Marchionne: pieno sostegno a Renzi

di Nicola Corda wROMA La ripresa c’è, l’Italia accelera e nell’Eurozona non è più la Cenerentola. Ora tirano anche le automobili e da Sergio Marchionne arriva il pieno sostegno al governo. Gli ultimi numeri sono chiari: si cresce e i dati sono ormai stabili da diverse settimane. Lo conferm

Fitto attacca: «Azzerare i vertici»

di Nicola Corda wROMA «Operazione verità contro il teatrino». Raffaele Fitto boccia la convocazione dei vertici di Forza Italia all’indomani della Caporetto sul Quirinale e chiede di «uscire dall’ipocrisia». I ribelli disertano l’ufficio di presidenza e non prendono sul serio le dimissioni

Fitto attacca: «Azzerare i vertici»

di Nicola Corda wROMA «Operazione verità contro il teatrino». Raffaele Fitto boccia la convocazione dei vertici di Forza Italia all’indomani della Caporetto sul Quirinale e chiede di «uscire dall’ipocrisia». I ribelli disertano l’ufficio di presidenza e non prendono sul serio le dimissioni

Voto poco segreto con i metodi della Dc

di Nicola Corda wROMA Chi vince e chi perde. Lo dicono le schede e non mentono anche quando sono segrete. I conti si fanno con le forze in campo e certamente Forza Italia, unico partito a dichiarare la scheda bianca, ha facilitato il lavoro. Il conteggio ufficiale ne segna 105, 35 in meno

Passera: «Follia indispensabile»

di Nicola Corda wROMA Sabato 31 gennaio il cantiere di Italia Unica, il progetto di Corrado Passera taglia i nastri di partenza. A Roma duemila persone parteciperanno all’assemblea costitutiva della nuova formazione e il manager ed ex ministro non vede l’ora. Passera ancora un altro partit

Renzi: «Minoranza ininfluente»

di Nicola Corda wROMA «Minoranza ininfluente, neppure i militanti delle feste dell’Unità condividono quella posizione, noi non molliamo di un centimetro». A Davos c’è la neve e sono gelide le risposte di Matteo Renzi su ciò che accade in Italia intorno alle riforme. Il soccorso di Forza It

Napolitano a casa, la festa del rione

di Nicola Corda wROMA C’era la musica, la torta, lo spumante, il parroco, i carabinieri: tutto l’immaginario della festa di paese. L’accoglienza dei suoi vicini del quartiere Monti ha colpito anche Giorgio Napolitano che pure li conosce. «Non sono nato qui ma amo molto questo posto» ha det

M5S: espulso anche Cristian Iannuzzi

di Nicola Corda wROMA Per il Movimento 5 Stelle sono ancora giorni di ordinaria follia. A far rumore, le nuove espulsioni, questa volta calate dall’alto e per ordine di Casaleggio. Gli ultimi ad allungare la lista dei «traditori» sono il deputato Cristian Iannuzzi e i due senatori Giuseppe

Marino: non escludo licenziamenti

di Nicola Corda wROMA Linea dura contro i lavoratori pubblici assenteisti. La polemica che ha investito i vigili del comune di Roma, in gran parte malati o in ferie nella notte di San Silvestro, ha fatto scattare l’indignazione generale e ora il governo promette di intervenire con decision

Quirinale, no della Lega a un nome del Pd

di Nicola Corda wROMA «Quando arriverà il momento». Per nulla preoccupato e convinto che «si arriverà a una buona soluzione», Matteo Renzi cerca di rimandare il più avanti possibile la scelta del Colle. La risposta è sempre la stessa anche quando la domanda arriva da un cittadino, incrocia

Renzi: per il Quirinale troveremo i voti

di Nicola Corda wROMA «Un presidente bisognerà eleggerlo e magari evitare le figuracce dell’altra volta». Nome condiviso, fuori dalle polemiche e divisioni ma «alla fine conterà poco con quale maggioranza». Il “metodo Renzi” per il Quirinale comincia a prendere forma, anche se nella lunga

Prodi da Renzi, disgelo per il Colle

di Nicola Corda wROMA Un passaggio cruciale. La visita di Romano Prodi a Palazzo Chigi mette le ali alle voci sul prossimo inquilino del Quirinale. Voci, perché appena termina, un minuto dopo dallo staff del premier fanno sapere che gli argomenti dell’incontro sono stati la situazione inte

Sulle riforme il Pd alla resa dei conti

di Nicola Corda wROMA Quel blitz è stato la miccia. Si era capito subito che il voto che cancellava i senatori di nomina presidenziale sarebbe stato l’inizio della rivolta. Ieri, dentro la commissione Affari Costituzionali della Camera sono partiti altri fuochi di segnalazione dalla minora