Rucker, Gatti va sotto i ferri «Torno in campo in 6 mesi»

SAN VENDEMIANOGià si intravedevano cattivi presagi quando nello staff e nei compagni di squadra c'era grande riserbo sulle condizioni del ginocchio di Nicolò Gatti. L'innesto di Poser in Supercoppa per sopperire alla mancanza dell'ala nativa di Acqui Terme non ha fatto altro che aumentare le preoccupazioni e pochi giorni fa è arrivata la doccia fredda; a seguito dell'infortunio subito la diagnosi è impietosa: rottura del crociato anteriore. Gatti si sottoporrà ad intervento chirurgico nei primi giorni di ottobre e i tempi per il recupero sono stimati in sei mesi. «Non ci voleva proprio. Sono dispiaciutissimo», ha scritto Gatti, «sia per me sia per la Rucker ed i miei compagni di squadra con cui ho da subito creato dei legami importanti. Il professor Rocchi è uno dei massimi esperti in materia e la riabilitazione sarà seguito da Luca Antenucci e dallo staff sanitario della Rucker. Fa parte del gioco, è successo e occorre guardare avanti. Le tempistiche parlano di sei mesi e l'obiettivo è tornare in campo con la maglia bianconera appena avrò l'ok». --Giacomo Tessaro