Enrico Letta sul voto del 25 settembre: "Se vince la destra il primo a brindare sarà Putin"

video "Se il 25 settembre alle 23 vincesse la destra in Italia, il primo a brindare sarebbe Putin. Sarebbe naturale visto il livello di legame che Salvini e Berlusconi hanno storicamente con lui. Legami mai negati". Così Enrico Letta, segretario Pd, commenta a margine del Festival di Dogliani un'eventuale vittoria della destra alle elezioni del prossimo 25 settembre.di Francesco Doglio

Metropolis 121 - Scissione M5s, Cirinnà: "Pd sia calamita per allenze anche con nuove forze politiche"

video Monica Cirinnà, senatrice del Partito Democratico, interviene a Metropolis sul futuro del campo largo di Enrico Letta dopo la scissione del M5s: "Dobbiamo essere la calamita di un Parlamento terremotato e mettere in campo temi attrattivi per alleati ed elettori. Al centro ci devono però essere i diritti, come il lavoro, l'uguaglianza e l'emergenza climatica". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Letta, dalla Festa de l'Unità agli industriali di Cernobbio: "Il Pd parla a tutti"

video "Il Partito Democratico parla a tutta l'Italia e punta a prendere i voti di tutta l'Italia. Oggi sono qui ma poi sarò alla festa del partito a Reggio Emilia. Il nostro essere partito di popolo ci consente di essere europeisti e affidabili, in grado di prendere impegni a livello europeo e a mantenerli". Il segretario del Partito Democratico Enrico Letta, a Cernobbio per il Forum Ambrosetti, risponde così a chi gli chiedeva a che tipo di elettorato il Pd si stia rivolgendo in campagna elettorale, se quello delle Feste de l'Unità o quello del gotha dell'economia italiana riunito sulle sponde del lago di Como. Letta, per altro, è giunto a Cernobbio con un giorno d'anticipo rispetto a Salvini, Meloni, Conte e Tajani con i quali avrà domenica mattina un confronto di fronte agli uditori del forum: "Bruciare le tappe sugli altri? No, sono venuto qui soprattutto ad ascoltare", ha detto Letta. di Andrea Lattanzi

Migranti, scontro tra ong e Viminale

Niccolò Carratelli / RomaMentre Giorgia Meloni promette una «corretta gestione dei flussi migratori», l'ong Alarm Phone segnala la presenza di due barconi, nel mare tra Malta e Italia, con in tutto 1. 300 persone a bordo, «gravemente disidratate». E altrettante sono quelle stipate nel centro di acco

Senza Titolo

C'è chi parla di "ri-fondazione", chi di "ri-generazione", va di moda anche "ri-partenza" (dopo la sconfitta). E poi c'è chi vuole "ri-nominare" il Pd. È tutto un "ri", come la parola che spiega il tutto, sconfitta e implosione: "ri-produzione" di un meccanismo, tanto oliato quanto gattopardesco, pe

Metropolis/176 - Elezioni, Bonino canta con le donne ucraine "Bella Ciao " e "Roma non fa' la stupida"

video Chiusura itinerante della campagna elettorale per +Europa, che a bordo di un bus "Double Decker" stile inglese ha attraversato le vie di Roma. Per Emma Bonino, Benedetto Della Vedova e Riccardo Magi prima tappa davanti all'ambasciata russa per incontrare i rappresentanti della comunità ucraina che protestavano contro Mosca. Alcuni di loro sono saliti sul bus e, insieme a Bonino, hanno intonato 'Bella ciao' e diverse canzoni della tradizione popolare italiana. Il bus è partito da piazza della Repubblica e ha ospitato a bordo per un tratto, anche il segretario del Pd Enrico Letta. Immagini di Giulio Ucciero

Letta: "L'obbligo scolastico sia esteso fino alla maturità". La platea di Rimini lo contesta

video Il segretario del Partito Democratico Enrico Letta, intervenuto a un dibattito al meeting di Rimini con i leader degli altri partiti, ha sollevato alcune contestazioni da parte del pubblico quando ha lanciato la sua proposta di estendere l'obbligo scolastico dalla scuola dell'infanzia fino alla maturità. "Allungare l'obbligo scolastico fino alla maturità lo considero fondamentale, così come fare in modo che la scuola dell'infanzia sia data alle famiglie con una gratuità necessaria", ha detto Letta. di Francesco GiovennettiVideo Meeting di Rimini

Senza Titolo

Si assume l'onere della sconfitta Enrico Letta e lascia. Ma il leader uscente del Pd non si schiera con nessuno dei candidati pi첫 accreditati a succedergli, Stefano Bonaccini o Elly Schlein. bertini /PAGina 7

Senza Titolo

Federico Capurso / ROMAPer Giuseppe Conte è il giorno della celebrazione del «grande successo» elettorale, dell'endorsement di Beppe Grillo e degli «auguri di buon lavoro a Giorgia Meloni», già avvertita dal leader M5S che «la nostra sarà un'opposizione chiara e dura». Ma è soprattutto il giorno del