"Altre frontiere" Quattro giorni di cooperazione e solidarietà

L'autunno trevigiano si tinge di musica, danze, eventi e incontri dai cinque continenti in occasione di "Altre Frontiere", una quattro giorni dedicata alla cooperazione internazionale e alla solidarietà sociale. Ad inaugurare l'evento, oggi alle 20.30, l'incontro con le associazioni protagoniste della rassegna all'auditorium Stefanini e la presentazione di Nats per, onlus che da anni si batte contro il lavoro minorile, in particolare nell' America Latina. Domani si entra nel vivo della rassegna con gli incontri a scuola e il dibattito nell'aula magna del liceo Duca degli Abruzzi, che vedrà protagonista Giampietro Schibotto, sociologo dell'università di Bogotà. Si replica sabato mattina, con la partecipazione di Edgar Serrano al Liceo scientifico Da Vinci. Non mancherà nemmeno una panoramica fatta di viaggi e testimonianze sullo stato dei paesi del terzo e quarto mondo e delle loro genti che sarà proposta sabato a partire dalle 15, con l'incontro "Land Grabbing: accaparramenti di terre e diritti al cibo e all'infanzia nel sud del mondo", ospitato nel Villaggio Solidale, la sede di Nats Per in via Fossaggera. A parlare delle nuove forme di colonialismo idrico e territoriale e dello sfruttamento di risorse umane e delle materie prime, il giornalista Stefano Liberti, con un reportage dai quattro continenti, l'antropologo togolese Ekué Grace Folly, la geografa Daria Quatriga e numerosi altri studiosi. A fare da corollario all'evento il concerto acustico con i cantautori Erica Boschiero e Leo Miglioranza che accompagneranno la cena solidale organizzata dal Gruppone Missionario. Il ricavato sarà ai progetti delle associazioni partecipanti (per informazioni e prenotazioni 0422 263295). Tutta a base di musica senegalese e afro, danze e aperitivi, sarà domenica, l'ultimo giorno di "Altre Frontiere": convegni sui diritti e valori, le buone pratiche e le microeconomie solidali. Valentina Calzavara