Senza Titolo

il casoAlberto SimoniCORRISPONDENTE DA WASHINGTON«L'indecisionesta uccidendo sempre più persone. Pensate velocemente», scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere di Zelensky tornando a chiedere armi. Qualche ora prima lo stesso presidente aveva evidenziato che «ogni accordo deve essere impleme

Senza Titolo

Giuseppe Agliastro /Mosca«Kherson sta tornando sotto il controllo ucraino e le unità dell'esercito ucraino stanno entrando nella città». Dopo più di otto mesi di occupazione, le forze armate di Kiev hanno annunciato di essere entrate nell'unico capoluogo di regione che era stato conquistato dall'ese

Elezioni, il monito degli industriali di Cernobbio a Meloni: "Chiunque vinca rispetti agenda Pnrr"

video "Serve continuità nel fare le cose importanti per il paese, a partire dal Pnrr. Abbiamo avuto grande apprezzamento per quanto fatto dal governo Draghi sul piano economico". Parola di Silvia Candiani, ad di Microsoft in Italia. Nella prima giornata del Forum Ambrosetti ambientato sulle sponde del lago di Como, il tema centrale dell'energia e del gas si intreccia con le elezioni del 25 settembre. Abbiamo chiesto ad industriali, banchieri e imprenditori digitali aspettative e preoccupazioni in vista del fatidico appuntamento. Fra nostalgici del governo Draghi e indecisi, con i dovuti distinguo, prevale la linea della continuità, ben riassunta dalla Country manager per l'Italia di Amazon Mariangela Marseglia: "Chiunque prenderà le redini del paese deve affrontare le sfide che ci sono per gli italiani, in continuità con le linee tracciate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza". A distinguersi, provenendo da una tradizione politica di sinistra, è l'ex-sindaco di Trieste Riccardo Illy, presidente dell'omonimo gruppo: "Non credo che i mercati si farebbero spaventare da un governo trainato da Fratelli d'Italia, però, se una testata autorevole come il New York Times ha avanzato questa ipotesi qualche preoccupazione dobbiamo farcela anche noi"di Andrea Lattanzi

Senza Titolo

il casoSimona SiriZeyi Yang, reporter per la rivista Tech Review, è stato uno dei primi ad accorgersene e a parlarne su Twitter. Le proiezioni cinesi del nuovo film dei Minions - in Italia uscito con il titolo "Minions 2 - Come Gru diventa cattivissimo" hanno un finale diverso dalla versione uscita

Metropolis/139 - Ucraina, Di Feo: "Perché la visita di Putin in Iran è una sfida all'Occidente"

video Il vicedirettore di Repubblica, Gianluca Di Feo, legge per Metropolis il senso del viaggio di Putin a Teheran, in linea con l'ultima analisi del New York Times: "Mosca vuole prendere il Donbass, portare sul lastrico l'economia ucraina e infine ridefinire l'ordine internazionale". Vero o falso che sia, aggiunge Di Feo, "intanto sul campo l'offensiva russa non si ferma". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'Ucraina Iscriviti alla Newsletter Segui i Sentieri Di Guerra di Gianluca Di Feo

Ninfa, lo straordinario spettacolo dei glicini in fiore nel giardino più romantico del mondo

video Una grande nuvola viola adagiata sulle rovine della città medievale di Ninfa, accanto al ponte romano e al fiume, in un degli angoli più suggestivi del giardino realizzato un secolo fa in provincia di Latina dalla nobile famiglia Caetani. Appare così in questi giorni il grande glicine giapponese che caratterizza il luogo definito dal New York Times il più bello e il più romantico del mondo. Si tratta di una varietà di glicine giapponese che in questi giorni di primavera ha una straordinaria e generosa fioritura, con infiorescenze che gradualmente schiudono corolle violette, che raggiungono mediamente oltre 1,2 metri di lunghezza e che, disposte ravvicinate lungo i rami, scivolano verso il prato e sulla superficie del fiume. Molte però in questo periodo sono anche le altre fioriture, con il Giardino di Ninfa immerso in un tripudio di profumi e colori. Per info e prenotazioni www.giardinodininfa.eu. Sullo stesso sito si può inoltre prenotare la visita al vicino Castello Caetani di Sermoneta, sempre gestito dalla Fondazione Roffredo Caetani.A cura di Clemente Pistilli (video Fondazione parco di Ninfa)

Senza Titolo

corrispondente da washington«Eccoli gli alleati più vicini all'Ucraina insieme ai britannici». Così dopo un'estenuante giornata di attesa, Blinken e Austin sono arrivati a Kiev dove sono stati accolti dal presidente Zelensky che 24 ore prima aveva annunciato con toni roboanti la prima visita ufficia

Bucha, le immagini satellitari mostrano i corpi in strada prima del ritiro dei russi

video Quelle piccole macchie scure, sull'asfalto, sono cadaveri di civili ucraini. Sono i corpi senza vita rinvenuti sulle strade di Bucha, vicino a Kiev, dopo che l'esercito russo ha abbandonato la cittadina. Il governo russo è certo che il massacro sia avvenuto dopo il 30 marzo, la data ufficiale in cui il suo esercito ha lasciato Bucha. Ma le immagini satellitari diffuse da Reuters sembrano affermare il contrario: in questi scatti risalenti al 19 marzo, effettuati dai satelliti appartenenti alla Maxar Technologies, si possono vedere diversi cadaveri già in strada. Sono almeno tre quelli che compaiono sulla strada Yablunka, quella resa tristemente nota da alcuni video che mostrano le auto e i pick-up con i militari effettuare uno slalom tra i corpi, nei giorni successivi alla ritiro dei russi. Le prime immagini del massacro di Bucha sono iniziate a circolare sui social già dal 1 aprile, mentre le foto di agenzia - tra cui gli scatti di Santi Palacios pubblicati da Repubblica - sono state diffuse dal pomeriggio del 2 aprile. Il New York Times, in un'indagine condotta utilizzando diversi scatti satellitari Maxar, è riuscito a dimostrare che almeno 11 corpi senza vita giacevano in strada, nella stessa posizione documentato dai video circolati sui social, già l'11 marzo scorso. di Pier Luigi Pisa   video Reuters

L'America

Corrispondente da WashingtonSono le conquiste ucraine sul terreno, le difficoltà russe e le mosse aggressive britanniche a spingere l'Amministrazione Usa a decidere di agevolare il trasferimento in Ucraina di carri armati di epoca sovietica, custoditi in qualche Paese dell'Europa orientale. Oltre a

"Lo yacht ormeggiato a Marina di Carrara è di Putin": l'inchiesta dei collaboratori di Navalny

video Nel porto di Marina di Carrara si trova un super yacht che risponde al nome di Scheherazade. Un'inchiesta del New York Times lo aveva collegato a Vladimir Putin, ma non erano emerse prove certe. Ora, un'inchiesta della Fondazione anticorruzione di Alexey Navalny, l'attivista politico russo, avversario di Putin, confermerebbe la tesi del New York Times. Tra le prove, il fatto che l'equipaggio sia in gran parte composto da agenti Fso, il servizio di guardia federale russo a cui è affidata la sicurezza del presidente russo.SEGUI GLI AGGIORNAMENTI DALL'UCRAINA ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANAVideo YouTube - Alexei Navalny

"Lo Sheherazade è qui dall'estate scorsa"

video Nel cantiere navale The Italian Sea Group, che si trova nel porto di Marina di Carrara c'è lo yatch Sheherazade, lungo 140 metri e con due aree per far atterrare gli elicotteri. Il New York Times ha ipotizzato che sia di proprietà di Vladimir Putin. Al momento il natante è in fase di riparazione in un bacino senza acqua. Un pensionato che frequenta tutto i giorni il porto ha spiegato che le voci sulla proprietà russa sono conosciute da tutti.Di René Pierotti