Europa, Salvini: "Banche e migranti? Me ne frego di Bruxelles"

video "Un colpo di telefono alla Guardia Costiera e si dice che col governo Salvini si salvano tutti ma non ne sbarca più uno. Bruxelles si lamenta? Me ne frego di Bruxelles". Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, ad Arezzo davanti alla vecchia sede di Banca Etruria, dice: "Mi impegno con barconi e aerei a riportare in Africa questa gente". Anche sulle banche l'atteggiamento verso l'Unione Europea non cambia: "Se dovessi diventare premier, la prima cosa che farei sarebbe di a Bruxelles a dire che la direttiva sulle banche che ha massacrato migliaia di risparmiatori per noi non esiste".

Salvini in mezzo ai bambini rom di Torino: "Matteo non avere paura"

video Matteo Salvini ha cominciato il suo giro elettorale partendo dal campo nomadi di via Germagnano a Torino. Durante la passeggiata Salvini, visibilmente a disagio, è stato circondato da un gruppo di bambini rom che lo hanno salutato ed invitato a non avere paura di loro. Il segretario della Lega Nord ha fatto buon viso e ha risposto alle domande poste dagli abitanti del campo ma poi, infastidito dalla calca, ha chiesto ai suoi collaboratori di allontanare il capannello di persone assiepate intorno a luidi Alessandro Contaldo

Elezioni, Salvini: "Se mi fido di Berlusconi nel dopo-voto? Mi fido degli italiani che votano Lega"

video "L'ho sentito, sta bene, si sta giustamente riposando. Conto che torni il prima possibile". Così il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, ad Arezzo davanti alla vecchia sede di Banca Etruria per una tappa della campagna elettorale. Ai cronisti che gli chiedevano se si fidasse di Berlusconi per il dopo-voto, Salvini ha risposto di fidarsi "degli italiani che faranno chiarezza e sceglieranno con chiarezza la Lega". di Andrea Lattanzi

Elezioni, Diamanti: "La Lega si è ripresa voti dai 5S al Nord e ha rosicchiato il Pd al Centro"

video La Lega di Salvini, nata come Lega Nord con il 4% salta al 16/17 delle politiche 2018. Cosa è successo? Nello speciale di RepTv il politologo Ilvo Diamanti che ha visto nascere il Carroccio negli anni Ottanta nelle valli del Nord racconta la metamorfosi della formazione di Matteo Salvini. Capace di "riprendersi una parte dei voti che i 5 Stelle le avevanpo preso al Nord", ma anche di "rosicchiare" consensi al PdR, il partito di Renzi.

Sconto agli arabi al Museo Egizio, un video della Lega paralizza il centralino

video Un'ondata di telefonate che ha mandato in tilt i centralini del Museo Egizio di Torino, innescata della provocazione lanciata su Facebook da Andrea Crippa, 30 anni, brianzolo e leader dei Giovani Padani, il movimento giovanile della Lega Nord e assistente parlamentare di Matteo Salvini. Mercoledì Crippa ha postato un video sulla sua pagina Facebook nel quale telefona in vivavoce al centralino del museo per chiedere informazioni sugli sconti e le tariffe agevolate applicate all’egizio. Dall’altro capo del telefono gli spiegano che “ gli arabi hanno diritto a un ingresso omaggio se entrano in due”. Da qui nasce la polemica e l’appello: “Facciamogli sentire cosa ne pensiamo”, con cui Crippa invita chiunque a telefonare al centralino per protestare.Video da Facebook

I 49 milioni perduti della Lega - Videostoria dei rimborsi scomparsi

video Dallo scandalo che nel 2012 travolse il fondatore Umberto Bossi e il tesoriere della allora 'Lega Nord' Francesco Belsito, alla condanna del 2017 dei due per truffa ai danni dello Stato per aver sottratto per fini personali o di partito i rimborsi elettorali ricevuti tra il 2008-2010. Al 3 luglio 2018, quando la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della procura di Genova per estendere il blocco dei fondi alla Lega anche al denaro che arriverà in futuro nelle casse del partito, fino a raggiungere la cifra di 49 milioni di euro. Il segretario del Carroccio Matteo Salvini assicura: "Non c'è un euro di quei rimborsi nelle nostre casse", "E' stato speso tutto in dieci anni". Ma un documento pubblicato da Repubblica prova che Salvini ha ricevuto nel 2014 oltre 800mila euro di rimborsi elettorali regionali del 2010. videoscheda di Marco Lignana e Giulia Santerini montaggio Elena Rosiello

Bossi contro Salvini: "Ha rischiato di essere impiccato in piazza come il suo amico Mussolini. No a governo Lega-M5s"

video Umberto Bossi, senatore Lega Nord, scaglia parole dure contro l'attuale leader del Carroccio Matteo Salvini dopo il mancato appoggio al nome di Romani per la presidenza del Senato. "Salvini ha parlato prima di pensare, se per colpa sua saltavano autonomie di Lombardia e Veneto lo appendevano in piazza come il suo amico Mussolini", ha detto Bossi che sull'ipotesi governo Lega-M5S afferma: "No ad un governo con loro, quelli del M5S hanno un programma vecchio dei tempi della Democrazia Cristiana, vogliono fare la cassa del Mezzogiorno per l'assistenzialismo che è già fallito una volta". di Martina Martelloni