloni dovrà trovarsi molto presto di fronte alla scelta sul nuovo decreto di invio di armi all'Ucraina, e che testimonierà la volontà di sostenere o meno la resistenza ucraina. Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla NewsletterSegui i Sentieri Di Guerra di Gianluca Di Feo Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito

Venditti: "Il Napoli è la più bella squadra del campionato, con la Roma fuori gioco tiferei per gli azzurri"

video Assist di Antonello Venditti al Napoli dopo la vittoria degli azzurri contro la Roma. "La Roma poteva giocarsela in maniera un più spensierata, invece era una partita pensata - dice l'artista - Il Napoli è la più bella squadra del campionato, alla fine quello che conta è l'amicizia anche tra Roma e Napoli. Mettiamo che la Roma fosse fuori gioco per il campionato, io tiferei Napoli perché è una città che se lo merita come la Roma. Mi piacerebbe vederlo vivere di gioia perchè è una città gioiosa e piena di musica".Video Facebook - Antonello Venditti

Sestu, rissa tra ragazzine istigate dai coetanei: "Dalle uno schiaffo e hai 5 euro"

video Istigate dai coetanei con la promessa di una ricompensa di pochi euro, alcune ragazzine si sono picchiate nel parco di Sestu, alle porte di Cagliari: le immagini sono rimbalzate sul web e sui social, diventando virali. Lo denuncia la consigliera comunale Valentina Collu, che ha postato il video su Fb con un suo duro commento, e ha portato tutto nella locale stazione dei carabinieri. Nelle prossime ore la Procura presso il tribunale dei minori dovrebbe aprire un fascicolo.Nel video si vedono le ragazzine che si prendono a calci, pugni e schiaffi, mentre attorno i loro coetanei, tra risate e urla, le incitavano a proseguire: "Dagli uno schiaffo e hai 5 euro, te lo giuro", la frase più forte sentita distintamente nell'audio. "La nuova moda colpisce anche la nostra città di Sestu - scrive la consigliera sul social - Giovani annoiati che istigano i propri coetanei ad azzuffarsi per poter realizzare un video da diffondere sulla rete. Ho oscurato i volti - precisa - perchè si tratta di minori ma farò vedere il video integrale a chi di dovere perchè episodi del genere non si ripetano e questa stupida moda venga bloccata".Video Facebook