Ultimo giorno per votare

Termina oggi la pubblicazione del coupon con la quale è possibile partecipare al gioco della Gazzetta “L’associazione più amata” che ha raccolto un notevole successo e una grande partecipazione. C’ è ancora tempo due settimane per consegnare in redazione gli ultimi tagliandi compilati e de

Tifoso muore stroncato da un malore

di Elisa Pederzoli Doveva essere una festa, sugli spalti del Mapei Stadium, a godersi una partita di serie A con in campo i big della Roma a sfidare il Sassuolo. Invece, si è trasformata in una tragedia pochi minuti dopo il fischio di inizio: un malore improvviso che lo fa cadere a terra s

Il sondaggio: Vaccari parte favorito

CASALGRANDE Vaccari favorito, una discreta dose di indecisione e una buona soddisfazione, invece, per i cinque anni di mandato ormai in conclusione. Sono i risultati del sondaggio realizzato a Casalgrande in vista dalle elezioni amministrative del maggio prossimo, realizzato da Gpf, un ist

Recitare fra i mobili del capannone-teatro

SAN POLO E’ un luogo difficilmente definibile. Un luogo che si concede all’arte in molteplici espressioni: dal teatro alla scultura, dall’antiquariato al modernariato, dalla musica alla lettura, dalla pittura al restauro. Quadro Tondo (via Prampolini 7/D, 0522 241187) è una “mostra di arti

Vinceti: «Ora si fa più dura»

LENTIGIONE C’è forte tensione nello spogliatoio dell’Arcetana a fine partita, per l’occasione persa di portare a casa il risultato. L’allenatore Paolo Vinceti riesce però a trarre delle note positive da questa sconfitta: «Nel primo tempo i miei giocatori sono stati molto bravi a rispondere

MASSENZATICO1

SANTOS: Ungaro, Li (80’ Tagoe), Algeri, Magani, Pallara, Yalaui, Montagna (50’ Pacciuti), Antwi, Olivi, Cirrincione, Elghachi (50’ Falbo). A disp. Pellicciari, Fornili, Doria. All. Grisendi. MASSENZATICO: Blasi, Carretti, Tirabassi, Caponio, Di Donato, Mattalia, Riga (55’ Mozzillo, 80’ Gui

Vecchi, niente simboli sui manifesti

di Chiara Cabassa L’aveva detto. «Con Luca vince la città». Nessun orpello sul suo manifesto elettorale, il cognome in secondo piano, niente slogan altisonanti e niente... simbolo del Pd. Qualcuno è partito all’attacco. Come la Lega, che accusa Luca Vecchi di «vergognarsi del proprio simbo

Matrix, è la fine di un incubo

CAMPEGINE La gara con il Sassuolo per la Matrix era uno degli ultimi tram per la salvezza. E i campeginesi l’hanno preso al volo, dimostrando finalmente un atteggiamento caparbio e vincente. Finisce 3-0 per Campegine ed il Sassuolo (12 punti nelle ultime 4 fare) pare non entrare mai in par