De Banfield, l’eroe nemico

article «L’Italia in fondo non lo perdonò mai. Non solo era stato un eroe nelle file nemiche, ma quando potè rientrare a Trieste, non essendo lui fascista, non volle prendere la tessera del partito. E questo nel clima di quegli anni era sembrato essere veramente troppo». Così Maria Luisa de Banfield rico...

di SILVIO MARANZANA