Ton, il tempo è scaduto «Ho ricevuto altre offerte»

Matteo Ton, 24 anni, vuole continuare a giocare nella sua città: disposto ad attendere un'altra settimana, poi farà le sue scelte. Se dunque il Treviso vuole conservare il suo capitano, pedina imprescindibile anche in Eccellenza, glielo faccia capire al più presto. «Mi hanno contattato da Nuoro e da altre di D» conferma Ton «l'offerta è buona, la piazza anche, sto facendo le mie valutazioni ma la priorità è restare. L'ho detto a tutti. Aspetto una telefonata per mettermi a discutere: Tonicello (che ieri ha radunato i giocatori, ndr) non lo conosco ma tutti mi hanno parlato bene. Leggendo il giornale ho saputo che si cerca di far restare una dozzina di giocatori di quest‘anno, una scelta legittima: tanti di loro meriterebbero di stare in campionati anche superiori, a questi livelli il gruppo fa sempre la differenza. Poi naturalmente servirà qualche rinforzo all'altezza». Presto sarà alzato il velo sulla nuova dirigenza. «Sono contento che il Treviso abbia trovato gente seria: conosco due-tre dei nuovi imprenditori, persone affidabili ed appassionate. E spero che in futuro la squadra possa continuare a rinascere, tornando a giocare nelle categorie che le competono. Dopo questa stagione, diciamo non semplicissima, vissuta tra mille problemi mi dispiacerebbe lasciare ciò che abbiamo costruito». I tifosi non aspettavano altro che leggere queste parole… «Vorrei continuare la sfida iniziata un anno fa con un gruppo diventato man mano veramente compatto e solido, proprio grazie alle difficoltà incontrate. Oddio, fosse stato un anno un po' più tranquillo magari sarebbe stato anche meglio, tanto sono certo che i risultati sarebbero stati gli stessi; questo Treviso è pieno di ragazzi che meritano ogni soddisfazione e grande rispetto. Mi sono dato tempo fino alla fine della prossima settimana poi prenderò una decisione, gli altri contatti riguardano tutti la D. Io non voglio fermarmi qui, voglio riprendermi ciò che mi è stato tolto: ho giocato in C come in Promozione». Anche in Eccellenza il programma è puntare in alto. «Conoscendo chi ne farà parte immagino di sì: sanno, loro come noi giocatori, che Treviso in queste categorie non è una piazza semplice, tutti si aspettano che vinciamo. Allestiranno una rosa all'altezza e dunque competitiva». Gira di nuovo il nome di Gianfranco Fonti, ma Tonicello ha detto che al 99% resterà Davide Tentoni. «Come in una fabbrica, per far andare avanti il lavoro ci vuole un buon caposettore che guidi gli operai. Per me, senza dimenticare Simone Piovanelli, Tentoni ha grossi meriti, da quando è arrivato è riuscito, nella parte più delicata della stagione, a darci ciò che ci mancava». Silvano Focarelli