Letta: "Vogliamo sapere se è stato Putin a fare cadere il Governo Draghi"

video "Le rivelazioni che sono uscite sui legami tra Salvini e la Russia di Putin sono inquietanti. Questa campagna elettorale inizia nel modo peggiore perché c'è una chiarissima macchia su questa vicenda e noi chiediamo la verità: vogliamo sapere se è stato Putin a far cadere il Governo Draghi, se coloro che l'hanno fatto cadere lo hanno fatto su mandato di una potenza straniera che oggi aggredisce e rispetto alla quale noi non possiamo avere buoni rapporti. Salvini ha fatto una dichiarazione che non solo non è una smentita ma è una dichiarazione che conferma tutti i suoi legami oscuri con Putin e con la Russia. Porteremo al Copasir, faremo interrogazioni, chiediamo che il governo risponda e vogliamo capire se dietro le scelte e gli atteggiamenti della lega c'è la Russia di Putin. Se così fosse sarebbe di una gravità senza fine". Lo ha detto il segretario del Partito Democratico Enrico Letta ai giornalisti a margine dell'Assemblea Nazionale della Coldiretti.Video Ansa

Senza Titolo

Carlo Bertini / RomaLe correnti sono avvertite: se qualcuno fa scherzi si rischia di piombare nel caos, il percorso congressuale potrebbe trasformarsi in scontro: Enrico Letta fino a ieri sera ha sentito tutte le aree del partito per raccogliere consensi sul compromesso che proporrà oggi: non si può

Metropolis/141 - Elezioni, Tinagli (Pd): "Non ci sono due destre, ma una e radicale. Così perdiamo credibilità in Ue"

video Irene Tinagli, vicesegretaria Pd e presidente della Commissione affari economici e monetari dell'Ue, a Metropolis sposa la linea di Enrico Letta e commenta la decisione del centrodestra di non votare la fiducia a Draghi: "Non si sono resi conto, il Pnrr non va smontato serve un patto tra i partiti per salvarlo. Da ieri il Ppe è in imbarazzo". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Senza Titolo

Egregio direttore,leggo sul suo giornale autorevoli riflessioni di neoeletti, rieletti e militanti del PD sul deludente risultato della nostra coalizione e sugli errori della campagna elettorale appena conclusa. Penso che, tranne che per qualche rara eccezione, si stiano commettendo gli errori di se

Senza Titolo

il retroscenaAlbino SalmasoIl congresso del Pd si terrà a metà gennaio e non il 12 marzo 2023. A dare la sveglia alla compagnia sotto shock dopo le politiche è stata Alessandra Moretti da Bruxelles: potenza dello scranno Ue. Enrico Letta sta lavorando per accelerare le procedure e attende il via lib

Senza Titolo

l'intervistaLaura Berlinghieri / veneziaVenticinque anni, vale a dire l'età minima per essere eletti deputati, Rachele Scarpa da Treviso è la più giovane parlamentare italiana. «E per questo voglio portare le istanze della mia generazione» spiega, sicura. È una delle scommesse vinte da Enrico Letta,

Senza Titolo

Nessuno che abbia sentito parlare in Veneto di autonomia, tranne Zaia, spiega Enrico Letta a seguito del suo tour elettorale in regione. Ma se il leader del Pd ci fosse venuto prima un po' più spesso, anziché fare solo una fugace apparizione a ridosso del voto in una terra dove pure si è candidato,

La corsa

il casoFrancesco MoscatelliINVIATO A CAMPOGALLIANO (MO)«Sentire evocare lo scioglimento del Pd mi colpisce nel profondo. Non accetto che si resti paralizzati sotto i colpi della destra, di questa destra, che governa, o delle altre opposizioni che tentano di dilaniarci. Se permettete, cosa vogliamo o

Enrico Letta sul voto del 25 settembre: "Se vince la destra il primo a brindare sarà Putin"

video "Se il 25 settembre alle 23 vincesse la destra in Italia, il primo a brindare sarebbe Putin. Sarebbe naturale visto il livello di legame che Salvini e Berlusconi hanno storicamente con lui. Legami mai negati". Così Enrico Letta, segretario Pd, commenta a margine del Festival di Dogliani un'eventuale vittoria della destra alle elezioni del prossimo 25 settembre.di Francesco Doglio

Metropolis 121 - Scissione M5s, Cirinnà: "Pd sia calamita per allenze anche con nuove forze politiche"

video Monica Cirinnà, senatrice del Partito Democratico, interviene a Metropolis sul futuro del campo largo di Enrico Letta dopo la scissione del M5s: "Dobbiamo essere la calamita di un Parlamento terremotato e mettere in campo temi attrattivi per alleati ed elettori. Al centro ci devono però essere i diritti, come il lavoro, l'uguaglianza e l'emergenza climatica". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica