«Sul Piano casa vogliamo decidere noi»

MIRANO Maria Rosa Pavanello chiede alla Regione di rivedere il “Piano casa”: «Si lasci ai Comuni la possibilità di decidere». È stata la giunta comunale stessa a deliberare sul tema, martedì, dando mandato formale al sindaco di agire in tutte le sedi opportune per far ripristinare per il C

Oggi tutti i nomi degli atleti per Sochi

Il Coni oggii dovrebbe render noto l'elenco dei 19 atleti di sci (11 uomini ed 8 donne) per Sochi : Peter Fill, Dominik Paris, Christof Innerhofer, Werner Heel, Manfred Moelgg, Patrick Thaler, Roberto Nani, Luca De Alpirandini, Davide Simoncelli, Stefano Gross e Guliano Razzoli. Più le rag

Musica e cinema in lutto per Riz Ortolani

ROMA Amato da generazioni di registi italiani, da Vittorio De Sica a Pupi Avati, adorato da Quentin Tarantino che ha inserito alcuni dei suoi brani nelle colonne sonore di “Inglorious Basterds” e “Django Unchained”. Musica e cinema piangono il grande Riz Ortolani, geniaccio della musica da

Furti in case e negozi Preso ladro di moto

JESOLO Furti in via dei Pioppi, i ladri hanno preso di mira un negozio di estetica e alcuni appartamenti. La scorsa notte malviventi hanno rotto il vetro dell’estetica “Katiuscia” e sono entrati per un computer. Poi si sono diretti in alcuni appartamenti poco lontano dal negozio e hanno sc

Buranelle, si scava al camping militare

di Francesco Macaluso w CAVALLINO Primo giorno di rilevazioni esplorative a Cavallino-Treporti per ritrovare Paola Costantini e Rosalia Molin, le due buranelle sparite nel 1991. Le nuove sofisticate indagini disposte dal procuratore aggiunto di Venezia, Carlo Nordio sono iniziate ieri sull

Virus degli squali Il sub si è ripreso

JESOLO Si è ripreso, ma non è ancora fuori pericolo, Riccardo Sturla Avogadri, l'esperto di squali del Tropicarium colpito da un misterioso virus che gli ha provocato una gravissima infiammazione. Era in fin di vita, ricoverato all'ospedale di Ferrara, reparto malattie infettive, quando lo

Auto distrutta, il danno e la beffa

CHIOGGIA «Papà, adesso che non abbiamo più la macchina, non andiamo più in montagna, vero?». La domanda, posta dalla figlia di tre anni, è stato il problema meno grave che ha dovuto affrontare il proprietario di una delle auto distrutte da un ubriaco 33enne, a Sottomarina, qualche notte fa