Senza Titolo

Enrico Ferro / padovaNei collegi veneti da cui è stata sfrattata niente di meno che la seconda carica dello Stato, Elisabetta Alberti Casellati, Forza Italia si presenta con il sorriso smagliante di Anna Maria Bernini. «Siccome sono io la sfrattante, vorrei dare un senso all'atto di generosità che l

Una sfida tutta interna al centrodestra

Filippo Tosatto / VENEZIAQuattro tocchi di campana. Le pulsioni contrastanti nella Lega, le ambizioni plateali di Fratelli d'Italia, l'ultima trincea del partito berlusconiano, il centrismo irriducibile dei Moderati. Sorrisi e veleni nel centrodestra, favorito dai sondaggi su scala nazionale e avvia

Corte serrata di FdI a Matteo Zoppas

PADOVALa notte porterà consigli, ma soprattutto la quadratura del cerchio, a Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia?Fibrillazioni e continui ritocchi fino a ieri sera. Cominciamo dalla Lega: la planata da Bruxelles di Mara Bizzotto complica i giochi su Vicenza e bisogna forse "esportare" la ministra

Metropolis/117 - Orient Express. Se Salvini non va a Mosca, Draghi arriva da Zelensky. Ospiti La Torre, Magi, Quartapelle, Soleri e Tosi. Con Castaldo, Molinari, Pertici e Schianchi (integrale)

video Il viaggio in treno di Draghi, Macron e Scholz per rimarcare il sostegno incondizionato a Zelensky; le critiche pubbliche di Luigi Di Maio alla leadership di Giuseppe Conte; la morte di "Mario", il primo cittadino italiano deceduto con il suicidio assistito. L'apertura di RepIdee a Bologna. Oggi a Metropolis Lia Quartapelle (responsabile esteri del Pd), Riccardo Magi (Presidente di + Europa), Flavio Tosi (ex sindaco di Verona). Sui diritti Cathy La Torre e Giorgia Soleri. Con il direttore di Repubblica Maurizio Molinari, Corrado Zunino (dall'Ucraina), Giulia Santerini da RepIdee (Bologna). In studio Gerardo Greco, Laura Pertici e Francesca Schianchi. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/117 - L'addio di Tosi a Salvini: "La Lega non esiste più. Sto meglio con Forza Italia"

video Flavio Tosi, ex sindaco di Verona, spiega a Metropolis i motivi che lo hanno portato a dire definitivamente addio al partito di Matteo Salvini (in cui militava dal 1994): "In Forza Italia ci si confronta con i vari coordinatori, c'è una filiera di partito. Berlusconi ha deciso di appoggiarmi a Verona mentre nella Lega è successo il contrario". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Flavio Tosi aderisce a Forza Italia: "La Lega è ormai sovranista e populista"

video "Nella Lega ho rappresentato pragmatismo, competenza, capacità di governo, niente demagogia niente populismo e la casa naturale di questo tipo di valori è Forza Italia, ora unico baluardo che rimane garantista e liberista dentro il centro destra. La Lega ha dichiarato di essere populista e sovranista e questo cozza con il fatto di governare", lo ha detto Flavio Tosi - ex sindaco di Verona - intervenendo nella conferenza stampa di Forza Italia a Roma. "Diciamo che c'è stato un cambiamento nella comunità della Lega e lo si vede anche nei risultati, oggi prende meno di quanto prenderebbe", ha concluso. Leggi l'articolo Video LaPresse

Senza Titolo

L'ANALISIFilippo TosattoÈ un voto post ideologico quello che ritinteggia qua e là il Veneto. Premia le personalità civiche di qualità e le coalizioni politiche che le sostengono, purché non invasive e animate da spirito unitario. Castiga con severità le discordie dettate da ingordigia, personalismi

Senza Titolo

VERONA«Alle comunali di Verona, così come in tutto il resto d'Italia, per il centrodestra l'unico obiettivo deve essere quello di vincere e battere il centrosinistra. Per il bene di Verona e dei veronesi riteniamo, insieme a Verona Domani, che sia importante rafforzare il polo moderato e centrista d