«Col clima che cambia sono soldi buttati via»

venezia«In Lessinia la Regione Veneto paga 80 mila euro per smantellare gli impianti da sci perché in montagna non nevica più. Perché, quindi, spendere oggi 80 milioni di euro per una pista da bob?». Lo chiede, in modo provocatorio, il consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni. Lo spunto per la stoccata al presidente Zaia gli è venuto analizzando i contributi agli enti gestori di Parchi regionali per l'attuazione delle previsioni dei Piani ambientali. Nei 370 mila euro che la Regione ha destinato a questo capitolo, ci sono anche 80 mila euro che dovranno servire alla provincia di Verona per eliminare gli impianti inutilizzati da decenni. «Un altro segnale dei cambiamenti climatici che interessa il pianeta è la progressiva risalita della quota neve nella stagione invernale, su molti territori montani della nostra Regione che un tempo caratterizzava quei paesaggi e che costituiva un'attrattiva per gli sport invernali» evidenzia Zanoni. «C'è sempre meno neve, ma in questi ex comprensori sciistici rimangono gli impianti in disuso, dei fantasmi testimoni di un ambiente violentemente stravolto dal riscaldamento globale. Dei ruderi, la cui rimozione comporta spese che ricadono sulla Regione. Come è accaduto nell'ex comprensorio sciistico di San Giorgio in Lessinia, dove i contribuenti veneti pagheranno 80 mila euro per smantellare sette vecchi skilift e una seggiovia. Se queste sono le premesse per i futuri inverni, mi chiedo se sia pensabile investire 80 milioni di euro per costruire impianti nuovi, come nel caso della pista da bob di Cortina». --e.fer.