Tredici tonnellate di prodotti per i più poveri

Oltre 13 tonnellate di generi alimentari e prodotti per l’igiene della casa e della persona. La quinta raccolta alimentare della Caritas diocesana si è chiusa con numeri da record. Un’iniziativa promossa per aiutare le famiglie che vivono una situazione di grave difficoltà, e che si trovano sotto la

brevi

lotta alle leucemie Parte oggi da Trieste “Sognando Itaca” Parte oggi dal pontile dell’Adriaco, verso le 11, la nuova edizione di “Sognando Itaca. Regata per la vita” promossa dall’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e i mielomi. La regata toccherà i principali porti italiani. A bord

La “clanfa” debutta in piazza

di Micol Brusaferro Piazza della Repubblica, nel pomeriggio di ieri, si è trasformata in un grande palcoscenico all’aperto per accogliere il progetto “ArTs Piazza dell’Arte pubblica”. C’è chi si è lanciato in una “clanfa”, sì proprio in una “clanfa”, su un tappeto elastico, chi ha posato per un ritr

Grado espugna Monfalcone e va in C

MONFALCONE Dopo la sirena finale è Angelo Lugnan, il vero condottiero in campo della Pallacanestro Grado così come coach Lucio Miani lo è stato in panchina, il primo a gettarsi nelle braccia dei suoi tifosi per festeggiare il ritorno in C regionale del basket lagunare. In gara-2 Grado espugna la Ver

Grado espugna Monfalcone e va in C

MONFALCONE Dopo la sirena finale è Angelo Lugnan, il vero condottiero in campo della Pallacanestro Grado così come coach Lucio Miani lo è stato in panchina, il primo a gettarsi nelle braccia dei suoi tifosi per festeggiare il ritorno in C regionale del basket lagunare. In gara-2 Grado espugna la Ver

«A Duino dove combattè mio nonno Giuseppe»

TRIESTE «Mio nonno Giuseppe era un fante; ha combattuto a Duino ed è morto all’ospedale militare dopo essere stato contagiato dalla “spagnola”, l’epidemia d’influenza che all’epoca non lasciava scampo» ricorda Paolo Aita. È il nipote del veterano della Grande Guerra ricordato ieri in una breve cerim

«A Duino dove combattè mio nonno Giuseppe»

TRIESTE «Mio nonno Giuseppe era un fante; ha combattuto a Duino ed è morto all’ospedale militare dopo essere stato contagiato dalla “spagnola”, l’epidemia d’influenza che all’epoca non lasciava scampo» ricorda Paolo Aita. È il nipote del veterano della Grande Guerra ricordato ieri in una breve cerim