Il Veneto "processa" Salvini

Il voto dell'ammaina-Salvini. Le urne venete emettono un verdetto di cambio epocale di guida politica, dopo una lunghissima stagione leghista. Ed è una bocciatura impietosa soprattutto per un Capitano degradato sul campo, uno sgangherato Carroccio frana di 18 punti percentuali e 550mila voti assolut

Senza Titolo

VENEZIADurante il Consiglio federale di martedì nessuno ha parlato di dimissioni ma i paletti sono stati messi in modo chiaro. Nel suo intervento il presidente Luca Zaia, oltre ad aver chiesto con forza che i congressi provinciali e regionali si facciano molto velocemente, ha sollecitato - proprio p

Senza Titolo

l'intervistaEnrico FerroCarlo Nordio, secondo lei cosa ci dice il risultato straordinario di Fratelli d'Italia in Veneto? «Ci dice innanzitutto che il timore di derive sovraniste o autoritarie è una colossale stupidaggine. Il Veneto e i suoi abitanti hanno una gloriosa tradizione risorgimentale che

San Vendemiano tradisce Zaia dal "suo" 72 al 18% della Lega

Lega pressochÊ doppiata anche nel comune dove vive il presidente della Regione Luca Zaia, San Vendemiano (Treviso): il Carroccio si è fermato appena sotto il 18 per cento, Fratelli d'Italia è volata al 34. Due anni fa, alle regionali, la lista del governatore aveva sbaragliato il campo, con il 72

Senza Titolo

Convocazione urgente, ieri mattina, per l'ora dell'aperitivo al K3 di Fontane Chiesa Vecchia a Villorba, alle porte di Treviso. Di ritorno dal consiglio federale di martedì il presidente della Regione, Luca Zaia, ha radunato giunta e consiglieri al K3. «I veneti ci guardano, adesso non è il tempo de