Elettori, sfondata quota ottomila

«Chi vuole votare domenica faccia di tutto per registrarsi sabato, altrimenti domenica ai seggi si creeranno code lunghissime formate da persone che devono sia registrarsi sia votare». Roberto Grigoletto, segretario provinciale del Pd, torna a lanciare l'appello al popolo del centrosinistra che intende partecipare alle primarie per la scelta del candidato premier. Per registrarsi basta andare in uno qualsiasi dei 153 uffici elettorali sparsi nella Marca trevigiana: «Non importa dove abitate», dice infatti Grigoletto, «Potete registrarvi in qualsiasi ufficio elettorale e anche su internet: solo per il voto dovete andare al seggio nel quale di regola andate a votare per le elezioni politiche o comunali, ma le indicazioni vi verranno comunque date agli uffici elettorali. La cosa importante, lo ribadisco, è che il maggior numero possibile di persone si registri prima di domenica per evitare code e disagi». (a.z.) di Alessandro Zago wTREVISO Primarie nazionali del centrosinistra nella Marca trevigiana: due giorni prima dell'apertura delle urne, i 153 uffici elettorali della provincia di Treviso, gestiti da 500 volontari, hanno registrato ottomila iscrizioni per poter votare domani uno dei cinque candidati alla presidenza del consiglio in caso di vittoria del centrosinistra alle elezioni politiche della primavera 2013. Gli uffici nazionali del Pd (partito che organizza le primarie insieme a Sel e Psi), per la Marca stimano una affluenza pari a 35 mila elettori, ma più cautamente la segreteria provinciale ritiene sarebbe già un gran successo toccare quota 25 mila. È stata comunque questa ultima settimana a registrare lunghe code agli uffici elettorali, come quello di vicolo XX Settembre, in città, a due passi da piazza dei Signori. Ma vediamo quali sono i supporter trevigiani dei cinque candidati premier del centrosinistra. Pierluigi Bersani, segretario nazionale del Pd, ha dalla sua il segretario provinciale Pd Roberto Grigoletto, il candidato sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il capogruppo Pd ai Trecento Giovanni Tonella, il segretario cittadino Andrea Michielan e, in Provincia, esponenti del Pd come Franco Zanata, Bruna Battaglion e il capogruppo Floriana Casellato. C'è poi Stefano Pelloni dei Giovani democratici, il leader del Psi Ottavio Pasquotti e l'onorevole Pd Simonetta Rubinato. E ancora: l'ex segretario del Pd Enrico Quarello, lo storico Ernesto Brunetta, il sindaco di Fregona Giacomo De Luca e quello di Follina Renzo Tonin, Sebastiano Sartoretto, Laura Viola, Lorena Andreetta e Daniela Marzullo, sindaco di Casier. Insomma, per Bersani si sono schierati tutti i quadri del Pd locale. Matteo Renzi, sindaco di Firenze e «rottamatore», in provincia di Treviso è appoggiato invece da politici come Giulio Marossi e Luigi Vendrame della Cgil, ma spiccano anche i giovani di «TrevisoSvolta», come Marco Zanata, la vittoriese Valentina De Nardi e Mattia Dall'Onore, oggi con il gazebo dalle 9 alle 13 in città a largo Manzoni. C'è poi il comitato di Conegliano con Andrea Barazzuol, mentre a Castelfranco coordina Michele Baldassa. Passiamo a Nichi Vendola, leader di Sinistra Ecologia e Libertà e governatore della Puglia: i suoi sodali sono il segretario provinciale Sel Luca De Marco, quello del capoluogo Stefano Dall'Agata e il consigliere provinciale Luigi Amendola. Della partita anche Nicola Atalmi, Alberto Cocco, Gigi Calesso e Barbara Ferrazzo di Castelfranco. Laura Puppato, già sindaco di Montebelluna oggi capogruppo del Pd in Regione, è appoggiata nella Marca da intellettuali come Daniele Ceschin e politici come Luca Musumeci, Favaretto, il circolo di Montebelluna ma anche Antonella Tocchetto, consigliere comunale Pd a Treviso e la coordinatrice Pd di Asolo Alessandra Brunati. Bruno Tabacci, esponente dell'Alleanza per l'Italia (Api) e assessore al Comune di Milano: nella Marca ha come referenti Giorgio Isetta, ex presidente del consiglio comunale di Montebelluna e Paolo Dotto, candidato sindaco Api per il Comune di Treviso. Oggi e domani ultime registrazioni, anche ai gazebo, per poi votare domani nei 90 seggi sparsi in tutta la Marca, di cui riportiamo sotto l'elenco (spesso uffici per registrarsi prima del voto e seggi sono la stessa cosa). Si vota domani ai seggi dalle ore 8 alle ore 20 (a parte Borso e Morgano: orario 8-14; e Crespano e Badoere: orario 14-20). Subito dopo le ore 20 partirà lo spoglio delle schede, e già verso la mezzanotte di domani si saprà se uno dei cinque candidati ha vinto su scala nazionale con il 50% più un voto oppure se sarà necessario andare, domenica 2 dicembre, al secondo turno, ossia al ballottaggio tra i due candidati che hanno preso più voti.