Pd, Zingaretti: "Da Direzione esce Pd più unito". Calenda: "Chiarissimo no a alleanza con i 5s"

video "Sono molto contento perché dopo la Direzione esce un Pd più unito. Ora si parta con la Costituente delle Idee per offrire un'alternativa a chi sta governando solo sui litigi, stanno insieme solo sulle poltrone": così il segretario del Pd Nicola Zingaretti. Carlo Calenda è soddisfatto: "Il segretario ha dato priorità a sanità, scuola e investimenti. C'è una chiarissima indicazione del no ad alleanze in qualunque forma e modo con il Movimento 5 stelle". Sottolinea Anna Ascani: "Va detta una parola definitiva su questo rapporto con i 5 stelle. Ogni volta Di Maio utilizza queste uscite degli esponenti del Pd (l'apertura a un'alleanza con i pentastellati prospettata da Beppe Sala in un'intervista a Repubblica) per rafforzare il governo con Salvini. Se Zingaretti ribadirà che né ora né mai ci sarà un accordo con i cinque stelle noi non potremmo che esserne contenti". Di Livia Crisafi

Blitz notturno di Tvboy a Roma, nuovo murale dello street artist su Salvini: "La dittatura del selfie"

video A poco più di un anno dal murale del bacio tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini che aveva fatto intendere l'unione governativa tra Movimento 5 Stelle e Lega, Tvboy torna a giocare con la politica italiana. Mancano 2 giorni alle elezioni europee e l'artista di strada palermitano trapiantato a Barcellona, il cui vero nome è Salvatore Benintende, ironizza ancora sulla politica italiana con il murale "La dittatura del selfie" che raffigura il leader del Carroccio affacciato dal balcone e intento a farsi un selfie con il suo smartphone. L'opera è stata affissa intorno alla mezzanotte a pochi metri da piazza Venezia e dal Campidoglio. di Cristina Pantaleoni