Coronavirus. Molinari: "La protesta di medici e infermieri a Bruxelles? Che errore i tagli alla sanità, del Belgio ma non solo"

video Il direttore di Repubblica Maurizio Molinari riflette sulle spalle alla premier belga Sophie Wilmès mostrate da decine di infemieri e medici in un ospedale di Bruxelles. "Non è tanto un gesto contro di lei, ma contro i suoi predecessori - spiega a Unomattina (Rai1) - responsabili di tagli alla sanità che dopo il 2008 ha fatto il Belgio ma non solo. L'emergenza coronavirus ci ha insegnato quanto sia importante la sanità pubblica".   Rai 1

Templi religiosi e Coronavirus, viaggio tra i buddisti srilankesi di Spilamberto e e gli indiani sikh di Novellara

video Nel cuore della Pianura Padana, bagnato dalle acque del fiume Panaro e con lo sfondo dell’Appennino tosco-emiliano sorge il tempio buddista Maitri Viharaya, qui da tutta la regione arrivano fedeli originari dal Bangladesh e soprattutto dallo Sri Lanka. Ad accoglierci nella sua posa zen in piena meditazione è il monaco singalese Wattehene Vijitha Thero, maestro buddista nelle scuole statali dello Sri Lanka, in vacanza in Italia e rimasto bloccato nel nostro Paese a causa del Coronavirus. “Non posso ancora tornare a casa, sono rimasto bloccato qui, ma è stata una vera fortuna: - racconta il reverendo - il monaco che si occupa di questo tempio si era recato in Sri Lanka per un viaggio religioso ed è rimasto a sua volta bloccato lì, ora sono io che mi occupo della meditazione per i fedeli". Fedeli che purtroppo possono raggiungere il tempio di Spilamberto pochi alla volta e dotati di mascherina: "Questa sala è troppo piccola per ospitare tanti fedeli con le nuove misure di sicurezza, quindi al momento stiamo trasmettendo le nostre preghiere in diretta Facebook". Spostandoci verso Reggio Emilia, nella patria del Parmigiano Reggiano, a Novellara, sorge il tempio Sikh più grande d’Europa. Qui gli indiani con il loro tradizionale turbante misurano la temperatura ai fedeli all’ingresso e nella grande sala di preghiera sono state segnate sul pavimento le distanze da tenere. “Prima della pandemia - spiega Iqbal Singh, vicepresidente del tempio Gurdwara Singh Sabha - era possibile mangiare tutti insieme nella nostra mensa, era una parte importante della nostra cerimonia, oggi preferiamo evitarlo per ragioni di sicurezza".Di Valerio Lo Muzio

Fase 2, a Milano vietato l'alcol da asporto dopo le 19.00

video "Il Questore coordinerà Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili Urbani ai quali saranno assegnati luoghi particolari della movida, si andrà a rotazione, con un calendario". Il sindaco di Milano Beppe Sala, al termine di un incontro con il prefetto Renato Saccone, annuncia così le prime misure prese dall'amministrazione cittadina dopo le polemiche sorte in seno alle numerose immagini di persone assembrate fuori dai locali e per le strade in orario serale. Ma la più significativa novità riguarda il divieto, sia per i bar che per i negozi di prossimità, di vendere alcolici da asporto dopo le 19.00. "I bar potranno mantenere anche dopo il loro servizio al tavolo ma - ha precisato Sala - non potranno vendere per l'asporto". "Queste decisioni - ha concluso - non vietano la possibilità di stare con gli altri e bere qualcosa né limitano il rischio e consentono alle attività di operare". Di Andrea Lattanzi

Fase 2, riapre il lido in Puglia: ombrelloni a distanza e teli igienizzati. "Obiettivo dare sicurezza"

video Dal 25 maggio la Puglia riapre i lidi. Non tutti sono pronti ("Uno su dieci" annuncia il Sib, sindacato italiano balneari), ma nel primo giorno di via libera data dall'ordinanza regionale firmata da Michele Emiliano il lido Bambù a Monopoli ha aperto le porte. Ombrelloni in riva al mare e tavoli al ristorante distanziati, teli sigillati e igienizzati, menu con QR code e un solo pagamento nel corso della giornata: ecco come si stanno attrezzando per "garantire comunque comfort e privacy e dare sicurezza ai clienti"

Finale dei Comix Games 2020: i campioni della ludolinguistica su Youtube

video In diretta sul canale YouTube di Repubblica venerdì 29 maggio dalle 11 alle 13 la gara conclusiva del concorso nazionale di ludolinguistica organizzato da Comix in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino, Repubblica@Scuola e con la produzione di Gedi Visual. In collegamento dalle loro città e case 150 ragazzi per 6 classi provenienti da tutta Italia per il titolo di campione nazionale dei Comix Games 2020. Il fil rouge dei giochi è la reazione al Covid-19: dalla quarantena alla rinascitaUfficio Comunicazione ed EventiFranco Cosimo Panini Editore