Consiglio Ue. Conte: "Europa nostro pilastro". Il senatore leghista: "Utile idiota, ha fatto la supercazzola"

video Nelle comunicazioni alla Camera in vista del prossimo Consiglio europeo il premier Giuseppe Conte ha parlato dell'Europa come di un "pilastro". Visione mal digerita dal gruppo della Lega, che per voce del senatore Stefano Candiani ha definito il premier "un utile idiota", "che si può sistemare la cravatta e apparire bene, ma che porterà in Ue la cifra del nuovo esecutivo, ovvero quella della 'supercazzola'". Affermazioni che hanno suscitato la reazione della Presidente del Senato Casellati, che ha invitato a moderare il linguaggio. Video di Camilla Romana Bruno

Naufragio a Lampedusa, individuati 12 corpi in fondo al mare: il video del recupero del relitto

video I sommozzatori della Guardia Costiera si sono immersi a sei miglia a sud di Lampedusa per tentare il recupero delle vittime del naufragio del 7 ottobre scorso. l relitto si trova a 60 metri di profondità e dopo giorni di lavoro incessante i corpi sono stati ripresi dal robot sottomarino a comando remoto della Guardia Costiera. Per il recupero di tutti i corpi occorreranno diversi giorni. Sarebbero almeno 12, tra cui quello di un neonato. (video Guardia Costiera)

Manovra, il ministro Speranza: "Superticket abolito da settembre. Limite al contante scenderà a 1000 euro"

video C'è voluto un Consiglio dei ministri fiume, durato fino alle quattro del mattino, ma l'accordo sulla manovra è stato trovato. Anche sulla discussa misura del tetto al contante: "La soglia scenderà, per i primi due anni a 2000 euro e per il terzo anno a 1000 euro", spiega il ministro della Salute Roberto Speranza a Circo Massimo, su Radio Capital. Poi rivendica risultati per il suo ministero: "Da settembre non esisterà più il superticket, ci faremo carico di coprire questa tassa da 10 euro, una misura che costa 550 milioni e ha un impatto sociale sulla vita delle persone. Ci saranno due miliardi in più nel fondo sanitario nazionale, le risorse insomma vengono raddoppiate e ci consentiranno di rispondere ad alcuni problemi come la carenza di personale o le liste d'attesa. E poi stanziamo 2 miliardi in più sull'edilizia sanitaria, in un piano triennale di investimenti". Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino

I figli di Daphne Caruana Galizia due anni dopo l'omicidio: "Il suo lavoro non è ancora finito"

video Paul, Andrew e Matthew sono i tre figli di Daphne Caruana Galizia, la giornalista d'inchiesta maltese assassinata il 16 ottobre 2017. A distanza di due anni dall'omicidio della cronista il primo vive a Londra, il secondo a Ginevra e solamente il terzo abita ancora nell'isola mediterranea. "Dopo il suo assassinio ci è stato proprio detto 'ma cosa diavolo fate ancora a Malta, così non possiamo garantire la vostra sicurezza'. E per questo ce ne siamo dovuti andare", racconta Andrew a margine della presentazione a Roma della raccolta di articoli della madre "Dì la verità anche se la tua voce trema". "Gli ultimi due anni sono stati incredibilmente difficili per la nostra famiglia. Però abbiamo anche ricevuto il sostengo di tantissime persone", aggiunge Paul. "Per il secondo anniversario della sua morte saremo a Malta - conclude Matthew, che del lavoro della madre ha raccolto il testimone -. Il mio scopo è rendere questa giornata il più difficile possibile per gli assassini di mia madre". Di Francesco Giovannetti

Siria, l'appello di Saviano: "Europa codarda e ipocrita. Valutiamo intervento, abbiamo armato noi Erdogan"

video "L'Europa dovrebbe intervenire in Turchia. Cercando di capire se la scelta militare in difesa dei curdi è una scelta possibile. E come spezzare il ricatto turco". Così Roberto Saviano condanna l'attacco turco in Siria contro i curdi presentando sul canale YouTube di Repubblica "Dì la verità anche se la tua voce trema" (Bompiani) di Daphne Caruana Galizia. "Siamo stati troppo tenui, non tempestivi - continua lo scrittore -. Anche impedire di vendere armi ai turchi che senso ha? Sono satolli delle nostre armi, quella è una messinscena politica. L'Europa si sta dimostrando codardissima. Le sanzioni sono utili ma c'è molto altro da fare. In questo momento i curdi sono senza armi, sono stati costretti ad allearsi a un dittatore sanguinario come Assad per evitare il genocidio. Sono stati isolati. Hanno problemi di farmaci e beni di prima necessità. Mi sono arrivate richieste da parte di ong sul territorio. Almeno su questo ognuno può fare qualcosa".