Auto pirata falcia una moto: viene inseguita e bloccata dai carabinieri

SEGUSINO Auto travolge una coppia di centauri e scappa: un'altra moto la segue e fa bloccare il pirata della strada. È successo ieri pomeriggio nella zona tra Segusino e Fener, al confine con la provincia di Belluno. Fortunatamente le condizioni dei due centauri non sono gravi: uno è stato portato all'ospedale di Montebelluna, l'altro a Castelfranco dai mezzi di soccorso del Sume 118 di Crespano e Valdobbiadene. L'auto, secondo le ricostruzioni dei carabinieri, ha centrato la motocicletta facendo cadere a terra conducente e passeggero. Dopo l'impatto, l'automobilista non si è fermato a prestare soccorso alla coppia fnita a terra ed è fuggito. Sulle sue tracce, però, si è messa un'altra moto che viaggiava assieme a quella coinvolta nello scontro. È stato proprio quest'altro motociclista a chiamare la polizia e a mettersi in scia dell'auto per non perderne le tracce. Per velocizzare l'intervento, la Polzia strada ha avvertito i carabinieri di Vittorio Veneto peritari sono intervenuti riuscendo a rintracciare l'auto. Nel pomeriggio invece a Miane un motociclista trevigiano è caduto dalla moto, sul posto è interventuo il soccorso alpino. Erano passate da poco le tre del pomeriggio quando l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in aiuto di un motociclista caduto mentre percorreva una strada forestale sopra Miane. Grazie alle indicazioni e alle coordinate date ai soccorritori dagli amici del centauro, l'equipaggio ha individuato il luogo dell'incidente, tra forcella Mattiola e Monte Salvedella. Atterrati nelle vicinanze, i soccorritori hanno prestato le prime cure ad A.P., 54 anni, di Treviso, che lamentava dolori a un ginocchio, e dopo averlo imbarcato lo hanno trasportato all'ospedale di Feltre. Pronto a intervenire in supporto alle operazioni anche il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane.©RIPRODUZIONE RISERVATA