Il sigillo di Epis alla Città di Crema Nuovo personale nella maratonina

CREMA Giovanna Epis stabilisce il nuovo primato personale nella mezza maratona. La 34 enne atleta veneziana ha conquistato la 16ª edizione della Maratonina Città di Crema, che si è corsa ieri mattina sulle strade della località lombarda. Epis si è imposta sul traguardo con il crono di 1h10'15". Un gran tempo, che ha consentito all'azzurra, che gareggia per i Carabinieri, di demolire il suo precedente record personale sulla distanza, migliorandolo di ben 46 secondi. Prima della gara di ieri, Epis vantava un personale sui 21,097 km di 1h11'01", stabilito nella scorsa stagione, quando aveva vinto a Roma il titolo italiano di mezza maratona. Stavolta per l'atleta nata a Santa Marta e cresciuta nell'Atletica Murano è arrivato un deciso progresso. Epis, che è allenata da Giorgio Rondelli, ha conquistato la Maratonina di Crema mettendosi alle spalle, con un discreto vantaggio, due quotate "antilopi" africane. Seconda è arrivata l'etiope Addisalem Belay Tegegn (Atletica Saluzzo, 1h11'08") e terza la keniana Ziporah Wanjiru Kingori (Pod. Torino, 1h15'19"). Il nuovo record personale di 1h10'15" consente a Epis di scalare due posizioni nel ranking italiano all time, divenendo l'undicesima donna italiana di sempre sulla distanza della mezza maratona. Ma è anche un risultato che rappresenta un ottimo segnale a tre settimane dalla Maratona di Valencia del 4 dicembre, che è il vero obiettivo di Epis in quest'ultima parte della stagione. La maratoneta veneziana tornerà sulle strade di Valencia a distanza di un anno dall'edizione in cui, correndo con il tempo di 2h25'20", è diventata la quinta azzurra di sempre nella maratona. «Finalmente sono scesa sotto l'ora e undici», ha commentato Epis, dopo la gara di Crema, «Ho avuto buone sensazioni viaggiando a questi ritmi. Sto caricando in allenamento e non avevo mai corso una mezza a tre settimane dalla maratona. Stavolta, in accordo con coach Rondelli, ho voluto cambiare qualcosa per avere input diversi, con lavori anche più duri. Nelle altre gare della stagione su questa distanza non avevo trovato condizioni ideali, dal freddo di Berlino al caldo della Stramilano. Nella maratona l'obiettivo sarà confermare il minimo per i Mondiali, che è 2h28' e sfruttare questo periodo perché sto rispondendo bene in allenamento. La voglia di migliorarmi non manca».Quest'anno Epis è stata protagonista agli Europei di Monaco, giungendo quinta al traguardo in una gara condotta nel gruppo di testa. Mentre nella mezza aveva già sfiorato il personal best con il tempo di 1h11'07" in primavera a Berlino e poi si è messa al collo la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Orano. La domenica ha riservato ottime notizie anche nella corsa campestre. La lidense Beatrice Casagrande (Atl. Riviera del Brenta) si è piazzata prima, in 13'50", nella gara riservata alle allieve e alle juniores under 20 alla 10ª edizione del Cross Valmusone, che si è disputato a Osimo, in provincia di Ancona. --GIOVANNI MONFORTE© RIPRODUZIONE RISERVATA