Senza Titolo

la novitàLaura BerlinghieriIl terzo polo di Carlo Calenda (e Matteo Renzi) vola a Padova, supera la Lega nel suo fortino trevigiano e doppia (e più) Luigi Brugnaro nella sua Venezia. E in Veneto elegge Valentina Grippo e Daniela Sbrollini. «In Italia c'è spazio per un terzo polo riformista e liberal

Elezioni, Letta: "Destra ha vinto ma non permetteremo che Italia esca dal cuore dell'Europa"

video "Faremo opposizione dura e intransigente". Così il segretario del Partito Democratico Enrico Letta ha commentato il risultato delle elezioni politiche. "Gli italiani e le italiane hanno scelto, una scelta chiara e netta, la destra, il governo avrà un governo di destra", ha detto Letta. "Se siamo arrivati al governo Meloni è per via del fatto che Giuseppe Conte ha fatto cadere il governo Draghi", ha aggiunto.di Francesco GiovannettiSEGUI LA DIRETTA

Metropolis/177 - Elezioni, Letta: "Da lunedì più facile parlare con M5s e Calenda piuttosto che con Lega e FdI"

video Enrico Letta, segretario del Partito Democratico, chiude la campagna elettorale a Metropolis e analizza lo scenario dopo il voto: "La destra si è messa tutta insieme ed è evidente che qualsiasi cosa accadrà dopo, è più facile per noi riparlare con Conte e Calenda piuttosto che parlare con Meloni e Salvini. Non c'è dubbio su questo". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di RepubblicaSegui la diretta politica.

A Monza Letta sfida la Lega con 500 sindaci: "Pontida oggi è diventata provincia dell'Ungheria"

video A 35 km dalla festa di Pontida, il Partito Democratico ha radunato, insieme al suo segretario Enrico Letta, i sindaci del partito come da contrapporre la sua piazza a quella storica leghista. Da Beppe Sala a Dario Nardella, tantissimi i sindaci hanno risposto all’appello sono arrivati sul palco di piazza Roma a lanciare un messaggio opposto rispetto a quello di Pontida. “Pontida oggi è diventata provincia dell'Ungheria, non vogliamo un'Italia provincia dell'Ungheria". Ha detto Enrico Letta a margine della manifestazione. "Non vogliamo che l'Italia segua il messaggio di Pontida, il modello dell'Ungheria: non vogliamo - ha aggiunto - che vada verso una democrazia che si sta perdendo, non vogliamo quel modello, non vogliamo un'Italia che cede a Putin e Orban. Vogliamo una Italia che sia cuore dell'Europa e che sia fedele alle sue alleanze".Di Daniele Alberti SEGUI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Senza Titolo

la polemicaLuca Monticelli / romaL'Italia ha sempre più sete di energia. Con il costo del gas alle stelle, lo spettro del razionamento alle porte e il piano sulle rinnovabili che non decolla, il dibattito politico elettorale rilancia un tema che da 35 anni viene sottoposto ciclicamente agli italiani

Senza Titolo

il retroscenaNiccolò Carratelli / ROMASe gli italiani resteranno al freddo senza gas, prendetevela con Letta e la sinistra. Silvio Berlusconi prova a scaricare sugli avversari la colpa di aver legato l'Italia mani e piedi al tubo che arriva dalla Russia. Il leader di Forza Italia, di fronte all'emer

Elezioni, Letta: "TikTok è una cosa seria, non un luogo di cabaret dove buttare tutto in vacca"

video "Il Partito Democratico è su TikTok, abbiamo deciso di farlo non in modo ridicolo ma in modo serio, perché TikTok è una cosa seria". Lo ha detto il segretario del Partito democratico Enrico Letta dopo l'incontro con il sindaco di Milano Giuseppe Sala a Palazzo Marino, in merito alla recente iscrizione del Pd sul social network cinese. "Abbiamo deciso di farlo - ha sottolineato Letta - con Alessandro Zan, che ieri ha fatto un'uscita su TikTok che è stata un successo enorme. Questo social media non è solo un luogo di cabaret o di varietà ma una piattaforma in cui si parla con persone, i più giovani, che vogliono sentire degli impegni seri e chiari". Di Edoardo BianchiSegui la diretta