Libia, Prodi: "L'Italia ha perso il suo ruolo, speriamo lo recuperi. L'Onu? Quando il conflitto si allarga, non conta più niente"

video Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è in missione in Libia per riprendere contatti con i protagonisti del conflitto che va avanti ormai da anni. "L'Italia ha già perso il suo ruolo in Libia, speriamo che lo recuperi", dice Romano Prodi in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital, "La sciagurata guerra è cominciata nel 2011, non abbiamo fatto i mediatori quando lo si poteva fare, e adagio adagio le grandi potenze vicine hanno aumentato i loro interessi sulla Libia. Adagio adagio, le grandi potenze intervengono in un conflitto locale. E l'Onu, poveretta, quando il conflitto si allarga non conta più niente. La Nato? Non ha ancora trovato il suo ruolo dopo la caduta del muro di Berlino. È nata come contrasto all'Urss, e dopo la caduta dell'Unione Sovietica sta ancora cercando di diventare grande".Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino

Elisabetta Trenta: "Nessun privilegio, quella casa spetta a mio marito. E paghiamo affitto di 540 euro"

video L'ex ministro Elisabetta Trenta risponde così alle polemiche sulla casa nel quartiere San Giovanni di Roma dove vive con il marito, un Maggiore dell’Esercito. La casa le era stata assegnata come alloggio di servizio durante il suo incarico di ministro della Difesa. Perso quell’incarico Trenta e marito sono però rimasti in quella casa visto che è stata assegnata a lui. Lei è proprietaria di un altro alloggio a Roma. Luigi Di Maio le chiede di spigare e lei rivela: “L’ho chiamato, mi ha chiesto di lasciare quella casa e io ho risposto che non lo faccio. Contro di me fuoco amico?”. intervista di Silvia Scotti, Radio Capital

Emilia-Romagna, Bonaccini: "M5s rischia di restare schiacciato, se vuole discutere noi ci siamo"

video Il Movimento 5 Stelle seguirà il volere degli iscritti alla piattaforma Rousseau e si presenterà alle regionali in Emilia Romagna. E, conferma il capo politico Luigi Di Maio, si presenterà da solo, senza "intese con il Pd". "Lo scontro si polarizzerà, e il M5s rischia di rimanere schiacciato da questa polarizzazione", avverte Stefano Bonaccini, presidente della Regione e candidato del centrosinistra, in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital. "Li invito a riflettere: se restare schiacciati tra noi e la Lega, oppure provare a prendersi una responsabilità per provare a governare. Io non credo ad alleanze solo per battere gli avversari, sono prese in giro ai cittadini, ma negli ultimi sei mesi le scelte strategiche per la regione le abbiamo votato sempre insieme".Un sondaggio SWG dà per la prima volta la candidata leghista Lucia Borgonzoni in vantaggio, ma Bonaccini non si scompone: "Non mi preoccupa, come non mi interessano gli altri sondaggi che mi danno davanti. Non contano sondaggi o selfie, ma i voti nelle urne". Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino

Taglio parlamentari, Cassese: "Risparmi pari a un settimo di un F35. Conte usa linguaggio da beauty farm"

video La Camera ha dato il via libera definitivo al taglio dei parlamentari con 553 sì. Luigi Di Maio e Giuseppe Conte hanno parlato di "giornata storica". "Mi sembra un'affermazione molto sovradimensionata rispetto alla realtà", smorza a Circo Massimo, su Radio Capital, il giudice emerito della Corte costituzionale Sabino Cassese, "La domanda fondamentale è: sarà una democrazia migliore quella con un minor numero di parlamentari? Io francamente ho dei dubbi, penso che non ci siano grandi festeggiamenti da fare". Il premier ha parlato di "snellimento", utilizzando quella che Cassese definisce una "terminologia da beauty farm che fa un po' ridere. Parlano di risparmi, ma ho calcolato che il risparmio che si può ottenere è pari a un settimo del costo di un F35. In realtà è un attacco alla democrazia parlamentare da parte di coloro che pensano alla democrazia diretta". Cassese, poi, fa notare che "forse ci sarebbe stato un buon motivo per ridurre il numero dei parlamentari, ma nessuno lo ha detto. Dal 1970", spiega, "abbiamo 20 consigli regionali che svolgono la medesima funzione che svolge il parlamento nazionale". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Manovra, viceministro Misiani: "Incentivi a partite IVA se usano fattura. Nessuna persecuzione commercianti"

video Il Consiglio dei ministri ha dato l'ok alla manovra, ma la discussione nella maggioranza continua: Luigi Di Maio rilancia su diversi fronti, dalle sanzioni ai commercianti al tetto al contante. "Ci sarà sicuramente dialogo e confronto nella maggioranza, le leggi di bilancio sono sempre soggette a miglioramenti nel corso del confronto parlamentare", dice il viceministro dell'Economia Antonio Misiani a Circo Massimo, su Radio Capital. Le critiche del capo politico 5 stelle riguardano soprattutto le multe agli esercenti che non accettano pagamenti elettronici e partite IVA: "Le multe erano già previste da un decreto del 2012, sono rimaste sulla carta in virtù di una sentenza del Consiglio di Stato - ricorda Misiani -. Di Maio vuole cambiarla? La discuteremo, non c'è nessuna volontà persecutoria. Per le partite IVA non attiveremo la seconda parte della riforma varata dal precedente governo. Metteremo alcuni paletti limitati alla flat tax da 0 a 65mila euro ma con un'incentivazione per chi passerà volontariamente alla fatturazione elettronica". Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino

Tassa merendine e biglietti aerei, il sottosegretario Baretta: "Sì solo se serve. Ma la pressione fiscale non aumenterà"

video "L'obiettivo è abbassare le tasse, non aumentarle": così Giuseppe Conte e Luigi Di Maio, appena atterrati a New York per partecipare all'Assemblea Generale dell'ONU, hanno chiuso ogni frizione nata dall'apertura del premier alla tassazione verde su merendine e biglietti aerei. "La pressione fiscale non aumenterà, vogliamo ridurla", assicura a Circo Massimo, su Radio Capital, il sottosegretario Pier Paolo Baretta. Che però specifica: "Se dobbiamo accedere a delle tasse, adottiamo in maniera esplicita la tassazione per una riconversione di sostenibilità ecologica del nostro sistema e dei nostri consumi e della nostra qualità della vita. Questo mi pare il criterio di fondo. Il filone deve essere di sostenibilità ecologica e alimentare". Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino

Salario minimo, Pisapia: "Pd e 5 stelle votino insieme. Jobs act e articolo 18 errori pagati cari"

video Pd e M5S condividono la volontà di introdurre una legge sul salario minimo, che secondo il vicepremier Luigi Di Maio sarà approvata entro agosto. "Si sta marciando insieme, con alcuni emendamenti e proposte convincenti anche dal Pd", dice a Radio Capital l'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, candidato dem alle elezioni europee. "Sono sempre stato dell'idea, nel mio non lungo periodo di parlamento, che quando ci sono cose ragionevoli si cerca di migliorarle e poi, se vengono migliorate, si approvano". Pisapia resta critico sulle misure sul lavoro introdotte a suo tempo dal governo Renzi: "Sbagliato abolire l'articolo 18. E il Jobs Act è stato un errore pagato caro alle elezioni".Intervista di Jean Paul Bellotto e Riccardo Quadrano

Carige, Patuelli (ABI): "Nazionalizzazione non dà certezza risanamento ed efficienza"

video "La nazionalizzazione è l'unica strada", dice il vicepremier Luigi Di Maio parlando di Banca Carige. Una soluzione che, però, non è sempre stata positiva: "La storia ci insegna che le banche nazionalizzate molto spesso non hanno avuto una gestione efficiente", commenta a Circo Massimo, su Radio Capital, il presidente dell'ABI Antonio Patuelli, "Il modello della banca nazionalizzata non dà certezze assolute di risanamento". La manovra aumenta il carico fiscale nei confronti delle banche: potranno esserci degli aumenti delle tariffe? "Per gli aumenti ci sono tutta una serie di cause e la tassazione è una delle cause legittime", risponde Patuelli. intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto