Sindrome di Down, Emanuela e Davide: "Abbiamo lottato per il nostro amore, ora vogliamo sposarci"

video Davide ed Emanuela sono due ragazzi di 22 e 23 anni, sono affetti dalla sindrome di down e hanno un sogno: sposarsi e andare a vivere insieme. “Siamo fidanzati da cinque anni, ma non è stato facile. Abbiamo vissuto molte difficoltà e ostacoli ma alla fine, dopo aver lottato tanto, siamo riusciti nel nostro sogno di stare insieme”. I due ragazzi abitano ancora con i genitori ma stanno cercando la propria indipendenza: Davide lavora da un mese come commesso, mentre Emanuela da qualche anno lavora come cameriera in un bar ma tra lavoro tempo libero hanno difficoltà a ritagliarsi dei momenti intimi. "Avere una relazione amorosa è diritto di tutti - ha precisato Martina Fuga, coordinatrice dell'associazione Coordown - ma oggi per le persone con sindrome di Down è ancora un taboo. Spesso le persone con disabilità intellettiva sono considerati degli eterni bambini: bisogna cambiare questo preconcetto dando gli strumenti alle persone disabili per poter vivere la loro sessualità in modo sano e responsabile". “Ai genitori vorrei consigliare di ascoltare i bisogni dei propri figli, lasciar loro gli spazi necessari senza negargli l’opportunità di vivere esperienze importanti per la propria infanzia”, hanno detto i due ragazzi che, a tutte le persone come loro, hanno suggerito: “Dovete combattere e lottare per il vostro amore, credete in voi stessi e abbiate fiducia nella persona che potrà prendersi cura di voi”. Di Edoardo Bianchi

Milano, mentre centrodestra si riunisce ad Arcore, Berlusconi inaugura centro sportivo del Monza

video Come appreso attraverso fonti del centrodestra, all’interno della villa di Silvio Berlusconi ad Arcore, si è tenuta a partire dalle 16:00 una riunione tra la presidente di FdI Giorgia Meloni, il segretario della Lega Matteo Salvini e lo stesso presidente di Forza Italia per parlare delle prossime scadenze istituzionali e sulla formazione del nuovo esecutivo per il governo. Durante la riunione del centrodestra però il leader forzista - intorno alle 17:00 - ha trovato del tempo per recarsi all’inaugurazione del nuovo centro sportivo del Monza dedicato al padre Luigi Berlusconi e aggirarsi con un caddy per i campi, accompagnato dall’amico e vicepresidente della società sportiva Adriano Galliani. Durante il breve incontro con la stampa, il presidente di FI ha preferito non soffermarsi sul suo incontro con Meloni e Salvini di Edoardo BianchiLEGGI

Iran, attacco hacker alla tv di Stato: "Khamenei, hai le mani sporche del sangue dei nostri giovani"

video Il gruppo hacker Edalat-e Ali è riusciuto ad entrare nel segnale della tv di Stato iraniana e pubblicare - mentre parlava Khamenei - alcuni secondi di una clip nel quale il volto del presidente della Repubblica islamica era giustapposto alla scritta: "Hai le mani sporche del sangue dei nostri giovani" insieme ai volti di Mahsa Amini e le altre ragazze vittime della repressione del regime di Teheran. Nella clip, trasmessa per pochi secondi, anche slogan che incitavano i giovani tutti a unirsi alla rivolta: "Unitevi a noi e ribellatevi". L'iniziativa del gruppo di hacker ha ricordato a molti un'iniziativa simile, in Russia, all'inizio della guerra fra Mosca e Kiev. LEGGI  video Twitter

Roma, il fiume rosso della Cgil riempie piazza del Popolo: il reportage

video Non c'erano riusciti né il centrodestra né il centrosinistra, le cui chiusure delle rispettive campagne elettorali erano coincise nello stesso luogo, ovvero piazza del Popolo a Roma. A riempirla ci è invece riuscita la Cgil, che a un anno di distanza dal violento assalto neofascista alla sede nazionale del sindacato, è tornata in piazza con una manifestazione che è sfilata per le vie del centro e si è appunto conclusa in piazza del Popolo. "Ci si batte per i diritti e la libertà, non bisogna mai arrendersi e questa piazza, che abbiamo riempito in modo grandioso e bellissimo, lo dimostra", ha detto il segretario generale Maurizio Landini. Tra i tanti temi sollevati dal sindacato, resta quello dello scioglimento delle formazioni neofasciste. "Nonostante gli impegni della politica questo tema c'è ancora tutto. L'antifascismo è un valore di tutti, non di qualcuno. Mi auguro per questo che il prossimo Parlamento trovi il modo di risolvere il problema", ha aggiunto Landini. A partecipare alla manifestazione c'erano diversi esponenti del Partito Democratico, da Giuseppe Provenzano a Andrea Orlando, da Susanna Camusso a Gianni Cuperlo. Presenti inoltre il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni e il presidente del M5s Giuseppe Conte, accompagnato da una delegazione di parlamentari pentastellati.di Francesco GiovannettiLEGGI

Ucraina, l'ironia di Kiev sull'esplosione del ponte in Crimea: "Buon compleanno a Putin"

video Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la Sicurezza e la Difesa dell'Ucraina, ha postato su twitter un video che ritrae il ponte in fiamme e, a fianco, quello di Marylin Monroe che intona il celeberrimo 'buon compleanno' al presidente americano John Fitzgerald Kennedy. La risposta ironica è stata pubblica a distanza di un giorno dal compleanno del presidente russo Vladimir Putin LEGGI  video LaPresse

Governo, Landini (Cgil): "Mancate alleanze e astenuti, nessuno può dire di avere la maggioranza del Paese"

video "Dalle elezioni è emerso che la destra ha preso 12 milioni di voti, se sommo - e non si può - i voti dati a tutti gli altri partiti arriviamo a 15,8 milioni. Dunque nessuno può dire di avere la maggioranza. Non serve dividere ulteriormente questo Paese, ma unirlo, partendo proprio dal lavoro, solo i lavoratori sono davvero maggioranza in Italia". Così il leader Cgil Maurizio Landini dal palco della manifestazione di Piazza del Popolo. Landini ha anche ricordato il 40% di astensioni. "Con le schede bianche e nulle arriviamo a 18 milioni di italiani che non si sentono rappresentati. Questo è un rischio per le democrazia".  video Local Team

Milano, Tabacci commenta il risultato elettorale: "Di Maio è ancora un figlio, di lui ho stima"

video "Se considero Luigi Di Maio ancora un figlio? Certamente, ho sempre espresso parole di stima. Ha trovato su di lui un'opposizione molto dura, specie nelle aree meridionali, e in particolare da parte del M5s": lo ha detto il presidente di Centro Democratico Bruno Tabacci, che con Di Maio ha fondato Impegno Civico per correre alle scorse elezioni politiche, durante l'evento senza simboli di partito 'Cominciamo da capo. Per la Lombardia e per l'Italia', organizzato a Milano dall'assessore comunale Pd Pierfrancesco Maran. "L'ultima impresa che ho fatto piu della campagna elettorale è stata la maratona delle Dolomiti che ho fatto in 3 ore e 41 ma non con la bicicletta elettrica ma con quella muscolare” concludendo poi con una battuta “Prossima volta la correrò con Di Maio? Non ci sarebbe gara”.Di Daniele Alberti