La nostra visita guidata all'incredibile idrovora di Ca' Bianca a Chioggia

video Un successo oltre le più rosee aspettative l’open day all’Idrovora di Ca’ Bianca, voluto dall’associazione “Noi Ca’ Bianca” in collaborazione con il comitato cittadino e il Consorzio di Bonifica Adige-Euganeo, in occasione della festività patronale di San Rocco e dei cento anni dall’inizio dei lavori, terminati tra il 1926 ed il 1928. In questo video di Daniele Zennaro con Lorenzo Porcile vi raccontiamo le funzioni di questo gioiellino senza tempo che da un secolo tiene all’asciutto, assieme ad altri impianti, centomila ettari di terreni fino a Monselice. All’interno sembra di ritornare indietro nel tempo perché, accanto ai moderni motori elettrici, ci sono ancora le chiocciole che ospitano vecchi motori diesel, oltre alla vecchia officina dove gli operai manutentavano i macchinari presenti all’interno di quello che è uno degli impianti di bonifica più grandi d’Europa

Sottomarina, ecco il commovente addio ad Alessandro, morto a 16 anni

video Il feretro portato a spalla in chiesa da parenti  ed amici. Nel piccolo santuario della Madonna della Navicella almeno trecento persone si sono strette attorno alla famiglia per dare l'ultimo saluto ad Alessandro Spanio,  il 16enne che martedì ha perso la vita in viale Mediterraneo dopo essere stato travolto, con la sua moto, da un furgone. In chiesa tanti giovani, giovanissimi, adolescenti, i compagni di scuola, in molti con addosso una t-shirt bianca con una A arancione stampata sul davanti. All'inizio della celebrazione il commosso ricordo del fratello Gianluca. Tra i presenti anche la dirigente scolastica dell'istituto tecnico frequentato da Alessandro. C'è pure il sindaco Mauro Armelao, presente in forma strettamente privata. Fuori palloncini bianchi e arancio vengono liberatrice cielo per accompagnare Alessandro nel suo ultimo viaggio. (Daniele  Zennaro, video Porcile)

Caro gasolio, ecco i motivi dello sciopero della marineria di Chioggia

video Pescatori chioggiotti in stato di agitazione. Da oggi e per tutta settimana la marineria di Chioggia ha indetto uno sciopero per protestare contro il caro gasolio. Questa mattina i pescatori si sono ritrovati nella sala dell'Auditorium per decidere quale linea tenere nei prossimi giorni. Non sono escluse manifestazioni ed azioni anche clamorose, come la consegna delle licenze di pesca alla Capitaneria di Porto. Mercoledì è previsto un incontro a Roma con il sottosegretario Battistoni, mentre a fine settimana i pescatori si riuniranno per fare il punto della situazione e decidere se tornare in mare oppure no. (video intervista Lorenzo Pòrcile, testo Daniele Zennaro)

Chioggia scende in piazza e manifesta per la pace in Ucraina

video Almeno 400 persone hanno manifestato a Chioggia contro la guerra in Ucraina. Una partecipazione che è andata ben oltre le previsioni degli organizzatori. In piazza molti bambini delle scuole chioggiotte, tanta gente comune e, soprattutto, molte donne ucraine che vivono da tempo nella città di Chioggia. "Non riusciamo più a vedere il sole, viviamo nei sotterranei, terrorizzati dal suono delle sirene. Vi prego aiutateci " , è il grido di dolore di Elena, che vive in Italia ma che ha ancora tutta la sua famiglia nell'inferno ucraino. La manifestazione si è conclusa con un corteo che ha attraversato tutta la piazza, prima del congedo sulle note dell'inno ucraino. (Testo Daniele Zennaro. Video Agenzia Pòrcile)

Il gemellaggio tra la Confraternita del bacalà vicentino e il mercato ittico di Chioggia

video Un ghiotto gemellaggio, quello andato in scena al mercato ittico di Chioggia tra i gestori della struttura (e tutto il mondo della pesca in Alto Adriatico) e la mitica Confraternita del bacalà vicentino, evento organizzato dal Festival della cucina veneta. Nel video di Lorenzo Pòrcile, con l'intervista di Daniele Zennaro al presidente della Confraternita Luciano Righi - cui è andato l'onore di suonare la sirena d'avvio delle contrattazioni - le immagini del mercato ittico all'ingrosso di cui è direttore Emanuele Mazzaro. Tra l'altro, Chioggia e VIcenza sono tra le finaliste per il titolo di Capitale della cultura 2024, ma qui si gemellano

Il gemellaggio tra la Confraternita del bacalà vicentino e il mercato ittico di Chioggia

video Un ghiotto gemellaggio, quello andato in scena al mercato ittico di Chioggia tra i gestori della struttura (e tutto il mondo della pesca in Alto Adriatico) e la mitica Confraternita del bacalà vicentino, evento organizzato dal Festival della cucina veneta. Nel video di Lorenzo Pòrcile, con l'intervista di Daniele Zennaro al presidente della Confraternita Luciano Righi - cui è andato l'onore di suonare la sirena d'avvio delle contrattazioni - le immagini del mercato ittico all'ingrosso di cui è direttore Emanuele Mazzaro. Tra l'altro, Chioggia e VIcenza sono tra le finaliste per il titolo di Capitale della cultura 2024, ma qui si gemellano

Armelao: mi sento il sindacalista dei pescatori, Chioggia deve potersi salvare

video Trombe, sirene e clacson suonati tutti assieme in un doloroso concerto per protestare, stavolta, contro il caro gasolio che colpisce tutte le categorie economiche, ma il settore della pesca in modo particolare perché si aggiunge ad altre problematiche che già stanno soffocando una categoria ed un intero indotto che prova a sopravvivere per garantire il pesce fresco sulle tavole degli italiani. Uno scenario inquietante che dipinge una categoria in evidente difficoltà, alla quale ha provato a dare conforto il sindaco Mauro Armelao. Testo Daniele Zennaro, video Lorenzo Porcile