Senza Titolo

il casoPaolo Baroni / ROMAA cinque giorni dall'approvazione da parte del Consiglio dei ministri il testo della legge di bilancio, atteso all'inizio della prossima settimana in Parlamento, non è ancora stato completato e già una delle norme più discusse, quella su Opzione donna, potrebbe cambiare. Te

Senza Titolo

... Pd per il Pirellone. La possibile alleanza tra M5S e Dem rimane uno dei nodi cruciali nella battaglia contro il centrodestra, favorito nei sondaggi, con il governatore Fontana. Anche se il Presidente...

Senza Titolo

Niccolò Carratelli / romaBasta chiamarlo governo Meloni, a Carlo Calenda «sembra sempre più il governo Salvini». Sui migranti, perché «la strategia di Piantedosi è un disastro e finirà per far restare in Italia decine di migliaia di irregolari in più». O sulle tasse, dove si va avanti con «condoni e

Metropolis /178 - "Pronti?" Il caso Lega, la crisi Pd. Ospiti: Casini, De Masi, Marzano, Schifani. Con De Angelis e Moual (integrale)

video La lunga strada della sinistra dopo i risultati del Pd, con il congresso in vista e Letta che non si ricandida alla guida del partito: parleremo solo di papabili segretari o si metterà mano ai temi? La rivolta della Lega contro il leader: quanto margine di manovra hanno i governatori ribelli oggi riuniti in via Bellerio? L'incontro Meloni-Tajani e l'ostacolo Salvini: come si muove la sorella d'Italia per formare il suo governo. E quali ragioni ci sono dietro il grande scontento che ha portato al successo di FdI e all'astensionismo più alto di sempre. A Metropolis oggi ne parliamo, in ordine di scaletta, con Pierferdinando Casini, eletto nuovamente al Senato con il Pd, Giuseppe Schifani, nuovo presidente della Regione Sicilia, il sociologo Domenico De Masi, ideologo del M5s, e la filosofa e scrittrice Michela Marzano. In studio con Gerardo Greco, Alessandro De Angelis e Karima Moual. In collegamento dalla sede di FdI Gabriele Rizzardi, da Palermo Sara Scarafia. Con un servizio di Giulio Ucciero dal quartiere di Giorgia Meloni a Roma, la Garbatella. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Senza Titolo

... elettorale».Colpa di Letta?«Non solo. Dal famoso 40,8% di Renzi nel 2014, il Pd ha perso quasi 5 milioni di voti. È il principale socio occulto degli altri partiti. Alleati e avversari».E Conte?«Nel 2018 il M5S aveva...

Senza Titolo

... avvertita dal leader M5S che «la nostra sarà un'opposizione chiara e dura». Ma è soprattutto il giorno dell'arrivederci al Pd. Se qualcuno pensava che il 26 settembre si sarebbe potuto riaprire un dialogo, si...

M5s, Conte: "Letta cerca capri espiatori, si assuma le sue responsabilità"

video "Letta oggi ha puntato il dito contro di me in modo esplicito ed univoco. Quando c'è una sconfitta, come nel caso del Pd, è bene che un leader non cerchi capi espiatori a cui addossare la responsabilità". Così il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, ribatte alle parole del leader dem pronunciate l'indomani della sconfitta elettorale. "Non voglio entrare nelle dinamiche del Pd - ha dichiarato Conte -, vorrei però ricordare che Letta ha accettato col Pd di metterci un dito negli occhi, inserendo una norma su un inceneritore nel dl aiuti e sconfessando quanto fatto insieme". "Con l'agenda Draghi - ha incalzato Conte - Letta ha venduto un progetto politico che non c'era. Come avevamo detto in campagna elettorale non ci sarà alcun dialogo. Non è una questione personale con Letta o di gruppo dirigente ma di un'agenda: bisogna capire che Pd verrà fuori dal confronto interno che ci sarà, all'esito di quello vedremo se ci saranno le condizioni per riallacciare il dialogo".di Andrea Lattanzi

Sinistra-Verdi, Bonelli e Fratoianni: "Vogliamo essere un ponte tra Pd e M5s"

video "Da sempre abbiamo indicato l'urgenza di costruire un'alleanza ampia. Così non è stato, hanno prevalso altri tipi di ragionamenti". E' quanto ha detto il leader dei Verdi Angelo Bonelli commentando il risultato delle elezioni politiche insieme al segretario di Sinistra Italiana e partner dell'alleanza rosso-verde Nicola Fratoianni. "Ci rivolgiamo direttamente al Pd, a Giuseppe Conte e a chi ha parlato di progressimo e ambientalismo per chiedere di costruire una convergenza larga nel lavoro dei prossimi giorni - ha detto Fratoianni -. Non si batte questa destra senza il Pd e senza il M5s".da webtv Camera a cura di Francesco GiovannettiVideo webtv Camera dei Deputati