Senza Titolo

Flavia Amabile / ROMAI grandi duelli nei collegi uninominali dove per perdere basta un voto in meno sono stati una delle novità di queste elezioni. Chi non aveva un'altra candidatura a offrire una seconda speranza, è stato costretto già in queste ore a dire addio al Parlamento. Nel collegio di Bolog

Senza Titolo

Non sfonda - neanche a Venezia - il partito di Luigi Brugnaro, il sindaco che aveva giocato la carta di fare del suo movimento l'ala moderata del centrodestra, spendendo un po' più di quattro palanche. Nel Veneto va appena poco sopra il due per cento, a Venezia città tocca il 3,6 per cento. Troppo p

Senza Titolo

«Non ci sono se, ma o scuse. Abbiamo perso. Gli Italiani non hanno considerato maturo e valido il nostro progetto politico. E su questo la nostra comunità dovrà riflettere». Così il ministro degli Esteri e leader di Impegno Civico, Luigi Di Maio, non rieletto.

Di Maio: "Berlusconi-Meloni-Salvini 'trio sfascia conti', con una loro vittoria a rischio l'economia del paese"

video "ll 'trio sfascia-conti' - Berlusconi, Salvini e Meloni - ha già fatto proposte per 160 miliardi di euro. Questi signori al governo faranno lo stesso percorso che hanno fatto dieci anni fa, quando nel 2011 hanno portato l'Italia al fallimento. Qui c'è un tema di tenuta e sicurezza economica del Paese". Queste le previsioni del ministro degli esteri e leader di Impegno Civico Luigi Di Maio, ospite a "The Breakfast Club" su Radio Capital. Di Maio è anche tornato sul dossier statunitense sui possibili finanziamenti russi a partiti politici esteri: "Nella prossima legislatura serve una commissione d'inchiesta parlamentare. Se c'è qualcuno che ha flirtato con Putin lo vogliamo sapere".

LE GIRAVOLTE DI URSO

Non deve essere stata una notte facile per Adolfo Urso. Era arrivato a Washington per portare all'amministrazione americana tutte le rassicurazioni sull'atlantismo di Fratelli d'Italia e della coalizione di governo che potrebbe presto guidare. Ma è atterrato nel bel mezzo della bufera suscitata dall

connection

È difficile stabilire un punto d'inizio delle storie più oscure delle operazioni di interferenza russa in Italia, siamo pur sempre il paese che ha avuto il partito comunista più grande d'occidente, vent'anni di governo di Silvio Berlusconi - un amico personale di Putin che il Dipartimento di Stato s

Senza Titolo

Francesco Grignetti / romaForse non era rivolta espressamente all'Italia la «bomba americana» sugli occulti finanziamenti dei russi a tanti uomini politici nel mondo. Così almeno dice il senatore Adolfo Urso, presidente uscente del Copasir, che si trova negli Stati Uniti per una serie di colloqui po

del Conte

i l casoFederico CapursoINVIATO A LIVORNOAppena fuori Pisa, le colline toscane iniziano a salire e a scendere dolcemente. Giuseppe Conte le attraversa come un aratro. Fa tappa a Livorno, passa da Coltano, sale a Viareggio, poi via verso Firenze. Feudi rossi, un tempo. Oggi, terre di conquista. E di

La tregua

il casoMaria Rosa Tomasello / ROMANon c'è più tempo. I partiti sanno che il caro-energia, con i rincari record che strozzano famiglie e imprese, è il campo di battaglia sul quale sarà combattuto lo scontro finale della campagna elettorale, una battaglia che nessuno vuole né può rinviare dopo il voto

Senza Titolo

il casoromaAncora un record negativo: il gas viene venduto sulla piazza olandese a 339 euro/mwh. E così come stanno sudando freddo tutti i governi europei, anche in Italia la questione diventa la priorità delle priorità. Se ne sono accorti i leader dei partiti, tant'è che per un giorno in campagna e

Di Maio: "Se non sosteniamo l'Ucraina, i prossimi saremo noi"

video "La guerra in Ucraina è già una guerra mondiale, non a livello militare, ma da un punto di vista energetico e alimentare. Dobbiamo sostenere l'Ucraina, altrimenti i prossimi saremo noi". Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, nel corso del suo intervento al panel 'La crisi alimentare globale: la persona al centro' al meeting di Rimini. "Per quanto riguarda il gas, non possiamo farci ricattare dalla Russia - ha aggiunto - Ci sono accordi commerciali, Gazprom non può aprire e chiudere i rubinetti come vuole". a cura di Luca PellegriniVideo Meeting di Rimini

Di Maio: "Se non sosteniamo l'Ucraina, i prossimi saremo noi"

video "La guerra in Ucraina è già una guerra mondiale, non a livello militare, ma da un punto di vista energetico e alimentare. Dobbiamo sostenere l'Ucraina, altrimenti i prossimi saremo noi". Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, nel corso del suo intervento al panel 'La crisi alimentare globale: la persona al centro' al meeting di Rimini. "Per quanto riguarda il gas, non possiamo farci ricattare dalla Russia - ha aggiunto - Ci sono accordi commerciali, Gazprom non può aprire e chiudere i rubinetti come vuole". a cura di Luca PellegriniLa diretta della giornata politica verso le elezioniVideo Meeting di Rimini