Gli affari di famiglia al processo Casalesi

eracleaAffari di famiglia - tra società e case all'asta - ieri al centro dell'udienza in aula bunker al "clan dei casalesi di Eraclea". Con due filoni di racconto distinti: in mattinata, l'interrogatorio di Giuseppe Puoti, il cognato contabile di Luciano Donadio, che per ore ha risposto alle domande

«Donadio mi disse di essere un Casalese»

ERACLEADue anni fa uno stuolo di cronisti locali e nazionali, batterono la campagna trevigiana intorno a Salgareda alla ricerca della cantina nella quale sarebbe stato nascosto il capo dei capi di Cosa Nostra: Messina Denaro. Infatti stando alle dichiarazioni del pentito Emanuele Merenda, Messina De