Libri ordinati per autore, colore o messi a caso: così gli italiani riorganizzano gli scaffali

video Con tanto tempo a disposizione, molte persone hanno riscoperto l'amore per i libri. Mettendo in ordine gli scaffali si sperimentano nuovi metodi di organizzazione e, su Twitter, c'è chi ha svelato il proprio modo di catalogare i libri in casa. L’iniziativa è partita dal deputato Pd Filippo Sensi (@nomfup) - molto influente sui social, ideatore dell'hashtag #iorestoacasa - e in poco tempo sono stati pubblicati centinaia di commenti e foto. A cura di Sofia Gadici

Coronavirus, Gallera: "Diminuiscono morti in un giorno in Lombardia"

video "Complessivamente siamo ad un totale di 41.007 contagiati dal coronavirus in Lombardia con un incremento di 1.592, un dato che si riduce rispetto alla giornata di ieri (2.117 ndr). Diminuiscono i contagi nella provincia di Bergamo, 178 contro i 279 nella giornata di ieri, mentre aumentano a Milano, con 247 casi rispetto ai 150 registrati nelle scorse 24 ore". Lo ha reso noto l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, nel corso del punto quotidiano sull'emergenza coronavirus. "I posti in terapia intensiva sono oltre 1600, eravamo partiti da 724. Si tratta di qualcosa che non ha paragone in nessun altro sistema sanitario" ha successivamente sottolineato l’assessore Gallera. a cura di Edoardo Bianchivideo Facebook Lombardia notizie

Genova, nel laboratorio dove le mascherine anti Covid nascono dalle mute da sub

video Da azienda produttrice di attrezzature subacquee d’eccellenza a fabbrica artigianale del bene più prezioso del momento: mascherine protettive anti contagio da coronavirus, da destinare a ospedali e volontari. È la riconversione virtuosa di Top Sub, impresa genovese nota in tutta Italia dagli appassionati del settore (e non solo: è fornitore unico di tutti i reparti subacquei delle Forze dell’ordine, dalla Polizia ai Vigili del Fuoco), che da una settimana produce solo mascherine stagne di neoprene, lo stesso materiale delle mute. “Stavo pensando a come fallire con onore, ho mandato in cassa integrazione i dipendenti, ma volevo anche trovare il modo di fare la mia parte”, spiega il titolare, Silvano Agostini, 58 anni. Tecnicamente una semplice lastra di gomma, la mascherina made in Genova non è dispositivo medico, per il momento, ma ha la sua certificazione anallergica. Progettata su più modelli e a più colori, rigorosamente “non usa e getta, non a caso siamo genovesi: una volta utilizzata basta lavarla e torna come nuova” – scherza ma non troppo Agostini – dalla linea di produzione della sede dell’impresa, sul mare di Priaruggia, ne sono partite già a migliaia per l’ospedale Gaslini, il Santa Croce di Cuneo e varie associazioni impegnate in prima linea. Di Matteo Macor

Coronavirus, rallentano contagi in Lombardia. Gallera: 'Successo di tutti i cittadini che rimangono a casa'

video "Complessivamente siamo ad un totale di 41.007 contagiati dal coronavirus in Lombardia con un incremento di 1.592, un dato che si riduce rispetto alla giornata di ieri (2.117 ndr). Diminuiscono i contagi nella provincia di Bergamo, 178 contro i 279 nella giornata di ieri, mentre aumentano a Milano, con 247 casi rispetto ai 150 registrati nelle scorse 24 ore". Lo ha reso noto l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, nel corso del punto quotidiano sull'emergenza coronavirus. "I posti in terapia intensiva sono oltre 1600, eravamo partiti da 724. Si tratta di qualcosa che non ha paragone in nessun altro sistema sanitario" ha successivamente sottolineato l’assessore Gallera. a cura di Edoardo Bianchivideo Facebook Lombardia notizie

Coronavirus, Borrelli (Protezione civile): "In un giorno 3815 nuovi positivi e 756 morti"

video Sono 13.030 in tutta Italia le persone guarite dal coronavirus Covid-19. Lo ha annunciato il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso del bollettino delle ore 18 sulla diffusione del coronavirus in Italia. Da ieri sono guarite 646 persone. Sale a 10.779 il numero di vittime a causa del Covid-19. Si tratta di 756 decessi in più rispetto a ieri. a cura di Cristina Pantaleonivideo di Protezione Civile

Remo Anzovino e le note della sua Hallelujah per l'indulgenza plenaria del Papa

video Come tutti nel mondo, ho assistito alla Indulgenza Plenaria Urbi et Orbi del Santo Padre.Come tutti nel mondo ho provato indicibile sgomento e incommensurabile emozione nel vedere Papa Francesco da solo in una piazza San Pietro completamente vuota e bagnata dalla pioggia. Svegliandomi ho ricordato un’altra mattina, quando la frase di questo Papa "Chi sono io per giudicare?" mi guidò per comporre la musica che ho chiamato Hallelujah. Quelle parole furono dette da un Pontefice in un mondo che era libero, e non funestato da un virus invisibile che genera morte e distruzione nel mondo intero. E mai come ora, dopo le immagini di ieri sera, mi sento parte del genere umano ascoltando Papa Francesco dire: "Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme".