Il premio Stresa alla Arslan

La scrittrice padovana Antonia Arslan, di origini armene, ha vinto l'edizione 2004 del premio Stresa di narrativa, con l'opera La masseria delle allodole, edito da Rizzoli. La giuria, presieduta da Gianfranco Lazzaro, le ha assegnato 18 preferenze, contro le 13 date ad Andrea Vitali, con La signorina Tecla Manzi, edito da Garzanti; al terzo posto Francesca Duranti, autrice di L'ultimo viaggio della Canaria (edizioni Marsilio). Il romanzo La masseria delle allodole racconta la tragedia del popolo armeno e la nostalgia della protagonista Yerwant, che a 13 anni ha lasciato la casa paterna tra le colline dell'Anatolia per studiare nel collegio armeno di Venezia.