Quirinale, partiti alla ricerca di un accordo. "Chiuderci a pane e acqua? Meglio la pasta"

video E' in corso alla Camera dei Deputati la terza votazione per l'elezione del presidente della Repubblica. I partiti sono ancora alla ricerca di un'intesa e diversi esponenti scherzano sulle parole del segretario del Pd Enrico Letta che nelle scorse ore ha consigliato di chiudersi in conclave "a pane e acqua" per trovare un accordo. "Io preferisco la pasta", afferma Matteo Renzi. "Fondamentale è l'acqua, sul pane si può discutere", ribatte il ministro per lo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti. Intanto continua a far discutere il ruolo del M5s guidato da Giuseppe Conte. "Io mi sono dimessa da ministra per dire che Conte è una persona inaffidabile", attacca Teresa Bellanova di Italia Viva.Di Camilla R. Bruno e Francesco Giovannetti

Roma, Conte litiga con un contestatore: "Vada al banchetto della Lega e chieda dei 49 milioni"

video Giuseppe Conte stavolta perde il suo tradizionale aplomb e zittisce un contestatore che protestava contro il Green Pass sotto il palco di Villa Lazzaroni a Roma, che ospitava oltre all'ex premier, Virginia Raggi impegnata nella campagna elettorale. Prima Conte ha assicurato che avrebbe risposto dopo alle sue domande, poi vista l'insistenza rumorosa dell'uomo, lo ha bacchettato: "Senta, là c'è il banchetto della Lega è vicino, vada con loro. E gli chieda anche dei 49 milioni". Aggiungendo anche un'ulteriore frecciata a Salvini, quando Virginia Raggi aveva aggiunto, sempre riferendosi al leader della Lega: "E gli chieda se era buono il mojito". "No, da quello non s'è ancora ripreso" ha detto ironico Conte, prima di riprendere a parlare e di rivendicare l'importanza del lavoro svolto per arginare la pandemia durante il suo esecutivo. Interviene la presidente e senatrice di Italia viva, Teresa Bellanova, che su Twitter commenta: "Conte oggi attacca Salvini sui 49 milioni. È lo stesso Conte che tre anni fa voleva fare l'avvocato di Salvini sui 49 milioni? Ascoltate qui. La solita falsità dell’avvocato del popolo".Facebook - MoVimento 5 Stelle Lazio

Senza Titolo

il casoFederico Capurso / romaIl calvario di Mario Draghi per avere i suoi 39 sottosegretari è finito. Dopo una settimana a osservare le liti interne ai partiti della sua maggioranza e ad arbitrare le contese tra quelle stesse forze politiche, culminate in un Consiglio dei ministri prima slittato e

Senza Titolo

il retroscenaNiccolò Carratelli / romaIl riferimento è Carlo Azeglio Ciampi. Il mentore, l'uomo che lanciò Mario Draghi sulla scena pubblica, nel 1991, proponendolo a Guido Carli come direttore generale del Tesoro. Il modello che il premier incaricato potrebbe scegliere è proprio il governo presiedu

Senza Titolo

L'intervistaLuca Monticelli / roma«Avevamo chiesto discontinuità e ci hanno riproposto la fotocopia del Conte 2, era evidente che non potessimo starci». Davide Faraone, capogruppo al Senato di Italia viva, risponde al telefono subito dopo aver ascoltato le parole del Capo dello Stato. Perché è falli

13 gennaio

Dopo settimane di malumori e avvertimenti,Renzi decide di rompere con il governo annunciando il ritiro delle ministre Teresa Bellanova, Elena Bonetti e del sottosegretario Ivan Scalfarotto

Renzi annuncia dimissioni ministre: "Crisi aperta da mesi, non da noi. La democrazia non è un reality show"

video "La crisi politica non l'ha aperta Italia viva. La crisi è aperta da mesi". Sono queste le parole con cui Matteo Renzi, in conferenza stampa alla Camera, ha annunciato le dimissioni delle ministre di Italia Viva, Teresa Bellanova e Elena Bonetti e del sottosegretario Ivan Scalfarotto. "La nostra fiducia nel Presidente della Repubblica è incrollabile, nella sua persona e nel ruolo istituzionale che ricopre, l'arbitro garante delle regole", ha proseguito il leader di Iv. "Voteremo sì allo scostamento di bilancio, saremo dalla parte del governo, quale sarà, per il decreto ristori, ma non siamo pronti ad essere come gli altri, quelli che fingono che andrà tutto bene", ha concluso.Di Camilla Romana BrunoVideo Camera dei deputati